Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

domenica 25 novembre 2012

Cosa mangiare e fare a Roma


Roma è una grande città che offre ai propri visitatori davvero di tutti : arte, storia, cultura e ovviamente tanto divertimento e buon cibo.
Tutti conoscono l’immenso patrimonio artistico e storico della Capitale che tra monumenti, musei, piazze e strade nasconde praticamente un luogo da scoprire in ogni angolo.
Dal Colosseo a San Pietro, passando per i Musei Vaticani e per la Fontana di Trevi, tantissime sono le bellezze della città al punto che si potrebbe avere un certo imbarazzo nella scelta di cosa vedere.
Se gli itinerari culturali sono moltissimi nella Capitale e noti a tutti, forse pochi sanno del divertimento e dell’ottima gastronomia che la città è in grado di offrire.
Iniziamo dalla gastronomia, dicendo subito che la cucina romana è molto gustosa e dai sapori molto intensi e piacevoli. Pasta, pomodoro, pecorino ma anche lardo e bucatini costituiscono gli ingredienti dei piatti romani conosciuti per essere molto ipocalorici. Tra le ricette più conosciute c’è certamente la pasta all’Amatriciana, piatto che nasce in un’omonima città del Lazio dove era uso cucinare spaghetti con pecorino. Dal Lazio questa tradizione si è poi diffusa anche nel resto d’Italia, subendo da un territorio all’altro una serie di modifiche a seconda delle tradizioni locali. Oltre ai bucatini ci sono altri piatti della cucina romana che è bene non perdersi come ad esempio gli spaghetti alla carbonara che secondo la tradizioni furono realizzati con i resti del cibo degli alleati nel corso della Seconda Guerra Mondiale, l’abbacchio alla romana, la famosa coda alla vaccinara, la porchetta di Ariccia sempre accompagnata dai famosi carciofi romani. Se volete gustare questa cucina è bene mangiare soprattutto nelle trattorie che si trovano nei vicoli e nelle stradine della città, mentre se volete gustare una cucina più leggera e meno tradizionale, come il pesce a Roma, bhè allora optate per i ristoranti del centro che sono in grado di offrire menù molto più variegati. Per il vino avrete solo l’imbarazzo della scelta vista la lunga tradizione anche in questo campo; per una serata all’insegna del divertimento potete provare i wine bar Roma conosciuti per la loro calda accoglienza.

Nessun commento: