Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

martedì 9 ottobre 2012

Le tecniche di stampa


A vacanze finite si resta nella maggior parte dei casa con con molte immagini in formato digitale conservate  nell'hard disk del computer. Nella stragrande parte dei casi si desidera di stampare le fotografie più vare e belle; con lo sviluppo della fotografia digitale aumentano sempre più i siti di stampa foto on line. Grazie a questi portali è possibile  scegliere  il formato e il tipo di carta desiderato o specificare se si vuole il poster di qualche foto in particolare. Nei secoli le tecniche fotografiche si sono notevolmente evolute, considerando anche l'evolversi della chimica fotografica. La tecnica della carta salata è parte di metodologie molto antiche. Si deve porre un negativo a contatto con un foglio prima trattato con del cloruro di ammonio e nitrato di argento. Successivamente, il foglio deve essere esposto al raggi del sole o messo sotto una lampada UV successivamente viene lavato e fissato con una soluzione specifica.
Altra tecnica utilizzabile è quella della gomma bicromata che permette di colorare le foto semplicemente. La soluzione sensibilizzante è rappresentata dalla  gomma arabica che possiede  un pigmento colorato. Questo colore si stende su un supporto e si fa essiccare. L'esposizione avviene ai raggi del sole o  sotto i raggi di una lampada UV.
Dopo l'esposizione si posiziona la stampa in una bacinella d'acqua in modo da consentire alle zone non esposte di sciogliersi e di far risaltare le immagini  .
Con l'oleotipia e resinotipia vengono utilizzati un foglio di carta gelatinato a spessore e sensibilizzato con bicromato. L'oleotipia ha bisogno un negativo, la resinotipia un positivo. Si continua con un lavaggio  in acqua fino a scomparsa del giallo del bicromato: la gelatina del foglio si gonfia per imbibizione e respinge l'inchiostro tipografico tramite il quale si tampona a pennello la superficie, mentre lascia aderire la polvere resinotipica con cui il foglio viene cosparso per rivelare l'immagine.
Tra le tecniche più costose  e delicate ci sono la platinotipia e  la palladiotipia . 
Oggi con l'ausilio di tecniche sempre più sofisticate è possibile creare oggetti sempre nuovi come ad esempio i foto calendari, ovvero calendari personalizzati con le immagini a noi più care. 

Nessun commento: