Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

venerdì 16 novembre 2012

Scommesse sportive: dilagano quelle illegali


Le scommesse sportive sono ormai da qualche tempo un mercato in costante crescita ed espansione che si allarga andando, al di là dei classici pronostici serie A, e si innova nelle forme di gioco e di intrattenimento.
Quando un settore diventa così potente e importante è facile che tutti cerchino di approfittarne.
Le scommesse sportive sono in costante aumento non solo nel nostro paese ma anche all’estero, a tal punto che tutti gli addetti al settore e i rappresentanti delle federazioni sportive hanno chiesto la costituzione di una autorità di vigilanza, al fine di evitare truffe o l’intromissione nel mercato di forme di scommesse non autorizzate.
Per il momento il progetto di creare questa authority internazionale è ancora all’inizio, sebbene il desiderio di collaborazione per debellare il fenomeno delle scommesse illegali, sembra aver creato degli ottimi presupposti per consentire al progetto di andare in porto.
Allo stato attuale, infatti, controllare le scommesse è piuttosto complicato, in quanto è possibile vagliare solo le agenzie legali che sono una piccola minoranza; solo nel 2011 si sono registrati 308 casi di illeciti, il 385% dei quali avvenuti in Europa dell’Ovest.
Tra gli sport più soggetti all’illecito c’è ovviamente il calcio con ben il 70% del mercato illegale, cifra che si traduce in appena 250 operatori legali su circa 10mila.
Stando alle ultime ricerche condotte il fenomeno dell’illegalità nel comparto delle scommesse pare addirittura in aumento, anche a causa dell’utilizzo sempre più diffuso della Rete da parte di coloro che si improvvisano bookmaker.
L’Interpol ad oggi parla di un mercato illegale che genera annualmente tra i 100 e gli 800mila miliardi, sebbene tutti siano convinti che questo dato sia solo parziale e che in realtà il fenomeno sia ancora più ampio.
Per quanto concerne i paesi a rischio quelli più esposti sono i paesi asiatici, quelli dell’Europa dell’Esta più la Grecia e la Turchia. Secondo Thierry Pujol, direttore Fjd security and risk management:
“L’Europa ha un problema di mafia. La criminalità olandese è arrivata a minacciare un giocatore tedesco, ma non è il solo caso allarmante, in Italia si è parlato di 150 partite comprate, in Grecia di 41”.
In realtà il fenomeno è molto più complesso e articolato e per venire a capo di questo fenomeno così largamente diffuso sarà fondamentale la collaborazione delle forze dell’ordine a livello internazionale. 

Nessun commento: