Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

martedì 27 settembre 2011

Polizze RC Auto contraffatte anche in edicola

La cronaca di questa ennesima truffa è scarna e può essere riassunta in poche righe; diversa è la portata e l'inquietudine che il ricorso sempre più massiccio a polizze contraffatte genera negli automobilisti con regolare contratto RC Auto. Il luogo del rinvenimento delle polizze contraffatte e un'edicola di giornali a Somma Vesuviana in provincia di Napoli. Le forze dell'ordine hanno trovato 1200 contrassegni in bianco pronte per essere smerciati. Girare l'assicurazione scaduta o contraffatta può portare conseguenze gravi e pericolose che possono essere perseguite anche penalmente e non solo amministrativamente, in caso di sinistri gravi.

Sistema fiscale e compagnie assicurative con la loro politica non aiutano certamente ad arginare il fenomeno dei falsi contrassegni; anzi. E compagnie assicurative perseguono una corsa forsennata verso continui aumenti dei premi RC Auto. Tali aumenti raggiungono le livelli parossistici se a richiedere un contratto di assicurazione è un giovane oppure neopatentato ma spesso anche un extracomunitario o una donna. Contestualmente molte compagnie assicurative hanno abbandonato a se stesse intere aree del paese ed hanno anche la tendenza a non voler rinnovare il contratto assicurativo al cliente che ha causato un sinistro.

Il fisco ci mette di suo utilizzando la filiera automobilistica e il premio RC Auto nella fattispecie come vacche da mungere allo scopo di compensare i minori trasferimenti agli enti locali. Così sul costo del premi RC Auto grava un'addizionale che può arrivare fino a 15% ad appannaggio delle province. Secondo i piani del governo con alcune eccezioni, le province andranno a sparire ma si può star certi che non sparirà il 15% di addizionale che andrà invece a beneficio di qualcun altro: comuni o regioni. Infine ultimo in ordine di tempo ma non di importanza è l'aumento dell'Iva che da sabato 17 settembre 2000 e 11 è passata dal 20 al 21% per la stragrande maggioranza dei prodotti e dei servizi, premio RC Auto incluso.

Nessun commento: