Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

martedì 28 marzo 2017

Honda X-Adv: a Roma sarà presto nei concessionari il nuovo scooter Honda.



Honda X-Adv a Roma sarà presto una realtà da osservare da vicino e da provare nei migliori concessionari moto e scooter Honda della capitale. Il “Suv su due ruote”, come viene definito il nuovo modello, consentirà di viaggiare comodamente e senza problemi sia su strada che fuoristrada. Lo stesso scooter, quindi, durante la settimana potrà accompagnarci in ufficio in modo comodo, pratico, destreggiandosi facilmente nel traffico cittadino e poi, nel fine settimana, può essere utilizzato per viaggiare sulle lunghe distanze, lontani dal centro abitato, e persino sulle strade meno battute, quelle sterrate o rovinate, in cerca di avventura.
Lo scooter X-ADV Honda rompe i classici schemi in ambito due ruote che separano nettamente gli scooter da una parte è le moto dall’altra. Il controllo da parte del pilota è elevato. La seduta è alta quanto basta per assicurare una corretta visibilità, anche grazie ai fari a led e al parabrezza regolabile e mano su 5 posizioni diverse; il manubrio è largo e offre subito una grande padronanza del mezzo; la strumentazione è presentata su un bel quadro digitale in stile fuoristrada.
Le sospensioni sono concepite per superare le asperità. I tecnici hanno montato una forcella a lunga escursione a steli rovesciati, una soluzione che deriva direttamente dalla famosa moto Honda Africa Twin, proprio come il paramotore in alluminio. Sempre dall’Africa Twin derivano i due paramani.
La stabilità su tutti i percorsi è assicurata anche dalle gomme montate su cerchi a raggi tangenziali. La posizione di seduta è comoda e, nonostante una luce da terra di ben 162 millimetri, anche una persona di media statura riesce a toccare il terreno con i piedi.
Il motore è un bicilindrico Euro4 da 750cc, capace di sviluppare 55 cavalli massimi e una coppia di 68 Nm a 6.250 giri. La trasmissione è la Honda DCT ritarata per gestire in modo apposito il cambio automatico, che consente anche un cambio manuale tramite le alette poste sul manubrio. Le modalità automatiche sono 4, una per viaggiare in condizioni standard, e tre più sportive, a mano a mano più aggressive. L’Honda X-Adv a Roma farà la felicità di chi è ossessionato da buche, da radici di alberi che deformano l’asfalto, da dossi artificiali che compaiono qua e là nelle strade della città. Allo stesso tempo, però, renderà felice anche chi da Roma ama spostarsi alla ricerca di avventure sull’Appennino o nelle zone costiere, tra sabbia e strade disconnesse.
Sul nuovo Honda X-Adv compare di serie anche la Smart key, soluzione tecnologica che consente lo sblocco del manubrio, l’apertura del serbatoio e l’accensione del mezzo, anche senza inserire la chiave, e lasciando quest’ultima anche in tasca o in zaino. Ottimo anche l’impianto frenante, a doppio disco all’anteriore e a disco singolo al posteriore. Lo scooter dispone poi di un vano sottosella capiente, che può contenere un casco integrale anche in stile cross e presenta una presa da 12v utile per caricare smartphone o tablet. Honda X-Adv a Roma arriverà nei migliori concessionari in brevissimo tempo, pronto per essere ammirato e acquistato da tutti i fan e dai curiosi che si lasceranno conquistare dalle sue straordinarie caratteristiche. La casa giapponese ha già previsto delle offerte per i primi 1000 acquirenti che lo prenoteranno.

Strumenti per una vita felice

In base ai risultati ottenuti in trent’anni di esperienza, sono stati sviluppati strumenti efficaci per gli insegnanti e altre persone, al fine di insegnare i principi morali utilizzando i precetti della via della felicità . Grazie al sostegno delle Chiese di Scientology e degli Scientologist, la via della felicità e i suoi materiali e programmi didattici ora utilizzati in ogni angolo del mondo, contribuiscono a infondere un più alto livello di onestà, fiducia e rispetto di sè in ogni cultura. I 21 precetti della via della felicità promuovano la gentilezza,l’onestà e forniscono gli strumenti di base del vivere, aiutano nella prevenzione dell’uso di stupefacenti e salvaguardano l’unità familiare. E’ un messaggio che ha cambiato milioni di vite,non con prediche, ma attraverso il buon senso, facendo appello alla bontà fondamentale di ogni individuo. Questo è uno dei programmi che sono presentati nella nuova rivista di recente edizione “Una Voce per l’Umanità”. Cento pagine di fitti risultati da cui trarre ispirazione per programmi concreti da attuare nella società. Testimonianze di esponenti delle istituzioni e della società civile che si sono uniti agli Scientologist nel desiderio di fare qualcosa al riguardo e utilizzare gli efficaci strumenti a disposizione . “Il potere di indicare la via verso una vita meno pericolosa e più felice è nelle tue mani”L. Ron Hubbard

Migliorare le condizioni della nostra società

Gli Scientologist provengono da tutti i ceti sociali. Si preoccupano dei problemi sociali e sostengono numerosi programmi di miglioramento sociale, per ottenere successo nella riabilitazione dall’abuso di droga, per migliorare gli standard educativi e per contribuire a ridurre la criminalità e degrado morale. Gli Scientologist sanno cosa significa assumersi la responsabilità di migliorare le condizioni intorno a loro. I programmi umanitari promossi dalla Chiesa di Scientology e dai suoi parrocchiani si stanno espandendo ad un ritmo senza precedenti. Tali programmi includono: La più grande campagna non governativa contro la droga esistente sulla Terra, una campagna che raggiunge decine di milioni di giovani ogni anno; Il patrocinio di un centro di riabilitazione dalla droga e di addestramento internazionale, in risposta alla crisi mondiale causata dalla droga; La più grande campagna di informazione pubblica non governativa sui Diritti Umani a livello mondiale, che promuove a vasto raggio tutti i 30 articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani per educare il pubblico sui diritti fondamentali di ogni uomo; Il sostegno di un campus di formazione internazionale per aiutare gli insegnanti con la tecnologia di studio; Un programma dei Ministri Volontari di Scientology che ha avviato iniziative di volontariato per portare sollievo nei casi di catastrofe e altri interventi su scala globale, ed ha un corpo di 203.000 membri attivi che sono allerta in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo del mondo per ogni situazione. Nel corso del 2008, i Ministri Volontari hanno superato 11 milioni di persone aiutate; Il patrocinio di una fondazione internazionale per contribuire a ripristinare la moralità e la fratellanza tra gli Uomini. L’obiettivo della Chiesa di Scientology e quello di migliorare la società; attraverso i nostri programmi e attività e grazie al ruolo attivo che abbiamo oggi nel mondo. Per saperne di più; riguardo ai programmi internazionali patrocinati dalla Chiesa di Scientology e come procurarsi i materiali www.scientology.org.

lunedì 27 marzo 2017

SUPERSHOCK AD UN SOLO MESE DALLA PRESENTAZIONE RADIOFONICA SI CERTIFICA IL SUCCESSO DI “BORN”



Il pezzo che ha scalato la classifica Indie Music Like posizionandosi fra le prime 100 posizioni, raccoglie sempre maggiori consensi in radio e viene presentato live, in giro per l’Italia, attraverso performance di forte impatto emotivo.

Born”, primo singolo del disco “empty.full”, racconta la nascita di un bambino proveniente dalla luna, che si trova catapultato in un mondo al quale non sente di assomigliare, in mezzo ad “eroi senza sogni che aspettano il nulla” e a bambini già capaci di mentire pur di comandare.
Il nostro “moon hero” non ha bisogno di far parte del processo di civilizzazione della terra, piuttosto rimarrebbe dove si trovava prima, in quel mondo eterno fatto di sogni a prendersi cura delle bambine spaziali.
La chiave di lettura della canzone è ovviamente ironica, così come le sonorità che sostengono la voce, le quali coniugano potenti chitarre distorte in stile rock stoner, con delicati xilofoni, flauti e fischietti.




«L'idea di questa canzone mi è arrivata con la nascita di mio figlio: ho teneramente pensato a lui come un piccolo Ulisse che stava navigando su flutti a senso unico.
Il brano ha però anche un messaggio più serio e universale, descrivendo la realtà di tutti coloro che hanno la testa sulla luna e ne vanno fieri, perché è solo da lassù che si può avere una visione più ampia dell'esistenza». Supershock

BIO

Supershock, alias Paolo Cipriano, è un musicista rock italiano.
Il progetto artistico nasce come trio rock band nel 2002 a Torino e si trasforma in un solo artist project a partire dal 2014. Durante questi quindici anni, ogni occasione è vissuta come la possibilità di sperimentare un nuovo approccio musicale. In particolare Supershock inventa nuove ed alternative applicazioni della propria musica: è infatti internazionalmente riconosciuto per i suoi “cineconcerti”, spettacoli sperimentali creati dalla fusione di musica e immagini, ed anche per le sue collaborazioni nel mondo del teatro.
Dal 2002 ha fatto più di 500 concerti in Italia, USA, Francia, Emirati Arabi e Guyana, collaborando costantemente con prestigiose istituzioni culturali, come il Museo Nazionale del Cinema, il Goethe Institut, Sistema Teatro Torino.
Ha prodotto 10 cineconcerti componendo la sua colonna sonora originale sulle immagini dei capolavori dell'era del cinema muto: "Nosferatu" (2006), "Caligari" (2007), "Golem" (2008), "Metropolis" (2009), ”Viaggio a New York” (2013), "Voyage dans la Lune" (2014), “Silent Porn” (2014), “Taboo” (2015), “Inferno” (2015), “Faust” (2016).
Ha pubblicato 7 album: “Les fleurs du mal” (2003), “Galaxy rodeo” (2005), “Utopia” (2006), “Nosferatu, a horror symphony” (2006), “Caligari” (2007), “Midnight in the garden” (2010), “empty.full” (2017); e 3 DVD: “The Fall of the House of Usher” (2007), “Le pays des aveugles” (2012), ”Viaggio a New York” (2013).
Si è occupato di 8 spettacoli di teatro musicale: “A Woman Left Lonely – Omaggio a Janis Joplin” (2004), “L’ultima notte di Antigone” (2006), “Sotto i cieli del Mondo” (2007), “La Buona Novella” (2010), "Guerra Eterna Menzogna – Voci, Immagini e Suoni dall'Orrore" (2011), “La Storia Siamo Noi” (2011), "Cloruro di Odio – Requiem pour Aigues Mortes" (2011), “Le Pays des Aveugles” (2011). Partecipa inoltre a molti festival di fama internazionale.



Contatti e social





Marco Quadri nelle radio italiane con il singolo Capita Che


Marco Quadri debutta per le radio italiane con "Capita che", un brano che parla di gioie e dolori ma anche del senso di unione tra la gente toccando i sentimenti quotidiani come l’indifferenza, il senso di rispetto o il menefreghismo in genere. Ogni giorno tutti noi ci confrontiamo con una realtà dove il “capita che” è forse l’anello di congiunzione tra le esperienze personali di ognuno di noi.
Marco Quadri, cantautore della svizzera Italiana, supera un’infanzia difficile grazie alla musica e al suo migliore amico, il pianoforte.
Le lezioni di pianoforte si alternano a momenti di scrittura dove Marco comincia a raccontare in musica la sua vita. La sua carriera lo porta a vivere diversi generi musicali tra i quali anche il Black-metal dove suona le tastiere per una decina d’anni prima di decidere di dedicarsi unicamente alla sua musica.

Marco ascolta di tutto e non si sente di appartenere ad un genere musicale specifico, questo gli consenti una visone musicale ad ampio raggio rimanendo all’ascolto della radio senza limiti e pregiudizi.
Se volessimo racchiuderlo in un genere, sicuramente oggi parlerebbe di musica pop ma non disdegna neppure il funky e il rock, caratteri che occasionalmente inserisce nei suoi progetti.

Ti Sento Ancora il nuovo singolo di Andrea Amaru disponibile in tutti gli store digitali dal 27 marzo 2017


E' impossibile dimenticare una persona, soprattutto se questa è stata il tuo grande amore . 
Il brano “Ti Sento Ancora” è un grido d'amore disperato, ma allo stesso tempo una dichiarazione di resa nei confronti di un sogno vissuto, realizzato ed ormai tramontato.
La canzone sottolinea la fine di un amore, ancora intriso di piacevoli, nostalgici e nitidi ricordi vissuti insieme.
L’ammettere  che si può e si deve accettare e rispettare le scelte della persona che abbiamo amato, nonostante le scelte, non la si possa dimenticare mai del tutto.
"Ti Sento Ancora” è anche un messaggio di speranza e di consapevolezza che invita a rialzarsi dopo un’esperienza passata cercando di tornare a “vivere” ,consapevoli di aver vissuto momenti intensi ed indimenticabili che soltanto un amore vero è capace di regalare.


Gionathan & the Groovers in radio con il nuovo singolo Guerriero

Guerriero è il secondo singolo estratto da DiVersione Acustica (Latlantide), il nuovo album di Gionathan & the Groovers.
Cover del recente successo di Marco Mengoni (dagli autori Zampaglione - Iorfida), la versione della band torinese si propone come una vera e propria rilettura originale del brano, sia dal punto di vista interpretativo che di arrangiamento. Un sound minimale, acustico, completamente suonato, un interessante cambio di tempo tra strofa e ritornello e un cantato particolarmente intenso, caratterizzano la canzone in maniera molto evidente e per nulla banale.
Eravamo insieme in macchina quando abbiamo sentito per la prima volta Guerriero passare in radio. Siamo subito rimasti colpiti dalla canzone nel suo complesso: testo, produzione, cantato... In quel periodo stavamo preparando il nostro live show acustico e abbiamo provato a immaginare che forma avrebbe potuto prendere il pezzo se lo avessimo ri-arrangiato, cosi siamo andati in sala prove e ne è venuta fuori la versione Groovers, ci piace immaginare questa canzone come una ninna nanna, come una dedica, cantata da un re guerriero al suo piccolo erede, per farlo addormentare

La versione in studio del singolo esce accompagnata da un videoclip live registrato dalla band quest'inverno al Teatro S.Anna di Torino, durante il concerto sold-out di lancio del nuovo disco.