Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

lunedì 26 aprile 2010

Prestiti con delega di pagamento

In un periodo di crisi economica mondiale come quello che stiamo vivendo negli ultimi tempi, l’esigenza di ricorrere ad un finanziamento per affrontare spese più o meno importanti sta diventando sempre più frequente.


Capire quale tipo di prestito si adatta di più alle nostre esigenze è un buon punto d’inizio per fare la scelta giusta e non cadere in errore in un campo così delicato.


I prestiti più comunemente utilizzati sono:



  • I mutui: per l’acquisto o la ristrutturazione di un immobile

  • I prestiti personali: di importo medio-alto per il quale non ne sono richieste le finalità

  • I prestiti finalizzati: dove è obbligatorio specificarne appunto la finalità in quanto l’importo viene erogato direttamente al commerciante del bene o servizio da acquistare.

  • La Cessione del quinto: ovvero un prestito non finalizzato le cui rate non possono essere superiori ad un quinto dello stipendio percepito da chi ne fa richiesta e vengono trattenute direttamente dalla busta paga.


Quest’ultima tipologia di prestito è una di quelle più richieste in quanto ha il vantaggio di essere concessa anche a chi è stato segnalato come cattivo pagatore, dando appunto come garanzia la trattenuta della rata mensile direttamente sulla busta paga.


Una forma di finanziamento molto vicina alla cessione del quinto (infatti comunemente chiamata anche cessione del doppio quinto) è la delega di pagamento.


I prestiti con delega di pagamento funzionano quasi  allo stesso modo della cessione del quinto, con la differenza che consentono a chi ne fa richiesta di ottenere un importo maggiore rispetto a quest’ultimo, infatti la rata trattenuta dalla busta paga non sarà più fino ad un quinto della stipendio ma può estendersi fino al 40%.


A differenza della cessione del quinto però, nel prestito delega, il datore di lavoro non è obbligato ad accettare ma può anche scegliere di rifiutare.


In genere questo tipo di prestito è consigliato maggiormente a chi è nella Pubblica amministrazione, in quanto, in questo caso, è possibile ricorrere ad alcune convenzioni fatte con gli istituti bancari che ne agevolano la richiesta. Per ulteriori informazioni sui prestiti è consigliabile consultare una guida ai prestiti presente on line.


Nessun commento: