Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

martedì 22 ottobre 2019

In radio e nei digital store dal 21 Ottobre “La pioggia di Agosto”, il primo singolo da solista di Enrico Zambelli.


"La pioggia di Agosto" il primo singolo da solista del cantautore genovese Enrico Zambelli.
La canzone, che porta le firme anche di Mauro Piromalli e Roberto Tiranti (anche arrangiatore del brano) cerca di trattare, nel modo più delicato possibile, la tragedia avvenuta a Genova il 14 agosto del 2019 con il crollo del Ponte Morandi. Samuele è stato il più piccolo delle 43 vittime di quel giorno terribile. Era in macchina con la sua mamma e il suo papà. La canzone parla di lui, di loro, di tutti.

Nel 2008 quarto classificato al concorso letterario europeo di poesia “Ass.ne Rinascita Piediluco”
Nel 2009 è uscito in libreria Un istante prima del mai, la sua prima raccolta di poesie
Nel 2009 terzo classificato al premio letterario “Insieme nel mondo” patrocinato dalla “Società Dante Alighieri”
Nel 2009 terzo classificato al “Premio Nazionale di arti letterarie - arte città amica”.
Nel 2011, con il brano Buon Natale, ha vinto il premio musicale “Tante voci dal pro...fondo” Nel 2012 terzo classificato al XII concorso letterario europeo di poesia “Acqua limpida fonte di vita”
Nel 2013 secondo classificato al “Festival Eroticanzone” presieduto da Irene Grandi, con la canzone “Piccola Morte”
Nel settembre 2013 è stato tra gli 8 finalisti del Premio Poggio Bustone dedicato a Lucio Battisti.
Nel 2014 ha partecipato allo spettacolo «Tango nel fango di Rebelais» di Mauro Sabbione. 
Nel 2015 è uscito in libreria «Il bel mare zinco», la sua seconda raccolta di poesie
Nel 2017 si è classificato al primo posto al Premio Internazionale Poesia e Narrativa - Le
Grazie Porto Venere La Baia dell'arte - con il libro «Il bel mare zinco»
Nel 2017 è stato tra i 10 finalisti del premio letterario nazionale di narrativa e di poesia “Argentario” 2017 con la poesia «Sarai pioggia»
Nel 2017 secondo classificato al Premio Nazionale Un Autore per la Nuova Canzone Italiana Villeggendo Musica 2017 col brano «Il gregge»
Nel 2017 ha ricevuto la targa intitolata a Riccardo Mannerini, come autore del miglior testo
Nel 2019 si è classificato terzo al Varigotti Festival con il brano “La pioggia di agosto”

sabato 19 ottobre 2019

Chiara Pavoni per 'Frida y sus Amores’

Domenica 20 ottobre alle ore 18.15 nella sala aula magna dell’Università Valdese in via Pietro Cossa 42 a Roma, l’attrice performer e modella Chiara Pavoni parteciperà allo spettacolo teatrale ‘Frida y sus Amores’ che fa parte di un progetto internazionale ideato e diretto da Cecilia Salaices.

martedì 15 ottobre 2019

“Acqua Sintetica“ il nuovo album di Mauro Pelosi


Acqua Sintetica è la storia di un clone che vive in un mondo ormai in rovina (Un clone libero), tra i ricordi di un passato bello ed emozionante da una parte, decadente e invivibile dall’altra (La città vecchia) “...con le sue torri, alte fino a toccare il cielo, le sue case di cartone i suoi rifugi” e la vita difficile, senza quasi più nulla, passata a cercare nei rifiuti (Se ci fossero ancora i cellulari). Un viaggio fantascientifico e interiore; anche se ambientato nel futuro, si rifa’ essenzialmente alla vita di oggi, il clone, in un certo senso, è l’uomo dei nostri giorni. Il pianeta che cambia in continuazione, il clima, la desertificazione, la mancanza di acqua da bere (Acqua sintetica) e la mente sempre più oscura e ingarbugliata da pensieri negativi, dominata da forza sconosciute che sembrano sempre di più andare contro l’umano (Esseri della cenere) “...dai corpi sottili più leggeri dell’aria, scorie di pianeti inariditi persi nei cicli del tempo, possedettero l’uomo nella sua parte più bella, profanatori dell’anima, fu un mondo di marionette!”. I cambiamenti e le mutazioni portano poco a poco il clone, a percepire un’energia che prima non conosceva (Forse è l’amore), una forza che lo fa crescere, lo trasforma, l’amore (Come si fa, come si può). L’umanità sempre di più davanti ad un bivio, ad una scelta tra mente e cuore, tra pensiero e Se interiore (E’ tempo d’amare).
LA TRACK LIST
  1. Acqua sintetica – testo e musica Mauro Pelosi
  2. La città vecchia – testo e musica Mauro Pelosi
  3. Un clone libero – Testo Mauro Pelosi – musica Pinuccio Pirazzoli
  4. Come si fa, Come si può - testo e musica Mauro Pelosi
  5. Esseri della cenere – testo e musica Mauro Pelosi
  6. Forse è l’amore – testo e musica Mauro Pelosi
  7. Il tempo di amare – testo e musica Mauro Pelosi
  8. Se ci fossero ancora i cellulari – testo e musica Mauro Pelosi
Dopo “Il Signore dei Gatti” (1979) Mauro Pelosi esce dal mercato discografico e incomincia a viaggiare prima in Europa poi in Oriente e in America, intanto cresce la crisi del disco, chiudono i battenti importanti case discografiche, etichette minori, studi di registrazione ecc. fino ad arrivare alla diffusione di internet e del download, la musica adesso si scarica e sempre meno si compra. Mauro insieme a tanti altri artisti si eclissa. Vive con lavori occasionali del tipo “Porta Portese” dove vende quello che riportava dai suoi viaggi  ma la passione per la musica continua sempre e così incomincia a scrivere musica New Age per se e per i suoi amici, “Arjuna” (1997) e “Leaving the Planet” (1999). L’amore per la natura lo porta poi in campagna, coltiva prodotti naturali e li vende nei mercatini del biologico insieme ad oggetti artigianali di sua creazione. Scrive “Draupadi” (2000) e “Stazioni” (2001), come i precedenti senza testi e mai pubblicati. La moda degli anni ’70 è ormai diffusa ovunque; i suoi vinili vengono pubblicati in Giappone e Corea. Mauro incomincia a scrivere musica per meditazione; intanto la Universal Music pubblica dei cofanetti di musica Progressive italiana (2010) e ristampa in formato CD tutti i suoi lavori del ’70. Poco tempo dopo Mauro incomincia a lavorare ad un progetto nuovo che durerà un paio di anni e stavolta con musica e testi e un bel giorno si presenta a casa del suo amico Pinuccio Pirazzoli col lavoro finito, è la storia di un clone in un mondo alla deriva e insieme decidono di chiamarlo “Acqua Sintetica”

venerdì 11 ottobre 2019

PAULA ROMINA “GUAY!” è il singolo della giovanissima artista ecuadoregna in radio dall’11’ottobre

Il brano estratto dall’Ep “Solo Conmigo” si veste di tropical e urban pop per lanciare un messaggio di uguaglianza e solidarietà. 


Il brano “Guay!” scritto dall’artista, riflette varie immagini, che rappresentano varie culture di tutto il mondo. Nel singolo Paula Romina parla a tu per tu con una persona ed esprime il proprio messaggio di uguaglianza e di un mondo finalmente senza frontiere e pregiudizi. Il ritornello dice “En todo el mundo somos guay”, che sta a significare che ognuno di noi in tutto il mondo è “cool”, ovvero “guay”.

Musicalmente, all’interno della canzone troviamo suoni molto tropical con un tocco urban, il tutto proposto in una chiave moderna, che riflette molto lo stile dell’artista. 

Edizioni Massive Arts Italy
Autoproduzione

Radio date: 11 ottobre 2019
Ep: Solo Conmigo

BIO

PAULA ROMINA è nata il 17 novembre 1997 in Ecuador con la musica nel sangue. All’età di 7 anni si trasferisce in Italia dove inizia a studiare canto e dopo aver frequentato varie scuole di musica conclude il suo percorso all’accademia “Massive Arts” di Milano. Il 2014 è l’anno del debutto, ed è subito un successo in tutti i principali Network Sud Americani come RADIO DISNEY e LOS 40 PRINCIPALES. L’immediata esplosione le permette di affermarsi e lavorare al suo primo album “LIBRE” che vede la luce nel 2015, l’album contiene alcune hit che raggiungono velocemente le vette delle classifiche d’ascolto e di vendita. Grazie ad esse viene nominata per vari premi e nel 2016 vince il premio come miglior featuring con Daniel Paez.
Nello stesso anno viene chiamata ad esibirsi in vari eventi mondani, come sfilate, concorsi, etc, passando da MISS LATINA 2015 fino alla performance oltreoceano all’EXPO 2015 di Milano. 
Calca grandi palcoscenici come quello con “Don Omar” oppure quelli dei più grandi Festival Latini che vedono esibirsi gente del calibro di Alberto Barros, Ismael Miranda, Charlie Aponte, Americo.
Nel 2018 si esibisce anche al Milano Latin Festival assieme a Mirella Cesa, la miglior Artista del Festival Viña del Mar di quella edizione annuale.
Nell’estate del 2019 Paula mette ancora piede sul palco del Milano Latin festival, con uno show completamente rinnovato, realizzando 3 date durante il mese estivo.
Qui ha la grande possibilità di aprire il concerto di Karol G un’artista colombiana che sta entrando in tutte le radio italiane con il suo brano “China”, e che ha riscontrato molto successo anche con il suo brano precedente “Ocean”.

Contatti e social

NEWDRESS - “LEIcontroLEI” è il nuovo album della band elettro-wave bresciana

Ad ottobre 2019 arriva il progetto discografico che celebra l’antitesi fra i due animi opposti del mondo femminile, realizzato con la collaborazione di alcuni grandi nomi della musica italiana: Antonio Aiazzi dei Litfiba, Diego Galeri e Stefano Brandoni.
 
“LEIcontroLEI”, preceduto da 3 e.p. e 3 l.p, è la settima uscita discografica dei Newdress e vedrà la luce il prossimo 11 ottobre per l’etichetta Discipline di Garbo e Luca Urbani, con la distribuzione di Believe Digital in tutti gli store digitali (Edizioni Discipline SNC).
Il sound florido e pungente del disco vive nel presente ma si fonda sui canoni della new wave brittanica e dell’elettronica anni 80 aprendosi alle contaminazioni più contemporanee. Si tratta di un concept che ruota attorno ad alcune figure femminili che hanno segnato la storia del mondo e dell’umanità mettendo in contrapposizione donne "positive" e "negative”: partendo da Eva e Lilith, dalla serial killer saponificatrice Leonarda Cianciulli alla partigiana Joyce Lussu, passando per Amelia Earhart, prima donna a volare sull’Oceano Atlantico a bordo di un Fokker F.VII nel 1928,  Marilyn Monroe, Elizabeth Warren paladina del movimento LGBT americano candidata alle primarie statunitensi del 2020 contro Trump, arrivando a Greta Thunberg giovane adolescente svedese icona del movimento Fridays For Future. Il tutto senza escludere un confronto narrativo con le moderne vocazioni del gentil sesso. Dieci canzoni per un disco ambizioso il guanto di sfida dei Newdress ai contemporanei dischi usa e getta.
Il disco vanta alcune prestigiose collaborazioni:
Antonio Aiazzi storico tastierista e fondatore dei Litfiba si innamora di “Joyce” al primo ascolto tanto che  in 3 giorni rilascia un premix ai Newdress aggiungendo sintetizzatori e pianoforte a quanto già fatto dalla band, e invita i 4 bresciani a raggiungerlo al Dpot Recording Arts di Prato per mixare il brano insieme a lui , sotto la guida esperta di Fabrizio Simoncioni (già al lavoro fra gli altri con Litfiba, Ligabue, Negrita, Gianna Nannini, Carmen Consoli, Grignani, Fabi, Silvestri e attuale tastierista dei Litfiba), il tutto con la supervisione di Andrea Ravasio l’ingegnere del suono dei Newdress.
Diego Galeri “il Michelangelo della batteria” (Timoria - Miura - Adam Carpet - Gentle Eyes In The Gloom) ha suonato la batteria in “Bolle di Sapone”.
Stefano Brandoni detto “Brando” ha suonato in “Pallida”; le sue chitarre sono il marchio di fabbrica di numerosi dischi e concerti mainstream italiani da Francesco Renga a Malika Ayane, Roberto Vecchioni, Nada Malanima, Giusy Ferreri, Dolcenera, Alberto Fortis, REZOPHONIC, The Giornalisti. Brando ha suonato anche in "Soldi" di Mahmood.
Le illustrazioni che compongono l’artwork del disco sono realizzate dall’artista bresciana Giulia Rosa, scelta non a caso in quanto già nota per il suo libro illustrato dedicato alla perfomer internazionale Marina Abramović e per i suoi provocanti lavori rivolti per lo più a tutte le sfumature dell’universo femminile. L’artwork vivace e variopinto, in netto contrasto con il bianco e nero del precedente album “Falso Negativo” sottolinea la scelta fatta per questo lavoro: sdrammatizzare con ironia e leggerezza tematiche pesanti e difficili da raccontare in canzoni.
IL SINGOLO “PALLIDA” SU YOUTUBE

TRACK BY TRACK

1.     VACANZA DARK
Una canzone accattivante che parla in modo ironico di una vacanza il cui protagonista è un personaggio del "mondo" da cui i Newdress e la loro musica attingono; il sole e il caldo inizia a dargli alla testa ma non demorde e non abbandona il suo look, vestito e bardato di nero caracolla sulla spiaggia ed inizia ad avere delle visioni, consuma una granita di sabbia, s'innamora di una sirena che sorseggia un the nero di seppia, brucia sotto il solleone, lui che voleva stare all'ombra, lui che voleva andare a Londra.

2.     OVERDOSING IN L.A.
L’ultima travagliata notte di Marilyn Monroe, l’ultima telefonata distorta da un fatale cocktail di barbiturici forse a Bob Kennedy, una comune richiesta d’aiuto della più straordinaria attrice, cantante, modella e produttrice cinematografica, ricordata come una delle più grandi attrici nella storia del cinema statunitense.

3.     PALLIDA FEAT. (STEFANO BRANDONI) – Primo singolo
La canzone nasce in concomitanza con la candidatura della paladina LGBT Elizabeth Warren alle primarie statunitensi del 2020 contro Trump e dalla necessità di dare una scossa all’attuale clima che si respira in Italia in merito alla situazione di una realtà omosessuale ancora molto discriminata.

4.     FREELOVE DATING

Quale modo più comodo e veloce per trovare un nuovo amore se non un sito di dating? Lui spavaldo e sicuro, lei divina e scintillante calza le sue Chanel dalla sera alla mattina con disinvoltura ed eleganza.
Si conoscono, si cercano, si stuzzicano, lui s’invaghisce di lei, lei capisce di che pasta è fatto lui.
Scusa ma non sei il mio tipo, il due di picche è dietro la porta, ah no dietro la tastiera.
L’amore 2.0

5.     L’ALIENO E LA BAMBINA
Anno 2019 la terra è in preda ai cambiamenti climatici generati dalla sconclusionata gestione delle risorse perpetrata da pochi forti uomini, lui un alieno che torna sulla terra dopo 2000 anni dalla sua prima visita, la trova devastata e in fin di vita in contrasto coi ricordi di una terra verde e rigogliosa, incontra lei Greta Thunberg, paladina del movimento Fridays for Future, ed esorta tutti noi ad ascoltarla e seguirla nel suo impegno prima di fuggire per sempre da un mondo che non riconosce e di cui non vuol saper le sorti future.

6.     LEI CONTRO LEI
Il primordiale scontro fra donne, le due mogli di Adamo, Lilith ed Eva, l’una spavalda e rivoluzionaria l’altra remissiva e sottomessa. Chi vincerà? Quali donne moderne si rispecchiano in Lilith e quali in Eva? Madri, mogli, figlie, un legame forte le accomuna e le tiene unite nelle gioie e nei dolori ma per fortuna ognuna di esse ha sempre in borsa un fiero sorriso da mostrare anche nei momenti peggiori.

7. JOYCE (FEAT. ANTONIO AIAZZI)
Joyce è una dolce corsa verso la salvezza, una preghiera notturna, il sacrificio di una donna per i suoi ideali. Joyce è un manto caldo di colori scuri che ti avvolge e rassicura con il suo beat down tempo.
Dedicata a Joyce Lussu partigiana, scrittrice, traduttrice e poetessa italiana, medaglia d'argento al valor militare, capitano nelle brigate Giustizia e Libertà e moglie in seconde nozze del politico e scrittore Emilio Lussu.

8.     IL RUMORE DI TE
Il sogno di volare, un sogno comune a molti ma realizzabile da pochi, lei Amelia Earhart nel 1937 è la prima donna a sorvolare l’Oceano Pacifico. L’indomabile voglia di scoperta di Amelia è messa in contrapposizione alla necessità di ognuno di noi di realizzare i propri sogni, di trovare uno scopo in terra da perseguire anche a costo della propria vita senza accorgersi che a volte il cielo è nella propria stanza, nella stessa vita che già ci siamo costruiti con impegno.

9.     TIPO BANALE
Potrai fare qualsiasi cosa di originale nella vita, potrai essere il più grande influencer, dj o seguire le mode più alternative, le diete più strane e frequentare i luoghi più cool, avrai anche l’autista, farai anche il giornalista, il musicista e avrai le relazioni più invidiate da tutti, ma in sostanza, alla fine, alla resa dei conti, per lei sei solo un tipo banale.

10.  BOLLE DI SAPONE (FEAT. DIEGO GALERI)
Luogo e data: Correggio (RE), 1939 – 1940. Corpi di reato: coltelli, ascia, treppiede. Una storia di credulità e magia, ignoranza e cupidigia, sentimenti e istinti primitivi, mortificazioni e dolore, ecco alcuni tra gli ingredienti di questa canzone emersi nel corso dell’indagine che portò a scoprire i crimini di Leonarda Cianciulli detta la saponificatrice di Correggio. È lei la protagonista di questa macabra canzone dalle atmosfere cupe e nebbiose, una donna cattiva e sprezzante del pericolo, perché sì esistono anche donne così e anche al giorno d’oggi.

Etichetta: Discipline di Garbo
Pubblicazione: 11 ottobre 2019

BIO

·         I Newdress sono attivi dal 2008 anno in cui risale “Alibi” (autoprodotto).
·         Nel 2010 esce EP “MODErne Tessiture Sonore” (Kandinsky Records) con la Produzione Artistica di Stefano Castagna (CCCP, Scisma).
·         Nel 2012 esce il primo album ufficiale “Legami di Luce” preprodotto e arrangiato con Lele Battista (Morgan – La Sintesi), Kandinsky Records con i feat. dello stesso Battista e di Andy Fluon (Bluvertigo), il cui singolo “Bisogna Passare il Tempo” viene inserito nella compilation di XL di Repubblica, nulla è stato lasciato al caso in questo lavoro dei Newdress, soprattutto i testi, onirici ed evocativi fin dai titoli (“Al Tatto Nel Buio”, “Assorta”, “Dissolve”), ispirati dalla poesia di Jacques Prévert (“Bisogna Passare Il Tempo”), rigorosamente pervasi da uno spleen dall’esito positivo simboleggiato dai legàmi di luce del titolo fino alla conclusiva “Splendi” (il giusto finale: “quando c’è buio per vedere, basta uno spiraglio di luce”). Dieci brani realizzati interamente in analogico (quasi 60 canali del mixer occupati!), registrando dal vivo archi e sax ed utilizzando una speciale batteria artigianale priva di fusti. L’album è stato registrato e prodotto artisticamente presso lo Studio di Registrazione “Ritmo&Blu” di Pozzolengo (BS) da Stefano Castagna già in passato al fianco dei CCCP, Ligabue, Scisma.
·         Nel 2013 esce l’EP “Vernale” contenente il nuovo singolo “In questo inverno” prodotto con Cristian Piccinelli (già autore di remix per 883, Zucchero, Tiziano Ferro e Erasure).
Un sound più moderno e pop, ma allo stesso tempo intenso, per un brano che si pone come occasione di riflessione sull’inverno, e di rinascita, in contrasto ed equilibrio tra luce e buio.
 A completare Vernale una cover di Sister Europe dei Psychedelic Furs.
·         Nel 2015 l’EP “Novanta” (Vrec) omaggio agli anni 90 “italiani con i feat. di Garbo, Omar Pedrini, Lele Battista e Luca Urbani tutti artisti che partecipano come ospiti ai rifacimenti in versione “new wave” di classici come “Senza Vento” (Timoria), “Grandi Giorni” (Garbo), “I’am Happy” (il singolo più famoso dei Soerba) e “Nero” (LaSintesi). Impreziosisce l’EP un brano inedito dei Newdress intitolato “Sorride a tutti.

·         Nel 2016 vengono chiamati da Darkitalia per partecipare alla compilation Silent Age il tributo italiano ai 25 anni di “From The Lion’s Mouh” dei The Sound proponendo una rivisitazione elettronica di “Contact the Fact”.
·         Il 18 maggio 2017 giorno dell’anniversario della scomparsa di Ian Curtis dei Joy Division pubblicano “Falso Negativo” (Vrec/Audioglobe), il bianco e il nero, gli opposti, le decisioni e i cambiamenti estremi; diagnosticare le moderne patologie sociali consapevoli di non avere la cura giusta, a partire dal titolo che risulta erroneamente negativo. Un disco, un’istantanea che fissa nel tempo i moderni disturbi di personalità, raccontati ma non risolti in queste didascaliche canzoni.
·         Nel gennaio del 2018 partecipano alla compilation “Enjoy The Tribute” dedicata ai Depeche Mode e promossa dal Fan club dei “Devoti”, plasmando e aggiornando insieme a Luca Urbani la splendida  “Behind The Wheel”.
Nel corso degli anni la formazione ha subito alcune modifiche sempre ruotando attorno al nucleo dei due storici fondatori Stefano Marzoli e Jordan Vianello già uniti musicalmente dal 1995, l’attuale line-up vede Stefano alla voce, ai sintetizzatori e alle programmazioni elettroniche supportato in quest’ultime per questo nuovo album da Jordan che oltre a suonare la batteria scrive i testi delle canzoni; al basso c’è Andrea Zagna e alla chitarra Matteo Frigoli. La band ha calcato centinaia di palchi, nei club e nei festival più prestigiosi d’Italia facendo anche da supporto a band internazionali e artisti italiani fra i quali: Francesco Renga, Omar Pedrini, Alberto Fortis, Fluon, Lele Battista, Clan of Xymox, The Zen Circus, Gang of Four, Kirlian Camera, Sigue Sigue Sputnik, Whitout My Medicine.

Contatti e social

SITO   newdress.it
FACEBOOK   facebook.com/newdress
INSTAGRAM   instagram.com/newdressband
SOUNDCLOUD   soundcloud.com/new-dress



BANDCAMP   newdress.bandcamp.com

mercoledì 9 ottobre 2019

A Pesaro la presentazione del libro dell’attrice Paola Turci

Domenica 13 ottobre a Pesaro alle ore 16,30 presso la biblioteca comunale ‘Braille’ in Piazza Europa a Baia Flaminia, sarà presentato il libro autobiografico ‘Una donna tutta sbagliata’ dell’attrice e regista Paola Turci, edito da Booksprint Edizioni. All’evento parteciperà come ospite speciale l’attrice romana Chiara Pavoni.

“A te i miei pensieri”, il nuovo singolo di Aldo Iacopino



Aldo Iacopino, torna in Italia e presenta il suo nuovo singolo “A te i miei pensieri”, brano scritto appositamente da Fabio Castorino, registrato alla Roxy Studio di Palermo e prodotto dalla Me&U Records and Artists Management di Londra.
Iacopino porta in radio un brano che raccoglie i sogni di un artista lontano dalla sua terra di origine, la Calabria, e che indipendentemente dal successo in Sud America sente forte il richiamo alle sue origini.

Una vita in musica affrontata con eleganza e passione, legata dai sogni di un percorso artistico che lo tiene lontano da chi ama.
Una dedica profonda e sincera ai propri affetti, al suo sogno mai affranto, ad una vita di sacrifici e di sorrisi tra il pubblico che l’ha sempre amato. Una figlia lontana che cresce in fretta ed una moglie che non lo abbandonerà mai lasciando vivere ad Aldo le sue opportunità.
Artista di spessore, il brano è una ballad pop-lirica che evidenzia tutta la qualità vocale di questo artista.

Aldo Iacopino sta lavorando al suo progetto discografico con determinazione per completare il suo nuovo album di inediti. 
Reduce da un tour estivo che l’ha visto esibire in diverse locations della sua terra, tornerà in studio alla Roxy accompagnato da Umberto Alongi che, in veste di produttore esecutivo, lo accompagna in questo bellissimo momento artistico.
Il videoclip ufficiale è affidato ad ATOM INC ed è stato girato in Sicilia. Il management è a cura della Unique M & C di Chiasso.