Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

mercoledì 7 aprile 2010

Psicologia cognitiva e infantile

Immaginate un bambino di un anno e mezzo di età giocare con i suoi giocattoli, questo bambino interagirebbe con gli altri bambini se non per urlare nel caso in cui un bambino prenda il suo giocattolo. A questa età il bambino non ha la capacità di prendere in considerazione altri punti di vista, ma quando cresce fino a sei o sette anni si impegnano nel gioco di gruppo capiscono le diverse prospettive di altre persone e progressivamente mentre entra nell’adolescenza sente la necessità di sviluppare rapporti con i coetanei. La questione interessante è quello che rappresenta questa evoluzione progressiva e costante della capacità del bambino di percepire e descrivere le relazioni complesse e imparare cose nuove in modo efficiente. La ricerca di una risposta ha portato alla nascita della psicologia dello sviluppo.

Psicologia dello sviluppo è lo studio scientifico del progressivo cambiamento psicologico che traspare negli esseri umani che invecchiano. Lo sviluppo del bambino sta rapidamente emergendo come sotto categoria di studio, che cerca di spiegare l'evoluzione graduale dell’infanzia, le capacità sociali e altre, in primo luogo descrivendo i cambiamenti nei comportamenti osservati nel bambino e poi per scoprire il processo e le strategie che sono alla base di questi cambiamenti. Sebbene questo campo della psicologia abbia visto rapidi sviluppi di recente, è relativamente giovane, con le prime teorie provenienti da appena un secolo fa.

Il campo di cognizione ovvero il modo in cui la mente umana acquisisce ricorda e impara ad utilizzare forme di conoscenza, è parte integrante del campo e ha una vasta gamma di implicazioni.

La natura del soggetto è tale che ha visto una raffica di teorie, che si contraddicono tra loro, soprattutto nel campo dello sviluppo cognitivo. Ci sono stati diversi approcci diversi per lo sviluppo cognitivo come la teoria di Jean Piaget, che sottolinea i cambiamenti evolutivi nell'organizzazione o nella struttura del processo di pensiero dei bambini o la teoria socio-culturale di Vygotskij Lev dello sviluppo cognitivo, che attribuisce l'avanzamento nel bambino alla sua interazione con il mondo sociale.

Il campo ha implicazioni illimitate soprattutto nel miglioramento del funzionamento dei bambini e nelle opportunità di sviluppo in settori importanti della loro vita, soprattutto nei rapporti con la famiglia, gli amici, coetanei e lo sviluppo personale. Non vi è dubbio che la psicologia infantile è un settore in movimento.

Gli specialisti che si occupano di psicologia infantile stanno aumentando sempre di più.
L’infanzia è il momento che segna maggiormente un persona e da cui può dipendere il suo modo di essere futuro ed anche eventuali problemi. Ecco perché i genitori dovrebbero stare molto attenti ai comportamenti dei bambini e rivolgersi ad uno specialista ai primi segnali “negativi".
In questo caso è molto facile trovare via web un consulto on line o un elenco di specialisti divisi per città e specializzazione. Basta cliccare su psicologi genova ad esempio per trovare subito quello che fa al caso vostro.
La psicologia infantile è un campo molto delicato e non bisogna assolutamente sottovalutare i segni di disagio di un bambino perché quel disagio potrebbe segnarlo per tutta la sua vita futura.

Nessun commento: