Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

domenica 11 dicembre 2011

Il Cilento da visitare: la Certosa di Padula

Quando di organizzano delle vacanze Cilento, la prima cosa a cui si pensa è certamente la bellezza della sua natura, le sue spiagge incontaminate e il suo mare cristallino. Ma il Cilento è anche una terra di antica storia che conserva in tutti gli angoli del suo territorio delle vere e proprie “perle” d’arte e cultura che vale la pensa visitare.

Così se avete deciso di prenotare un hotel Cilento, magari per le imminenti vacanze natalizie, allora uno dei luoghi che vi consigliamo assolutamente di non perdere è la Certosa di Padula. Si tratta di un monumento di altissimo valore artistico e storico, vero e proprio vanto del territorio.

La Certosa di Padula, anche conosciuta come Certosa di San Lorenzo, è la più grande certosa d’Italia, nonché una delle più famose. Situata nel Parco Nazionale del Cilento, la Certosa di Padula è stata dichiarata patrimonio dell’UNESCO NEL 1998 in virtù della sua straordinaria bellezza e del suo immenso fascino. La certosa si estende su un’area di 52.000 mq di cui 30.000 coperti per un totale di 320 stanze, mentre circa 25000 metri sono occupati da gallerie e corridoi senza contare i portici che insistono su 300 colonne di Pietra di Padula. In più si contano circa 500 porte, 550 finestre, 13 cortili, 100 camini, 41 scale e ben 41 fontane. Numeri davvero impressionanti che dimostrano bene come la Certosa di Padula sia la più grande d’Europa. Lo stile è ovviamente barocco, ma nel corso degli anni la struttura è stata ampliata. Tra le altre bellezze di questo monumento non si può non citare la magnifica chiesa ad una sola navata in stile gotico con volte a crociera ed archi ogivali. Magnifici anche i pavimenti maiolicati del 17esimo secolo e il magnifico Coro dei Padri completamente intarsiato. Dal 1957 in un’ala della Certosa si trova il Museo Archeologico della Lucania Occidentale dove sono esposti più di 10.000 oggetti recuperati nella Valle del Tanagro.

Nessun commento: