Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

domenica 30 dicembre 2012

Definizioni e studi sul mondo della magia


Da un punto di vista prettamente generale si suole definire il sensitivo come una persona dotata di particolari poteri di carattere paranormale e che quindi non è possibile definire in maniera accertabile e scientifica. Il sensitivo è quindi dotato di poteri non accertabili  che si traducono nella capacità di poter intuire eventi non ancora avvenuti.
I poteri del sensitivo sono definiti come poteri paranormali le cui manifestazioni non si possono quindi accertare; i poteri del sensitivo sono dunque poteri misteriosi che nel corso dei secoli sono stati anche oggetto di studi da parte di moltissimi ricercatori.
 Uno di questi è il parapsicologo Milan Ryzl che ipotizzò, come altri ricercatori, che i poteri paranormali  sono in buona parte dei casi latenti e solo lievemente accennati nella stragrande maggioranza delle persone.
Esistono tuttavia dei casi in cui tali poteri sono in grado di manifestarsi in maniera più che evidente, come avviene appunto nel caso dei sensitivi, dei paragnosti e dei medium, tutte persone nelle quali tali poteri trovano una manifestazione più che chiara.
In base agli studi condotti dal neuropsichiatra Piero Cassoli, i poteri paranormali si manifestano soprattutto attraverso la contraddizione di tre principi fondamentali della scienza; ovvero quello secondo il quale un individuo è capace di comunicare solo attraverso i cinque sensi, quello che prescrive che un individuo non può influire sullo stato di moto o di quiete di un oggetto servendosi di una forza non conosciuta, e quello secondo il quale nessun avvenimento è in grado di produrne un altro prima che questo si sia verificato.
In generale i poteri paranormali vengono definiti anche Psi, un gruppo che comprende al suo interno scienze come la telepatia, la chiaroveggenza, la precognizione, o Psi-cinetici o Pk, un gruppo all’interno del quale si trovano tutti quei poteri che indicano l’influenza di una forza psichica sulla materia, come avviene nel caso della telergia, la tele plastica e la ectoplasmia.
In base agli studi tutti gli individui posseggono poteri di tipo PSI, sebbene solo in rari casi si possono manifestare in maniera evidente.
Nel corso degli anni e con una serie di diverse ricerche si è potuto appurare che tutti gli individui nei quali si manifestano i poteri al loro massimo grado sono accomunati da due caratteristiche, ovvero una forte predisposizione all’arte e una marcata estroversione.

Nessun commento: