Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

venerdì 19 gennaio 2018

L’arte della camminata in gravidanza al Fitwalking del Cuore di Saluzzo

Un’attività specifica di Fitwalking in grado di aiutare le donne in gravidanza e le neo mamme a ritrovare il benessere sia in gravidanza, sia nel post partum. Questa la proposta di Natalben, lo specifico integratore della gravidanza di Italfarmaco, durante il Fitwalking del Cuore di Saluzzo. L’appuntamento è il 21 gennaio allo stand Natalben per una camminata in compagnia, ma sempre “supervisionata” dagli esperti della disciplina sportiva.
La camminata a passo di Fitwalking, giunta alla XV edizione, è organizzata dai pluripremiati campioni olimpici Maurizio e Giorgio Damilano e lo scorso anno ha coinvolto oltre 9 mila persone.

 

“La camminata in gravidanza ha l’obiettivo di favorire la salute e l’umore di mamma e bambino – commenta Maurizio Damilano, ideatore del Fitwalking e promotore della manifestazione - e il Fitwalking, attraverso una serie ben precisa di tecniche, è lo sport ideale sia in gravidanza sia dopo il parto perché non è traumatico e allena tutte le fasce muscolari schiena compresa. È facilmente modulabile in base alle esigenze e, dopo il parto, con i debiti adattamenti, può essere praticato con il bambino. Il cammino va inoltre ad agire naturalmente sul pavimento pelvico con un’azione di rinforzo. I benefici a livello psico-fisico e lo scarico delle tensioni e dello stress, derivanti dall’attività fisica a passo di Fitwalking, aiutano a prevenire e combattere i pericoli e i problemi della depressione post partum”.

“La collaborazione con il Fitwalking – commenta Tiziana Querin, product manager Italfarmaco – è ormai consolidata.  Oggi è giusto parlare di progetto di salute per mamma e bambino con dieta bilanciata e integrata, unita a sani stili di vita essenziali per ottimizzare la salute di entrambi durante e dopo la gravidanza. 
Questa “alleanza” con Maurizio Damilano e il Fitwalking ha l’obiettivo di coordinare gli stili di vita più corretti e salutari per una gravidanza felice e stili più sani: camminare ed integrare!”

L’attività con il Fitwalking Italia, promossa da Natalben, comprende anche una decina di cammini in 10 città italiane da percorrere in sicurezza e tranquillità condividendo tutti i consigli forniti da Maurizio Damilano per una corretta postura e per mantenere ritmo dell’andatura. Per ulteriori informazioni www.natalben.it

 http://www.natalben.it/

L’arte della camminata in gravidanza al Fitwalking del Cuore di Saluzzo

Un’attività specifica di Fitwalking in grado di aiutare le donne in gravidanza e le neo mamme a ritrovare il benessere sia in gravidanza, sia nel post partum. Questa la proposta di Natalben, lo specifico integratore della gravidanza di Italfarmaco, durante il Fitwalking del Cuore di Saluzzo. L’appuntamento è il 21 gennaio allo stand Natalben per una camminata in compagnia, ma sempre “supervisionata” dagli esperti della disciplina sportiva.
La camminata a passo di Fitwalking, giunta alla XV edizione, è organizzata dai pluripremiati campioni olimpici Maurizio e Giorgio Damilano e lo scorso anno ha coinvolto oltre 9 mila persone.

 

“La camminata in gravidanza ha l’obiettivo di favorire la salute e l’umore di mamma e bambino – commenta Maurizio Damilano, ideatore del Fitwalking e promotore della manifestazione - e il Fitwalking, attraverso una serie ben precisa di tecniche, è lo sport ideale sia in gravidanza sia dopo il parto perché non è traumatico e allena tutte le fasce muscolari schiena compresa. È facilmente modulabile in base alle esigenze e, dopo il parto, con i debiti adattamenti, può essere praticato con il bambino. Il cammino va inoltre ad agire naturalmente sul pavimento pelvico con un’azione di rinforzo. I benefici a livello psico-fisico e lo scarico delle tensioni e dello stress, derivanti dall’attività fisica a passo di Fitwalking, aiutano a prevenire e combattere i pericoli e i problemi della depressione post partum”.

“La collaborazione con il Fitwalking – commenta Tiziana Querin, product manager Italfarmaco – è ormai consolidata.  Oggi è giusto parlare di progetto di salute per mamma e bambino con dieta bilanciata e integrata, unita a sani stili di vita essenziali per ottimizzare la salute di entrambi durante e dopo la gravidanza. 
Questa “alleanza” con Maurizio Damilano e il Fitwalking ha l’obiettivo di coordinare gli stili di vita più corretti e salutari per una gravidanza felice e stili più sani: camminare ed integrare!”


L’attività con il Fitwalking Italia, promossa da Natalben, comprende anche una decina di cammini in 10 città italiane da percorrere in sicurezza e tranquillità condividendo tutti i consigli forniti da Maurizio Damilano per una corretta postura e per mantenere ritmo dell’andatura. Per ulteriori informazioni www.natalben.ithttp://www.natalben.it/

giovedì 18 gennaio 2018

“Dio si nasconde. Kozo Yano – Fotografie / André Simoncini – Poesie”

La mostra “Dio si nasconde. Kozo Yano – Fotografie / André Simoncini – Poesie”, ospitata presso la Galleria della Biblioteca Angelica di Roma dal 23 gennaio al 10 febbraio 2018, riunisce trenta immagini, in un suggestivo bianco/nero, realizzate dal fotografo giapponese Kozo Yano in luoghi insospettabili del pianeta, cui si accompagnano i testi del poeta lussemburghese André Simoncini che instaurano con le forme dei massicci rocciosi, degli strati geologici e dei sedimenti pietrificati un dialogo sorprendente in cui ricerca artistica e letteraria convergono. La bellezza nascosta nelle rocce fotografate può imprevedibilmente mostrarsi nei bizzarri e deformi profili di volti umani. “Gli occhi stravolti/Intrappolati/Scrutano le rovine/Dalle asperità minacciose/Che fanno a pezzi il sole/E che la notte incombente/Sottoporrà a una ricostruzione simulata”: così le poesie di André Simoncini fanno da contrappunto alle fotografie di Kozo Yano e viceversa in un gioco continuo di rimandi.

lunedì 15 gennaio 2018

Il Guardiano Del Faro nuovo singolo di Martix estratto dall’ album Tutte Le Strade Portano Al Mare



“Il guardiano del faro" è una tipica canzone cantautorale italiana, la storia di un guardiano del faro solitario, introspettivo, poetico, la descrizione di un mare che la gente di città spesso non conosce, nel testo non potevano mancare tematiche molto attuali come il senso critico nei confronti dell'opera umana che spesso dimentica i veri valori della natura che ci circonda e quella delle tragedie che giornalmente si consumano nel mediterraneo e che ormai accettiamo quasi come “normalità”. Questo ultimo singolo va a chiudere un lungo percorso che come promesso nel titolo dell'album ci ha letteralmente portati al mare.
Il primo album “Tutte le strade portano al mare” di Martix è come un viaggio verso il mare, l’ignoto che vive dentro noi…, quella parte nascosta che frequentiamo poco nella frenesia della nostra vita quotidiana.

Un album sincero dalle sonorità pop, nelle sue infinite sfaccettature, che tocca tematiche leggere ma con qualche spunto di riflessione più profonda, allora siete pronti? Si parte.
«Canzoni d’amore ma non solo, in questo disco si respirerà la voglia d'evasione» afferma Martix. «Difficile trovare le parole per descrivere la mia musica, io la definirei lo specchio della mia anima senza nessun filtro e nessun pregiudizio.

Prodotto e arrangiato da Gaetano Pellino, chitarrista Blues e da Riccardo Rinaldi “aka” Ohm Guru, Aeroplani italiani, Neffa, Sud sound system; stampato da IRMA Records di Bologna.

Biografia:
Martix, all'anagrafe Martin Avena, nasce a Winterthur in Svizzera, il 19.06.1971, frequenta tutto il suo percorso scolastico a Lugano. Il suo approccio alla musica comincia a metà degli anni 80 dilettandosi come Dj, a partire dagli anni 90 comincia a scrivere canzoni e ha un'esperienza radiofonica in una radio privata ticinese , Radio 3I , in quel periodo incontra Riccardo Rinaldi e Gaetano Pellino, da questa amicizia nascono le fondamenta di questo primo album. Dopo aver riscosso un buon successo radiofonico sia in Svizzera, che in Italia con i primi singoli, (Luglio, Apriti al blu, E’ ritornato il sole, Beatrice tacco 12), il 15 dicembre 2017 debutta il nuovo singolo e video” Il guardiano  del faro”.


Little Taver & His Crazy Alligators in radio con Tavernight



LITTLE TAVER & HIS CRAZY ALLIGATORS presentano il nuovo singolo “Tavernight!”, tratto dall’omonimo album e accompagnato dal simpatico videoclip ufficiale, che si tinge di "noir" ma, nello stesso tempo, una canzone d'amore che parla di una storia molto passionale nata in un locale di "stampo antico", e come tutte le storie nate in locali come questo, finiscono in malo modo... Questa termina nel peggiore dei modi...

http://www.youtube.com/watch?v=zFaQzPi7rew

Questo brano è stato scritto a quattro mani con Corrado "Curadìn" Terzi sassofonista dell'ultimo tour del Rocker numero 2 di Correggio (Ligabue).

Il regista del video è Beppe De Caro, un losco personaggio già autore di affermati e premiati "corti" nonché del film ambientato al Summer Jamboree di Senigallia "Daddy-O A tutto Rock'n'Roll".
L'album “TAVERNIGHT” è un disco dedicato agli Urlatori degli anni 60, Celentano, Gaber, Ghigo Agosti, Clem Sacco, Little Tony ecc.., che con il loro atteggiamento ispirato ai grandi artisti americani degli anni ’50 (Elvis Presley, Chuck Berry, Little Richards, ecc..) hanno prima turbato e poi movimentato la scena musicale italiana, pionieri di un genere in via di estinzione, con i loro Slogan hanno contribuito a dare spensieratezza e leggerezza all’Italia degli anni 60, diventando immortali.

LA BAND:
La Band è composta da 7 elementi, provenienti da varie esperienze con artisti di fama nazionale ed internazionale, fra i quali: Mario Biondi, Michael Bublè, Gloria Gaynor, Amy Stewart, Ligabue, Ladri di Biciclette, Irene Grandi, Andrea Mingardi e varie Big Band
La Band è composta da una sezione ritmica "combo rock'n'roll", batteria,contrabbasso/basso, chitarra e pianoforte, che con l'aggiunta di una sezione fiati "swing style", Trombone, Sax Tenore/Baritono/Clarinetto, Sax Contralto, arricchisce gli arrangiamenti con una verve coinvolgente.
Il nostro spettacolo non è solo un concerto, ma tra sketch e travestimenti vari diventa un vero e proprio Show capace di coinvolgere il pubblico e di trasportarlo in una dimensione surreale dove i problemi di tutti i giorni spariscono.

LITTLE TAVER - Voce
ALESSANDRO LUGLI - Drums
TONI PAMBIANCO - Contrabbasso / Cori
PAOLO DE MATTEIS - Pianoforte / Tastiere
CESARE VINCENTI - Chitarra / Cori
CORRADO TERZI - Sax Tenore e Baritono / Cori
CHICCO MONTISANO - Sax Alto / Cori
SIMONE PEDERZOLI - Trombone
TRIXI - Maggiordomo




“Un mare d’amore”, in radio il primo singolo di Paterlini


“Un mare d’amore” è il primo singolo di Paterlini, cantautore mantovano all’esordio discografico. Il brano anticipa l’uscita dell’album “Fuori tempo massimo” interamente prodotto tra lo Studio Cosmica di Novellara e il Matrasound Studio di Mantova sotto la supervisione artistica di Daniele “Bengi” Benati (Ridillo)


Jazz, nuove sonorità e cantautorato si fondono nel progetto di Emiliano Paterlini, da sempre appassionato di Beatles, di musical, di musica anni sessanta nonché promettente scacchista italiano. Figlio d’arte (il padre Carlo Alberto Paterlini era nel Clan Celentano) propone un mix sonoro che richiama i capisaldi di Conte, Caputo in Italia e Prince all’estero.
“Un mare d’amore” è un ballata senza tempo tra jazz e nu-soul delicatamente emozionante (come il timbro di Paterlini) che pur non essendo prettamente un brano natalizio trasporta l’ascoltatore nella giusta atmosfera evocata dal titolo . Daniele “Bengi” Benati, con cui già Paterlini condivideva il progetto “Swing Cooking Show”, ha iniziato a lavorare dal vivo con l’artista ascoltando molto materiale: vecchi provini adolescenziali, cose più recenti, fino a scrivere brani insieme per poi produrre tutto l’album. Artista ora maturo, Paterlini ha già condiviso il palco come pianista e tastierista per Fausto Leali, Fabio Concato, Patty Pravo, Max Gazzè, Eduardo De Crescenzo, Ivan Segreto, Bobby Solo, I Ribelli e altri importanti artisti del panorama nazionale.


Il singolo e l’intero album, prodotti da Cosmica Edizioni Musicali, sono stati realizzati con il supporto del MiBACT e di SIAE, nell'ambito dell'iniziativa “Sillumina - Copia privata per i giovani, per la cultura”.

Emiliano Paterlini nasce a Mantova il 5/5/1984. Muove i primi passi nella composizione verso i 9 anni e a 12 ha le prime esperienze in studio di registrazione, sia come musicista che come fonico. Dopo una breve gavetta svolta tra gruppi jazz e covers, viene contattato da Gianni Dall'Aglio per partecipare a due progetti: come tastierista dei Ribelli (gruppo storico '60) e come tastierista del gruppo Drums Circle (con il quale incide il suo secondo disco). Ma la nostalgia per il Jazz si fa sentire: Paterlini forma il "Trio Duchamp" col bassista Ivan "Cianky" Cancedda e il batterista Paolo Casali. Nel 2007 Emiliano incide con il cantautore mantovano Luca Bonaffini. Il CD, oltre ai brani del cantautore, comprende anche pezzi per solo pianoforte composti dallo stesso Paterlini. Nel 2008 fonda il trio “Intransito” con il quale si è esibito in importanti manifestazioni anche all'estero (tourneè in America, Albania e Bulgaria). Dal 2016 è elemento stabile del progetto “Swing Cooking Show” che unisce la cucina e la musica italiana. 

sabato 13 gennaio 2018

Ragazza tecnologica il nuovo singolo di Riccardo Ometto



Siamo tutti ragazzi e ragazze tecnologici, dobbiamo esserlo, altrimenti saremmo emarginati: è la società stessa ad imporcelo. È però sempre attuale  la ricerca di sé stessi, della propria unicità. “Ragazza tecnologica” esprime proprio questa dicotomia tra la sempre più crescente fredda presenza della componente tecnologica nella nostra vita sociale e la scoperta delle nostre emozione più spontanee e naturali, con la ricerca dell’amore in primis.



Dal 1° gennaio su tutte le piattaforme digitali e in radio il nuovo singolo del cantautore padovano Riccardo Ometto dal titolo “Ragazza tecnologica”, su etichetta BattitoRumore/Daigomusic, sotto la direzione artistica del produttore Alberto Rapetti.
Riccardo Ometto, cantautore padovano, scrive testi e compone le sue canzoni fin da giovanissimo, portando avanti le sue due grandi passioni che lo hanno sempre accompagnato appunto: scrivere e cantare.

Dapprima poesie, racconti e poi, avvicinandosi casualmente ad una tastiera, semplici melodie, che  si tramutavano poi magicamente in musica per i suoi testi.
Ha cantato come front man in diversi gruppi, in cui venivano proposte sia cover che canzoni di produzione propria.

Nel 2009, come cantante nel gruppo “Monrau”, ha partecipato a Sanremo Giovani Online con la canzone "Sogni & Caffè" classificandosi tra i primi 20 posti.

Sul suo pianoforte Riccardo ha sempre tenuto uno “schedario blu” nel quale ha ad oggi racchiuso oltre 50 canzoni da lui composte (musiche e testi) Nel 2014 casualmente incontra il produttore indipendente Nicola Albano, A&R dell’etichetta discografica Daigomusic di Padova.

Fin dai primi incontri, provando alcuni brani si crea tra i due un ottimo feeling e si percepisce che entrambi lavorano sulla stessa lunghezza d’onda. Si crea senza fretta e si forgiano nuove idee non con l’obiettivo di creare a tutti i costi un prodotto commerciale, ma cercando di valorizzare al massimo testo e musica.

Da lì a poco più di un anno la nascita dei singoli “L'Ombra di Wendy”, “Ciao Cherie”, “La mia canzone per te”, “No place to hide” e “Credo”.

Contemporaneamente ad ogni canzone anche la pubblicazione di diversi videoclip.