Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

lunedì 12 marzo 2012

In cosa consiste un prestito con cessione del quinto

Si sente costantemente parlare di disparate tipologie di prestito, prima tra tutte la cessione del quinto che da qualche tempo si è affermata notevolmente come tipologia di prestito. Ma che cos’è la cessione del quinto e a chi si propone? La cessione del quinto rientra nei prestiti dipendenti statali e pubblici ma anche un prestito indirizzato ai pensionati, facile da ottenere e appropriato grazie anche alle convenzioni stipulate con Inps e Inpdap. In generale la cessione del quinto è una forma di prestito con la quale i dipendenti statali e pubblici ed i pensionati Inps e Inpdap possono richiedere un prestito sino a 75mila euro da restiruire poi in rate che non superano mai il quinto dello stipendio o della pensione mensile. Le rate indispensabili per rimborsare il prestito vengono trattenute immediatamente dalla busta paga o dalla pensione, il che comporta che a occuparsi delle trattenute sono o l’amministrazione datrice di lavoro o l’amministrazione dell’ente previdenziale, Inps e Inpdap, nell’ipotesi in cui a richiedere il prestito sia un pensionato. E’ ovviamente l’amministrazione ad concedere la concessione del prestito e a accertare che le rate vengano trattenute mensilmente dalla pensione o dalla busta paga senza che si siano degli sbagli. E’ poi sempre ruolo dell’amministrazione quello di fungere da garante per tutti coloro che hanno richiesto un prestito con la formula cessione del quinto; è questa la cosiddetta garanzia di solvibilità, un garanzia spesso ritenuta solida quando a chiedere la cessione del quinto è un dipendente pubblico o statale oppure un pensionato, poiché è proprio l’amministrazione statale a garantire per lui. Il tutto senza dimenticare che i dipendenti pubblici o statali possono anche contare su un reddito solido, cosa che non accade per i dipendenti privati. Questi motivi spingono di solito gli istituti finanziari ad sottoporre dei tassi e delle condizioni migliori rispetto a quelle di solito imposte ai dipendenti privati. Tra gli altri vantaggi ricordiamo quelle scaturite dalle convenzioni Inps e Inpdap che fissano alle società finanziarie una trasparenza totale per quanto concerne la gestione del finanziamento.

Nessun commento: