Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

giovedì 31 maggio 2012

Un sogno di libertà di Ettore Compagnino, Rupe Mutevole Edizioni

“Signore, signore, mi scusi, questi posti sono prenotati.” Ebbe un sussulto e aprì gli occhi. Una signora con due bambini reclamava il proprio posto. “Oh sì, certo, mi scusi devo aver sbagliato vagone”, mentì. Si infilò le scarpe, fece per prendere la giaccia, ma la giacca non c’era, era sparita. “Signora mi scusi non ha visto la mia giacca?” “Mi dispiace ma qui non c’era nessuna giacca.” Un modus scribendi accattivante che si delinea fin da subito per la sua repentinità nel dislocare l’attenzione del lettore, una velocità di espressione che rende la lettura piacevole ed interessante dal punto di vista della curiosità. “Un sogno di libertà”, edito nell’aprile 2012 dalla casa editrice Rupe Mutevole Edizioni nella collana editoriale “La Quiete e l’Inquietudine”, è un breve romanzo di Ettore Compagnino. “Un sogno di libertà” è diviso in venti brevi capitoli d’estensione variabile, un racconto lungo che racconta una storia appassionante, ricca di sorprese e colpi di scena che inducono, non solo i personaggi ma anche il lettore, alla riflessione e dunque al mettersi in discussione. Il titolo preannuncia la tematica sostanziale del libro: il sogno di libertà, un sogno che noi tutti abbiamo ed incontriamo durante la vita ed in diversi aspetti di questa. Una delle domande che si porrà il lettore durante la lettura del racconto sarà di certo: ma la libertà è solo un sogno oppure durante la vita si può perseguire? Si può realmente esser liberi? “Come erano cambiati i suoi problemi nel giro di pochi giorni. A casa non si preoccupava di nulla, all’ora di pranzo si sedeva e mangiava e così pure la sera a cena, cambiava la biancheria intima tutti i giorni, le camicie ogni due giorni se non sudava, la sera dormiva nel suo bel lettone con lenzuola pulite.” Ed è la storia di un cambiamento, il cambiamento di un uomo che ha deciso di andare incontro al suo sogno, od alla sua vita, lasciando tutto, lasciando tutto il benessere del quale si era circondato, lasciando la sua casa per vagare ed incontrare persone diverse e, forse, con la speranza di incontrare se stesso in questo lungo viaggio. “Era stanco dei litigi con la moglie che ormai avvenivano con una frequenza quotidiana e sempre per motivi banali. Da una settimana era afflitto dal suo normale periodo di depressione. Fin da giovane, aveva sempre avuto una alternanza di periodi allegri, spensierati, quasi felici con dei giorni, per fortuna pochi, di depressione.” Rupe Mutevole Edizioni sarà presente ad ottobre alla Fiera Internazionale del Libro di Milano: http://oubliettemagazine.com/2012/05/15/rupe-mutevole-edizioni-partecipa-alla-fiera-del-libro-di-milano-dal-26-al-29-ottobre-2012/ Lascio link utili per visitare il sito della casa editrice e per ordinare il libro. http://www.rupemutevoleedizioni.com/ http://www.reteimprese.it/rupemutevoleedizioni http://www.facebook.com/pages/Ufficio-Stampa-Rupe-Mutevole/126491397396993 Alessia Mocci Responsabile Ufficio Stampa Rupe Mutevole Edizioni (alessia.mocci@hotmail.it) Fonte: http://oubliettemagazine.com/2012/05/31/un-sogno-di-liberta-di-ettore-compagnino-rupe-mutevole-edizioni/

Al Clubino, albergo-ristorante nella Valsassina è online con un nuovo sito web


Albergo Ristorante Al Clubino

È online il nuovo sito web dell'albergo Ristorante Al Clubino. Il progetto web è frutto della grafica e delle logiche avanzate di MM ONE Group, che cura nei dettagli il layout valorizzando al meglio le caratteristiche della struttura 3 stelle situata a Cremeno (LC), nel cuore della Valsassina.
Colori, immagini e contenuti mirano a trasmettere proprio quel calore e quel senso di ospitalità che riflettono la storia e la tradizione di accoglienza di un albergo avvolto dalla bellezza delle montagne valsassinesi.
I servizi dell'albergo, del ristorante, dell'osteria e dell'emporio gastronomico sono organizzati secondo una logica di navigazione semplificata e intuitiva per l'utente.
La versatile piattaforma tecnologica CMS-ONE permette di gestire agevolmente i contenuti del sito, in particolare il modulo News/Eventi si rivela utile per il caricamento di info e novità interessanti sugli eventi in programma nella località e nelle vicinanze.
La piattaforma tecnologica Booking One offre inoltre la possibilità di verificare la disponibilità di alloggi scegliendo un determinato periodo e successivamente di prenotare direttamente online il soggiorno, in modo pratico, veloce e sicuro.

Albergo Ristorante Al Clubino
via Ing. Combi, 15
23814 Cremeno (LC)
T +39 0341 996145
F +39 0341 910197
M +39 339 2819661
www.alclubino.it
alclubino@libero.it

A cura dell'Ufficio Stampa di MM ONE Group

mercoledì 30 maggio 2012

Distinguersi in modo originale

Quando si vive in un mondo in cui si tende a voler somigliare a tutti i costi agli altri per paura di mettersi in gioco è fondamentale invece cercare di distinguersi dalla massa per cercare di emergere. Questo discorso vale per qualsiasi settore, dal taglio di capelli all’abbigliamento, dall’arredamento della casa al modo di fare e così via. Stessa cosa quando ci rechiamo ad una festa, solitamente cerchiamo di vestirci in modo da sentirci a nostro agio con gli altri e di solito corrisponde all’imitare il resto del mondo. Quello che dobbiamo fare invece è fare in modo che il mondo imiti noi e per far ciò è necessario essere originali anche nelle cose più banali come un costume di carnevale. Specialmente in questo senso l’apparenza è tutto e quindi la domanda è “E’ meglio comprare un costume o farlo da sé”? In realtà ci vuole il giusto mix tra le due cose infatti è importante comprare vestiti carnevale ma è fondamentale personalizzarli con accessori, trucco, parrucche e così via. Se poi invece abbiamo la possibilità di farcelo fare su misura è ancora meglio perché siamo sicuri di essere i soli ad indossare quel vestito. Insomma se tutti cercano di massificarsi ciò che dobbiamo fare è andare nella direzione opposta.

Cucine sempre più tecnologiche e salva spazio

Se il mondo del web si sta evolvendo sempre di più così come i prodotti tecnologici come tablet, pc, cellulari, l’evoluzione tecnologica sta entrando nelle nostre case in ben altre forme per la precisione nella nostra cucina. Le cucine stanno diventando sempre più all’avanguardia, puntando sul risparmio energetico, sull’ottimizzazione degli spazi e sul design accattivante. Dai prodotti di rubinetteria ai piani cottura, l’evoluzione sta colpendo ogni angolo della nostra casa e della nostra cucina.
Si parla di forni che cucinano automaticamente prendendo le ricette tramite wi fi, il timer per ogni bruciatore e naturalmente applicazioni per smartphone che consentano di inviare comandi a distanza a forno e altri elettrodomestici della cucina.
Per quanto riguarda il risparmio energetico troviamo elettrodomestici che comunicano tra di loro come le lavastoviglie che scaldano l’acqua sfruttando il calore emanato dal frigorifero!
Sembra quasi fantascienza e forse qualche anno fa lo era ma adesso con l’evolversi delle nuove tecnologie tutto ciò è davvero possibile e può entrare tranquillamente nelle nostre case. Tranquillamente per modo di dire in quanto parliamo comunque di costi notevoli che forse più in là passata la novità in attesa di altre potrebbero scendere consentendo a tutti di poter usufruire di ciò che le nuove tecnologie hanno da offrirci.

Il grande successo di Suor Paola e del cuore dei Laziali al Gran Teatro di Roma

Ancora una volta il cuore biancazzurro, quello vero, ha conseguito il suo risultato. Oltre 1.500 persone al Gran teatro di Saxa Rubra per un evento di beneficenza del 28 maggio 2012 fortemente voluto da Suor Paola e da Pino Wilson insieme a quelli del 74, il cui incasso è stato devoluto alla So. Spe. ( Solidarieta e Speranza), all’Associazione onlus Piccoli Passi e al Policlinico Umberto I. È stata la vittoria dei bambini ed anche dei più grandi che richiedevano foto e autografi a Cristian Ledesma ed a quelli del 74. La serata è stata presentata da Tiberio Timperi ed Elisabetta Ferracini, coadiuvati da Anna Falchi in veste di madrina. Tony Malco ha subito creato un clima da stadio, grazie alla sua "Vola Lazio Vola" dove il pubblico con in alto le sciarpe accompagnava in coro la sua voce. Sullo schermo scorrevano intanto dei filmati d’epoca di Fulvio Bernardini, della Coppa Italia del 1958 e di Bob Lovati. Clemente J.Mimum ha raccontato degli aneddoti sulla Lazio vincente del periodo presieduto da Sergio Cragnotti. Una nota di simpatia è stata poi regalata da Pino insegno con le sue battute. Tra le tante: "La gente per strada non mi ferma per farmi i complimenti per i miei spettacoli, ma mi domanda subito: che famo domenica?”. Mariella Nava ha interpretato "Spalle al muro", canzone scritta da lei e portata al successo da Renato Zero; a seguire è stata la volta di Vincenzo Capua, figlio del medico e lazialissimo Pino Capua, che ha cantato "E ci sei tu". È stata quindi dedicata una standing ovation a Mirko Fersini il giovane calciatore della Lazio scomparso per un tragico incidente ed è stata menzionata, la concreta iniziativa intrapresa con una distribuzione di 250 copie in omaggio del libro “Guidare Oggi” dello scrittore Vincenzo Di Michele, proprio per arginare il triste fenomeno delle stragi stradali. Un frangente certamente emozionante è stato quello in cui Giuseppe Wilson, Giancarlo Oddi, Felice Pulici, Vincenzo D’Amico, Mario Facco, Michelangelo Sulfaro e Franco Nanni in piedi sul palco e con sguardi visibilmente commossi, hanno assistito alla proiezione di vecchi filmati della Lazio del 1974 con Tommaso Maestrelli, Umberto Lenzini e soprattutto - vista la recente scomparsa – l’indimenticabile Giorgio Chinaglia. Era anche presente l’arbitro Francesco Panzino il quale, diresse quel memorabile Lazio Foggia del 12 maggio 1974 che di fatto permise alla Lazio di fregiarsi del suo primo scudetto. Wilson, Il capitano storico della squadra biancoceleste, ha poi ringraziato i tifosi della Curva Nord per il sostegno sempre apportato alla squadra, meritevoli dunque dell’appellativo “ laziali doc”. A seguire sono saliti sul palco tutti i presentatori di Radiosei e la conduttrice artistica Lucilla Nicolanti che ha ricordato il compianto Gianni Elsner. Suor Paola, fortemente acclamata dai presenti, ha quindi illustrato i progetti che la sua associazione So.Spe , - con il sempre presente Luigi Anchisi - intende realizzare per le persone meno fortunate. In conclusione c’è stato il saluto del Sindaco di Roma Gianni Alemanno e dell’Assessore allo Sport Alessandro Cochi. Alessia Mocci Responsabile dell’Ufficio Stampa di Vincenzo Di Michele Sito internet: http://www.vincenzodimichele.it/ Email : info@vincenzodimichele.it Tel. 3687472791 Fonte: http://oubliettemagazine.com/2012/05/30/il-grande-successo-di-suor-paola-e-del-cuore-dei-laziali-al-gran-teatro-di-roma/

Creare le proprie tele personalizzate

In un mondo dove tutti tendono a copiare gli altri e a uniformarsi alla massa solo per non sentirsi diversi o esclusi, è bello avere la possibilità di esprimere se stessi anche nelle più piccole cose come ad esempio l’abbigliamento oppure semplicemente nell’arredamento della propria casa. Fortunatamente per quanto la tendenza vada verso la massificazione, sul web stanno uscendo diversi servizi che ci permettono di personalizzare il più possibile prodotti che acquistiamo online. Un settore in forte sviluppo in questo senso è quello delle foto infatti sempre di più sono i siti che consentono di creare oggetti e gadget personalizzati con le proprie immagini. Uno dei prodotti che va per la maggiore in questo settore è senza dubbio la foto su tela che insieme al fotolibro sta spopolando sul web.
Ma cos’è una foto su tela? E’ un’immagine che scegliamo di inviare al nostro fotografo di fiducia, o comunque al sito sul quale vogliamo fare l’ordine, che verrà poi stampata su una tela come fosse un vero e proprio quadro. In questo modo quindi possiamo ottenere un quadro personalizzato da appendere in casa nostra o nel nostro ufficio con l’immagine che più preferiamo.
La foto su tela può essere anche un regalo originale dal fare al proprio partner oppure alla famiglia magari scegliendo qualche immagine legata ricordi particolari.
Insomma un prodotto utile sia per fare un regalo a noi stessi che a un familiare o amico.

In partenza da Giugno i Summer courses di moda dell’Accademia di Costume e di Moda di Roma

Termina la stagione dei corsi invernali dell’Accademia di Costume e di Moda di Roma, ma la creatività e la passione per la moda non si fermano! In partenza da Giugno i Summer courses dell’Accademia. Corsi brevi e specialistici, della durata da due a quattro settimane intensive, dedicati ai futuri stylist, costumisti, comunicatori di moda e fashion blogger, modellisti, brand manager che vivranno un’estate all’insegna della sperimentazione e della formazione di alto livello.

Per studenti, giovani ed appassionati del mondo degli accessori è previsto il corso in Modellistica, disegno e prototipazione di borse e il corso in Modellistica, disegno e prototipazione scarpe, adatto a chi intende inserirsi velocemente nel mondo del lavoro ed ha la passione per l’oggettistica luxury. Per chi invece ama sperimentare con la fantasia e le immagini, porte aperte al corso breve in Disegno e tecniche di illustrazione, e per gli appassionati del make up il corso di Alta formazione in Trucco Moda svelerà tutti i segreti per diventare truccatore nelle sfilate e servizi fotografici di Moda.

Per coloro che intendono invece approfondire il lato più business del comparto moda e costume, l’Accademia di Roma, istituzione d'eccellenza nella formazione da quasi 50 anni, prevede i corsi di Inglese per la moda e i corsi di Fashion Marketing & Advertising. Richiestissimi anche i corsi in Fashion Styling, Fashion Design e Modellistica Creativa. Previsto per Giugno, anche l’inizio del Master in Comunicazione di Moda, che tratterà ampiamente temi come: organizzazione di eventi, brand image, comunicazione Prodotto Moda e gestione delle pubbliche relazioni, scrittura e giornalismo di Moda.

Tutti i corsi estivi di Moda, così come il corso di Alta Formazione in Comunicazione di Moda sono a numero chiuso, ed è possibile accedervi esclusivamente tramite un colloquio conoscitivo, da svolgersi presso la sede dell'Accademia in via della Rondinella 2. In sintonia con una dimensione internazionale, tipica dell’Accademia, tutti i summer courses sono in lingua italiana e inglese. E’ prevista una riduzione del 15% per tutti coloro che si iscrivono entro il 7 giugno prossimo venturo. La prenotazione al colloquio potrà avvenire via mail all'indirizzo info@accademiacostumeemoda.it, telefonando al numero 06 6864132, o tramite compilazione del form di contatto sul sito istituzionale dell'Accademia. È richiesta, per il giorno del colloquio, la consegna da parte del candidato di un CV personale corredato di lettera motivazionale.

Cinema a Riccione, una tre giorni di grandi anteprime

Anteprime come “Biancaneve e il Cacciatore!, “Brave”, film di animazione della Pixar, “Ruggine e Ossa” con Marion Cotillard, “Arbitrage” con Richard Gere e Susan Saradon. Sono questi i titoli delle pellicole in uscita i prossimi mesi che verranno proiettate alla manifestazione Cinè, le giornate estive di cinema, l’appuntamento dell’industria cinematografica nazionale al Palazzo dei Congressi di Riccione dal 25 al 27 giugno 2012 l'evento ha creato grandi aspettative nella cittadina offrendo spunti per offerte hotel Riccione e non solo perchè l'evento stesso interessa tutta la Riviera Romagnola a partire dalla città di Rimini con le sue tante strutture alberghiere come gli hotel fronte mare Rimini Torna la seconda edizione, forte il successo dello scorso anno, in cui si sono incontrati gli operatori della filiera: produzione, distribuzione e proprietari delle sale cinema. La manifestazione promossa dall’Anica in collaborazione con Anec e Anem è stata presa a Cannes all’Italian Pavilion. Saranno tre giorni ricchi, in cui i temi fondamentali saranno la promozione del cinema rivolto ai giovani, attraverso progetti trasversali e un programma collaterale riservato al grande pubblico della Riviera. Lo scorso anno molte proiezioni in anteprima erano aperte anche ai non addetti ai lavori. Con grande onore e soddisfazione si accoglierà Cinè, un evento che contribuisce al rilancio di un turismo di qualità e che rappresenta per noi un’occasione importante in termini di promozione e visibilità sul panorama nazionale. Importanti le partecipazioni confermate e le convention che vedono coinvolte le principali case di distribuzione cinematografica: Bim, Eagle Pictures, Fandango, Filmato, Iris Film, Lucky Red, M2 Pictures, Medusa, Microcinema, Minerva Pictures, Moviemax, Rai Cinema, Twentietg Century Fox, Universal Pictures, Videa, Walt Disney, Warner Bros. In programma un convegno per fare il punto sullo stato di avanzamento della digitalizazzione nelle sale. Cinè si concluderà con una serata evento, nell’ambito della quale il mensile Ciak, consegnerà il premio “Ciak d’Oro”, dedicato al genere commedia.

Italia in miniatura, atterra l’astronauta Umberto Guidoni

Dalle immensità dello spazio l’astronauta Umberto Guidoni sta per atterrare a Italia in Miniatura, dove il 22 maggio 2012 ha raccontato ai ragazzi delle scuole le sue avventure cosmiche, nell’ambito delle conferenze del ciclo Focus con l’esperto. L'ospite di prestigio rende onore non solo al parco ma a tutto il territorio riminese che con il parco è un tutt'uno ormai infatti le offerte hotel rimini legate al parco Italia in Miniatura si perdono come numero nel web e sono offerte promosse da ogni ordine di Hotel Rimini vicino a Italia in Miniatura Laureato con lode in fisica con specializzazione in astrofisica, ricercatore dell’Enea, Ente nazionale energie alternative e per il Cnr, Centro Nazionale di ricerca, selezionato dall’Asi, Agenzia spaziale italiana per la missione speciale del satellite Tethered, specialista di missione a bordo di Space Shuttle endeavour, Umberto Guidoni è il primo astronauta europeo a salire a bordo della SSI, Stazione Spaziale Internazionale. Eletto deputato al Parlamento europeo nel 2004, Umberto Guidoni è stato membro della Commissione Europea per l’Industria, la Ricerca e l’energia, della Commissione sul cambiamento climatico, della Commissione per Ambiente, sanità e sicurezza alimentare e di tante altre squadre di lavoro che testimoniano come il suo impegno per la scienza vada ben oltre la troposfera.

martedì 29 maggio 2012

Intervista di Alessia Mocci alle tre autrici de Sinfonia delle tre stelle, Rupe Mutevole

“Le donne hanno cercato la scrittura segretamente, mentre l’uomo inventava e si laureava. Era un luogo non luogo, di facile accesso, non esoso, senza spiegazioni e mortificazioni. L’hanno vissuto con il tremore di un tradimento ed hanno vinto giri di vita nuova. Cancellate ed escluse, boicottate e recluse, esse hanno usato la penna come uno scudo, riparandosi e avanzando. E oggi?” Con questa riflessione vorrei presentarvi le tre autrici dell’antologia “Sinfonia delle tre stelle”, edita nel 2012 dalla casa editrice Rupe Mutevole Edizioni nella collana editoriale “Radici”. Federica Ferretti, Patrizia Di Donato ed Azzurra Marcozzi sono le tre protagoniste di questa raccolta che nasce improvvisamente dopo una conversazione di acceso interesse tra le tre. Un progetto, dunque, che è stato animato dalla passione di esprimersi, di portare lontano la voce di tre donne diverse tra loro ma, con una passione in comune: la scrittura. Le tre autrici sono state molto disponibili nel rispondere ad alcune domande sul loro progetto. Buona lettura! A.M.: Che cosa significa scrivere al giorno d’oggi? Federica Ferretti: Scrivere significa raccontare se stessi in mezzo al mondo, al suo odore ed al suo puzzo. Per una donna, però, credo che la dimensione della scrittura si amplifichi infinitamente, per cui ne scaturisce un’ espressione poliedrica, multisfaccettata, coloratissima, quasi profumata dell’odore della propria anima, che purifica cioè quello stesso mondo quando ne venga in contatto. Patrizia Di Donato: Scrivere è chiudere la bocca. È tradurre senza tradimenti. È la lealtà ebraica, quella a cui non sappiamo dare un controcanto. Scrivere non ha oggi e neanche un domani, lo sa bene lo scriba alle porte della città e la scrittrice di jeans trasparenti, quella del nero scolpito su un foglio che certifichi il suo passo sul cemento. Né presente, né futuro conoscono il motivo di tale sudditanza. È un’autorità da cui non fuggi. Obbedisci e ti ripari all’ombra del suo mantello. Azzurra Marcozzi: Per me lo scrivere oggi, come ieri, è un’esigenza, uno di quei primi bisogni vitali. È una testimonianza ma è anche la possibilità di rimettere in gioco fantasie, creatività e realtà. Confrontarle e confrontarsi con un “io narrante” che è dentro di noi o che, invece, è fuori e va rincorso. Scrivere ti rende nudo ma tanto vivo e consapevole. A.M.: Ritieni che una donna abbia più difficoltà rispetto ad un uomo nel campo letterario? Federica Ferretti: Sì, a mio dire, c’è un’atavica resistenza a concedere (anche) questa parità culturale. Non da parte di tutti, sia chiaro, c’è ancora una certa misoginia dilagante, ma che si annida in cunicoli bui di una rete ad ogni giorno un po’ più amica, per fortuna. Patrizia Di Donato: Le donne accendono il fuoco e nutrono il mondo. Sono i cavalli nell’arte parietale delle grotte di Lescaux. Hanno la vita ed il suo segreto. Sentono l’invidia, la percepiscono dal timore che non le assale. Le donne hanno cercato la scrittura segretamente, mentre l’uomo inventava e si laureava. Era un luogo non luogo, di facile accesso, non esoso, senza spiegazioni e mortificazioni. L’hanno vissuto con il tremore di un tradimento ed hanno vinto giri di vita nuova. Cancellate ed escluse, boicottate e recluse, esse hanno usato la penna come uno scudo, riparandosi e avanzando. E oggi? Oggi la donna ha acquisito maggiore consapevolezza. Ha altri occhi e l’olio del suo gheriglio è maturo. Ma l’invidia consuma ed un Premio Strega con dieci finalisti maschi e due donne, non necessita di ciance. Dove sono le donne? Dove sono i loro libri? Devono allargare la vetrina e fare spazio. Il cielo è di tutti. Se allora, come diceva Simone De Beauvoir “femmine si nasce, donne si diventa”, chiediamo ascolto. Diventiamo donne. Azzurra Marcozzi: Ma non saprei. Non mi sento di banalizzare dicendo che anche in questo campo veniamo screditate. Certo, leggendo i selezionati del Premio Strega di quest’anno, ed accorgendomi che son tutti uomini, ho avuto modo di rifletterci un po’. A.M.: Quando e perché nasce il progetto “Sinfonia delle tre stelle”? Federica Ferretti: In una mattinata di marzo, durante un’intervista radiofonica nel Salotto di Patri, presso Radio G, a Giulianova, dove ero stata invitata come Cigno Rosso… ma lascio la parola alle mie colleghe di cielo…ahahah… Patrizia Di Donato: Questo progetto è una ricetta. Gli ingredienti sono Federica Ferretti, direttore editoriale, Azzurra Marcozzi, giornalista e poetessa e Patrizia Di Donato, scrittrice. Azzurra e Patrizia conducono una trasmissione radiofonica dal titolo “Il salotto di Patri”, un luogo virtuale dove incontrano scrittrici e scrittori e parlano di letteratura. Patrizia poi contatta o viene contattata non ricorda, Federica Ferretti, su un social network fanno amicizia e Patrizia invita Federica a presentare il suo progetto editoriale a radio G. (Giulianova). Qui fra parole, libri e musica, nasce l’idea per un libro a tre voci femminili. Le nostre. Aggiungere il sale della prosa-poesia di Federica, l’olio del racconto di Patrizia pubblicato da un quotidiano ed il vino delle belle poesie di Azzurra. Aggiungere inoltre tutto il Festival della Letteratura “Città di Giulianova” di cui Patrizia è presidente, amalgamare bene tutti gli ingredienti e leggere “ Sinfonia delle tre stelle” possibilmente in un luogo tranquillo. Azzurra Marcozzi: Nasce come la maggior parte delle situazioni più entusiasmanti che ho vissuto. Nasce da intenti e passioni comuni, nasce da tre sguardi che si capiscono e dalla voglia comune di conoscenza. Qualche mese fa la poetessa e scrittrice teramana Federica Ferretti fu ospite nella trasmissione “Il Salottino di Patry”, un format radiofonico di radio G Giulianova, incentrato sulle novità editoriali locali e nazionali, che conduco insieme all’amica e scrittrice Patrizia Di Donato. Da quelle parole che ci siamo scambiate in quell’intervista, che aveva tutto il sapore di una chiacchierata tra amiche, c’è balenata l’idea di un antologia a tre voci. Ma mancava un titolo adeguato. Poi, nel salutarci, è saltato fuori anche quello. Abbiamo cognato insieme, in radio, un augurio da estendere a tutti gli scrittori, che avesse un qualcosa di poetico ed originale: “In bocca alla luna” era l’augurio e la risposta dei destinatari sarebbe stata “cavalcate le stelle”. Da qui “Antologia delle tre stelle”. Poi il tutto si è consolidato ancora di più con la presentazione ufficiale del volume, avvenuta all’interno degli eventi previsti per il primo Festival Nazionale della Letteratura Città di Giulianova, che si è svolto a Giulianova dal 23 al 28 aprile scorso, ad opera degli organizzatori Patrizia Di Donato ed Enzo Rapagnà. A.M.: Quali sono i pregi delle altre due autrici? Federica Ferretti: Una grande coerenza e forza della propria capacità artistica ed umanitaria: ci siamo trovate, ci assomigliamo molto. Infatti, e le ringrazio ancora per una volta, mi hanno voluto per aprire il loro Festival della Letteratura di Giulanova: un’occasione davvero unica al primo appuntamento! Patrizia Di Donato: Azzurra è il suo colore. È un mare di marosi e bonaccia. La poesia deve imporsi, deve respirarle sul collo altrimenti lei, nella sua incurante quotidianità, a volte la eviterebbe. Ma Poesia la ama ed in una notte Azzurra di mare, scrive tutte le poesie contenute nel libro. Federica, Il cigno rosso, è un’instancabile minatore. Scava nella sua miniera ed invita altri a liberare i fogli dai cassetti. Inguaribile romantica ed invidiabile promoter, farebbe arrossire anche Wall Street. Ho parlato di lei ad un giovane falconiere che nascondeva fiabe sui rapaci. Rupe Mutevole sta già preparando il libro che sarà stampato entro luglio! Tutti i mezzi sono ottimi viatici per condurre i futuri scrittori verso la sua amata casa editrice a cui crede entusiasticamente. Rupe Mutevole deve tenersi stretta hurricane Federica (come la chiamo scherzosamente io). Azzurra Marcozzi: Patrizia Di Donato ha un fascino ed una delicatezza che poche donne possiedono. È innato e riempie la stanza quando la condividi con lei. È una buona osservatrice di ambienti e di persone, sa leggerne all’interno e ciò traspare maturamente nella sua scrittura, puntellata di piccoli-grandi mondi interiori, di segmenti dell’anima. Federica Ferretti è una poetessa dell’amore. Lo idolatra e lo esalta oltre le vette ed i confini da lui stesso tracciati. Ci crede e ci fa credere con lei. È la volontà di spingersi sempre oltre idee prestabilite e frasi fatte. È sì ardere ma è anche accarezzare, sfiorando, mai toccando. A.M.: Sei più da tastiera o da carta e penna? Federica Ferretti: Adoro scarabocchiare a margine dei miei fogli, i miei pensieri, che poi, il più delle volte, prendono forma in vere e proprie immagini. Sono convinta, infatti, che si possano creare dei veri e propri “quadri narrativi”. E questa mia predilezione per la realizzazione di visioni, mi ha felicemente portato a collaborare alla stesura di un soggetto cinematografico con il regista Rocco Cosentino, per un “corto” che si realizzerà tra l’Abruzzo ed il Veneto. Patrizia Di Donato: Scrittura ama la carta e la penna e scrive sulla tastiera, sullo spazio bianco dei quotidiani, sui fogli delle agende di cucina, sugli scontrini fiscali, sulle carte igieniche e da parati. Patrizia la lascai fare. Scrittura è troppo bella. Azzurra Marcozzi: Decisamente da carta e penna. Ho a casa, e nelle varie borse, tantissimi taccuini provenienti da tutti il mondo. Impazzisco quando qualcuno me ne regala uno nuovo magari da un viaggio altrove. L’ultimo che mi hanno regalato arriva da Madrid. Il contatto con la carte ed il suo odore è viscerale. Ti inebria. A.M.: L’Abruzzo è …? Federica Ferretti: L’Abruzzo è una regione che, seppur ancora ferita dopo gli avvenimenti del 6 aprile 2009, ha voglia di tornare a volare. Non a caso, appoggiata dalla sensibilità di Rupe Mutevole Amica d’Abruzzo, ho potuto inventare Radici, la nuova collana che inneggia al legame indissolubile con la terra, e dare così modo ai tanti ed eclettici autori che ne fanno già orgogliosamente parte, di narrare al meglio di una bellezza intramontabile. Patrizia Di Donato: L’Abruzzo ci dava quello che aveva, a noi figli. Ci accarezzava con le mani callose e ferite, aride di sole e di terra, donandoci a sua insaputa, la consapevolezza dei nostri corpi. Mani, piedi, gambe, braccia, cuore, occhi, orecchie e naso. Tutto in una fantasmagoria di emozioni. Era energia, energia allo stato puro. “Non ho fatto le scuole” diceva, e si stendeva sulla terra arata per scrutare le stagioni, le lune nuove, il sussurrare dei venti ed il lento incedere delle nuvole, ora minacciose, ora schierate come orde angeliche, ora sciolte nell’azzurro. Se la cercate, la troverete mentre strappa con rabbia la perfida gramigna avviluppata agli ulivi come una sgualdrina o mentre silenziosa, accarezza il primo bocciolo sul melo. Lei vive così e si sazia di pane intriso di serenità. Quando qualcuno la guarda e si sofferma incredulo davanti alla strabiliante bellezza del suo mare, dei laghi, delle cime innevate, dei campi fiammeggianti di papaveri, lei scuote i lunghi capelli e fugge via cantando. È timida e ritrosa ma non resta immobile quando il batacchio colpisce il suo portone. Spalanca la madia e ravviva il fuoco dell’unico ciocco fumante. (Dal mio libro: La neve in tasca.) Azzurra Marcozzi: Per dirla alla Giovanni Pascoli è “il nido” ma è anche fonte di ispirazioni. Sono poi molto legata a due scrittori della mia terra che ne hanno esaltato il valore pastorale e le tradizioni: Gabriele D’Annunzio ed Ignazio Silone. Spesso si fa l’errore di accantonare le proprie radici. Invece bisogna sentirsele sempre addosso come un passaporto d’identità. A.M.: A chi dedichi questa vittoria editoriale? Federica Ferretti: Alle donne abruzzesi che, come noi, hanno un progetto letterario nel cassetto: chi la dura, la vince! Patrizia Di Donato: A mia figlia Laila e lei sa perché. Azzurra Marcozzi: In primis alla mia famiglia, il mio valore innato. Poi ad alcuni amici artisti, il mio valore aggiunto. Ma anche a chi vive di giudizi e pregiudizi. Fidatevi, la loro presenza è più importante di quella degli amici. Fin quando avrai un “nemico” al tuo fianco stai pur certo che la grinta e la tenacia non ti abbandoneranno. A.M.: Come ti trovi con la casa editrice Rupe Mutevole Edizioni? La consiglieresti? Federica Ferretti: Ho stimato subito positivamente la loro propensione per una letteratura di confine: il mio primo libro(Il canto del cigno rosso, edito lo scorso aprile e presentato alla Fiera Internazionale del Libro di Torino nel maggio 2011) era in effetti un esperimento linguistico, un contenitore di immagini, musicalità della prosa sciolta, un romanzo epistolare che loro hanno accolto in effetti nella collana Sopralerighe. Nel mio caso, la loro fiducia mi ha portato a diventare una loro curatrice di collane prettamente rosa, un sogno che si è realizzato. Ed ora, posso aiutare i miei conterranei a realizzare il loro. Patrizia Di Donato: Il nostro libro sta allargando le ali. Attendiamo il volo. Rupe Mutevole l’ho consigliata e con buoni risultati perché non pretende un viaggio in solitaria. Propone un punto d’incontro, dove lo scrittore e la casa editrice hanno percorso un tratto per giungere insieme ad un accordo. Non è una stamperia. Ha un progetto editoriale e questo gratifica lei e tutti gli scrittori che consegnano un testo. La Fiera di Milano sarà una bella vetrina. Speriamo. Federica l’ha caldeggiata a più non posso. Azzurra Marcozzi: Mi sono sentita accolta e coccolata. Vedo che la casa editrice “Rupe Mutevole Edizioni” fa un ottimo lavoro sotto molti profilo: quello umano, quello pubblicitario e di comunicazione. L’autore viene seguito prima e dopo la pubblicazione, nutrito ed accudito, non lasciato solo insomma, come spesso capita in altre realtà editoriali. Colgo, quindi, l’occasione per ringraziarla. A.M.: Hai in programma delle novità per il 2012? Ci puoi anticipare qualcosa? Federica Ferretti: Sì, ci sono enormi novità. Siamo riusciti ad avere un fantastico stand alla Fiera Internazionale del Libro di Milano, il n.60, tra un bar e la biglietteria… insomma, siamo centralissimi… non potete mancare! Ma ciò che più conta, è che avremo modo di presentare pure Radici e di conseguenza questo magnifico lavoro di sorelle di penna abruzzesi, di raccontare cioè il nostro cielo d’Abruzzo. Patrizia Di Donato: Io la Scrittura la amo. Quando la dileggio o la ignoro, la trovo all’alba seduta in cucina ad attendere il caffè. I miei personaggi sono vivi e con loro, discuto e mi riappacifico. In questo momento sto scrivendo una romanzo complicato e struggente. Ma è una grossa pretesa e mi auguro che Patrizia non l’abbandoni come un cane sull’autostrada estiva. Azzurra Marcozzi: Sì, in effetti un progetto c’è. Insieme ad un’amica fotografa, anch’essa giuliese, vorrei realizzare un volume fotografico sulla città di Giulianova, con annesse alle foto nuove mie poesie. Ci stiamo muovendo scegliendo gli scatti e valutando quelli di maggior impatto visivo ed emotivo, puntando molto sui particolari. A.M.: Salutaci con una citazione… Federica Ferretti: Un caro saluto ai lettori di Oubliette da “una donna piccola ma dall’anima ingombrante”. Patrizia Di Donato: “Ho un urlo in gola. Sembra il gozzo di un tacchino. Stasera, al luccichio degli ulivi, libererò l’animale.” ( Patrizia Di Donato) Azzurra Marcozzi: “Ogni uomo mente, ma dategli una maschera è sarà sé stesso” (Oscar Wilde) Rupe Mutevole Edizioni sarà presente ad ottobre alla Fiera Internazionale del Libro di Milano: http://oubliettemagazine.com/2012/05/15/rupe-mutevole-edizioni-partecipa-alla-fiera-del-libro-di-milano-dal-26-al-29-ottobre-2012/ Lascio link utili per visitare il sito della casa editrice e per ordinare il libro. http://www.rupemutevoleedizioni.com/ http://www.reteimprese.it/rupemutevoleedizioni http://www.facebook.com/pages/Ufficio-Stampa-Rupe-Mutevole/126491397396993 Alessia Mocci Responsabile Ufficio Stampa Rupe Mutevole Edizioni (alessia.mocci@hotmail.it) Fonte: http://oubliettemagazine.com/2012/05/29/intervista-di-alessia-mocci-alle-tre-autrici-de-sinfonia-delle-tre-stelle-rupe-mutevole/

Intervista di Alessia Mocci a Rosario Tomarchio ed al suo Storia d’Amore

“Storia d’Amore”, edito nel marzo del 2012 dalla casa editrice Aletti Editore per la collana editoriale “Gli emersi – Poesia”, è la seconda raccolta poetica di Rosario Tomarchio, il cui esordio risale al 2010 con “La musica del silenzio”. Autore anche di due saggi, uno sulla storia della Chiesa ed uno sul mito della semplicità, l’autore dichiara apertamente di prediligere la stesura dei suoi pensieri in versi. In “Storia d’Amore” troviamo trentuno liriche che indagano ogni aspetto del sentimento amoroso, non solo dunque l’amore in coppia, ma anche l’amore tra amici, verso i genitori, verso l’arte e soprattutto verso la vita. La raccolta è stata recentemente presentata al Museo della Vite di Piedimonte Etneo, serata nella quale il pubblico ha accolto con molto entusiasmo le liriche lette durante la presentazione. Rosario è stato molto disponibile nel rispondere ad alcune domande sia sulla sua produzione poetica sia sulla sua idea di “amore”. Buona lettura! A.M.: Quando nasce la tua passione per la poesia? Rosario Tomarchio: La passione per la poesia nasce nelle scuole medie, all’età di 11-12 anni scrivo la mia prima poesia per la nascita di un bambino la poesia viene pubblicata nel giornalino della scuola e da lì è nata la passione per la poesia. A.M.: Hai mai pensato di scrivere in prosa oppure ritieni di esser devoto ai versi? Rosario Tomarchio: Ci ho pensato di scrivere qualcosa di diverso ed in realtà questo l’ho fatto. Infatti ho scritto due saggi il primo “Tra acqua santa e fuoco” parla di storia della Chiesa affrontata da un altro aspetto fondamentale. Come la chiesa ha influenzato la storia dell’Europa. Ultimamente ho pubblicato un saggio sul mito della semplicità, ma queste due opere restano per me un passatempo per raccontare il mio pensiero, ma il grande amore è e resta la poesia. A.M.: Tastiera da computer oppure penna e foglio? Rosario Tomarchio: Tastiera da computer ma a volte mi è capitato di usare il telefonino per comporre al momento ed a volte per regalarla al momento a qualche amica. A.M.: Come nasce l’idea di pubblicare “Storia d’Amore”? Rosario Tomarchio: Nasce dal desiderio di rendere pubblico quello che secondo me è un opera composta da liriche d’amore – amore a 360 gradi e di condividere questa opera con il pubblico, con le persone innamorate e di regalare un’emozione anche a quelle persone che per qualsiasi motivo hanno smesso di credere nell’amore. A.M.: Qual è la lirica a cui tieni particolarmente? Rosario Tomarchio: La poesia, anzi, le poesie a cui tengo di più sono quelle dedicate a mio papà ed alla mia mamma. Il motivo è semplice. È per dire grazie alle persone che ci amano più di tutti ed a volte lo dimentichiamo di dire. A.M.: Qual è la tua idea dell’amore? Rosario Tomarchio: Io nella raccolta “Storia d’amore” in qualche senso ho cercato di spiegarla, infatti l’opera si apre con la poesia “Amore è”. Qui cerco di dare delle spiegazioni in base al mio pensiero, l’amore per me è qualcosa di unico che nasce dal cuore, il vivere ogni momento in amore con il compagno/a che abbiamo scelto, l’amore è anche un dolce rimprovero come una tempesta e dopo arriva il sole. Se nella coppia manca l’amore manca tutto. A.M.: A chi dedichi questo successo editoriale? Rosario Tomarchio: Al mio papà, alla mia mamma, ed a tutte quelle persone che mi vogliono bene, anche a qualcuno in particolare… A.M.: Qual è, secondo te, il target di lettori che potrebbero apprezzare la tua raccolta poetica? Rosario Tomarchio: Io credo che questa opera è rivolta a tutti, infatti nella scala dei sentimenti vengono rappresentati tutti i sentimenti dal più puro dell’amore, all’amicizia vera ai momenti tristi e bui che l’amore può portare. Non c’è un lettore ideale ma credo che è aperta a tutti. Ovviamente a tutte le persone che amano la poesia. A.M.: Il 19 maggio al Museo della Vite di Piedimonte Etneo hai presentato la tua raccolta. Com’è andata la serata? Rosario Tomarchio: È andata piuttosto bene. Un momento speciale è stato quando il pubblico ha fatto le loro domande. In particolare mi ha colpito la domanda di un docente di scuola superiore che mi ha chiesto chi sono Rudy e Mara e se questi due personaggi sono reali o di fantasia. Rudy è un bambino che in questo mese fa 2 anni e vede, già da ora, l’amore dei suoi genitori, quell’ amore che lo accompagnerà per tutta la vita. Mara invece può essere un personaggio reale e sia di fantasia. Tutti voi avete una persona cara che sta lì a raccogliere le vostre lacrime e le vostre gioie. Il poeta si rivolge a lei per avere il suo aiuto, il suo conforto. Si rivolge a lei per trovare l’ispirazione per quel momento che non scriverà più per questa terra ma, per cantare lodi alla mamma celeste. A.M.: Cosa ne pensi dei social network? Hanno modificato il modo di pensare degli italiani? Rosario Tomarchio: Il social network è un mezzo molto importante per socializzare e scambiare notizie in tempo reale. Ma anche nel momento che questa comunicazione avviene di persona si deve saper fare da filtro tra quello che ci viene detto e la realtà. Se non ha cambiato il modo di pensare degli italiani, di certo ha fatto molto per ridurre le distanze non solo fisici ma anche culturali. A.M.: Se potessi scegliere una città nella quale abitare, dove andresti per aver maggiore ispirazione? Rosario Tomarchio: Una città sul mare. Il mare ha quel potere di portare via i pensieri e di lasciare libera la mente di sognare. A.M.: Salutaci con una citazione… Rosario Tomarchio: “Non avere paura” (Giovanni Paolo II): questa frase pronunciata dal Papa l’ho riportata in una mia poesia da titolo In ricordo di un grande uomo. Questa frase ora la dico a voi: Non avere paura di amare e di esprimere il vostro amore. Vi lascio il link diretto con il facebook di Rosario: http://www.facebook.com/tomarchio.rosario1 http://www.facebook.com/pages/Rosario-Tomarchio-poeta/120634731315595 Alessia Mocci Addetta Stampa (alessia.mocci@hotmail.it) Fonte: http://oubliettemagazine.com/2012/05/28/intervista-di-alessia-mocci-a-rosario-tomarchio-ed-al-suo-storia-damore/

Online il nuovo sito del Consorzio Pantelleria Island

MM ONE Group pubblica il nuovo sito del Consorzio Turistico Pantelleria Island, il gruppo di strutture turistiche che si sono consorziate con l'obiettivo di promuovere il turismo nell'isola di Pantelleria. La vetrina virtuale presenta un'interfaccia grafica user-friendlyche permette agli internauti di trovare con facilità le informazioni desiderate sulla località e di prenotare in pochi click vacanze e servizi.
Home Page Pantellriaisland.it
Dinamico, colorato e versatile, Pantelleriaisland.it è aggiornato in completa autonomia dal cliente grazie alla piattaforma tecnologica CMS ONE implementata insieme a una selezione personalizzata di moduli aggiuntivi. La gestione dei testi, delle gallerie di immagini, delle novità e delle promozioni avviene infatti in tempo reale e non richiede alcuna conoscenza del linguaggio HTML. Per favorire l'interazione tra consorzio e utenti del web, il sito è stato dotato inoltre del software Newsletter Avanzate Mail One, un sistema pratico per la gestione di newsletter ed email advertising.
Consorzio Pantelleria Island
Piazza Messina 18
91017 - Pantelleria (TP)
Tel: 0923 913283 – 913277
E-mail: info@pantelleriaisland.it
Sito web: www.pantelleriaisland.it
A cura dell'Ufficio Stampa di MM ONE Group

Tablet e sclerosi multipla

Il San Raffaele ha da poco lanciato un’interessante iniziativa rivolta ai malati di sclerosi multipla. Si tratta di YouAnd, un progetto che ha come obiettivo quello di coniugare l’utilità con l’intrattenimento.

Ma di cosa si tratta in sostanza?

Il Centro Sclerosi Multipla dell’Ospedale San Raffaele di Milano sarà in pratica il primo a dotarsi di un tabelt con una particolare applicazione che permetterà ai pazienti di navigare tra le diverse sezioni, spaziando tra informazioni e notizie, approfondimenti e novità riguardanti l’avanzamento della ricerca per la cura sclerosi multipla ma anche i comportamenti migliori da adottare per alleviare i sintomi della malattia.

Ad inaugurare l’iniziativa, alla cui realizzazione ha partecipato anche Novartis e che prevede l’adesione anche di altri centri ed istituti, è stato come detto il San Raffaele di Milano, dove l’interazione tra la ricerca e l’assistenza è sempre stata molto forte.

Giancarlo Comi, direttore del Dipartimento Neurologico presso l’ospedfale milanese, ha dichiarato:

“Siamo orgogliosi di fare da ‘apripista’ al progetto YouAnd, un servizio decisamente utile ed un tassello che va ad arricchire il mosaico dell’assistenza integrata che il nostro Centro offre ai suoi pazienti”.

Mariaemma Rodegher, Medico specialista in neurologia presso il Centro Sclerosi Multipla ha poi aggiunto:

“Il progetto YouAnd è un’ottimo esempio di come si possa ottimizzare i tempi di attesa tra un esame e l’altro con un arricchimento alla gestione del tempo che il paziente trascorre nel Centro, tempo che viene così valorizzato sia in termini di educazione che di puro intrattenimento”.

Ovviamente il progetto ha anche come scopo quello di creare una maggiore interazione tra i pazienti e gli operatori al fine di creare un clima di collaborazione reciprocamente vantaggioso.

Top Partners e Peugeot a Energethica con la nuova 3008 Hybrid 4

In occasione della fiera Energethica di Torino (24-26 maggio 2012) Top Partners ha presentato insieme a Peugeot la nuova ibrida lanciata ad ottobre, Peugeot 3008 Hybrid 4. È il primo ibrido diesel caratterizzato dall’unione perfetta di due motori (elettrico e diesel). Si tratta di un’auto evoluta ma soprattutto 100% elettrica, nel pieno rispetto dell’ambiente e ideale per la città perché permette di muoversi senza rumori e senza emissioni.

La tecnologia è davvero innovativa. È composta da un motore elettrico e da uno Diesel HDi che subentra automaticamente in caso di maggiore accelerazione. In più la modalità 4x4 impartisce ai due  motori l’ordine di funzionare contemporaneamente: quello elettrico muove le ruote posteriori e quello Diesel muove le ruote anteriori. Inoltre prevede 4 modalità di guida tra cui scegliere: sport, auto, 100% elettrica, 4x4 per prestazioni ottime su ogni tipo strada.

Questa è solo una delle novità del prossimo catalogo di servizi per le aziende di Top Partners in distribuzione gratuita da giugno. Grazie al portale toppartners.it, che raccoglie oltre 250 servizi utili alla gestione aziendale, e alle newsletter settimanali è possibile ricevere preventivi gratuiti e personalizzati entro 48 ore, essere aggiornati sulle offerte migliori e sulle novità presenti sul  mercato.

Ufficio Stampa
Raffaela Pernice

Tel. 02 90363461
info@toppartners.it
www.toppartners.it

In Sardegna a La Maddalena

di Giulia Madau
Presa da qui.
Magico e spettacolare il complesso di isole e isolette che domina la Sardegna nord orientale, tra le note Bocche di Bonifacio e quell’angolo stupendo che è la Costa Smeralda.
Ovviamente stiamo parlando dell’arcipelago de La Maddalena che si estende per oltre 180 km e in tutto comprende 60 isole, tra cui Spargi, Budelli, Razzoli, Spargiotto, Barrettini, Mortorio, Nibani, Caprera: luoghi inimmaginabili bagnati da acque celesti e limpide.
Tutte le isole sono di natura granitica e hanno conservato la propria naturalità come qualcosa di prezioso e imprescindibile che conferisce a questa zona un’aura di unicità e fascino.
http://www.youtube.com/watch?v=tlt8-fjrZF4&feature=youtube
La Maddalena e le sue isole sono tra i più bei luoghi della Sardegna, importanti anche dal punto di vista morfologico, della flora e della fauna marina.
Se si escludono l'isola principale dove sorge un carinissimo paese e Caprera in cui sono presenti alcune abitazioni e la casa di Garibaldi, il resto è completamente disabitato e perfetto per il viaggiatore che ama stare realmente a contatto con la natura. Ideale per chi è sempre in cerca di emozioni e sensazioni speciali, per chi ama la pace, il rumore del vento e del mare, i suoni dei gabbiani e della natura.
Imperdibili sono le varie spiagge che si affacciano sul mare. Prima fra tutte è la splendida Spiaggia Rosa, raccontata anche nel film "Deserto Rosso", del regista ferrarese Michelangelo Antonioni del 1964.
http://www.youtube.com/watch?v=epy52uEFKrw&feature=related
Il suo colore deriva dalla presenza di un elevata percentuale di bioclasti, cioè frammenti di scheletri di briozoi, piccoli animali invertebrati, e foraminiferi, organismi unicellulari presenti sulla terra da milioni di anni. I bioclasti si trovano soprattutto nelle praterie a Posidonia oceanica che crescono numerose nei fondali attorno all’arcipelago, a testimonianza di un mare pulito e poco inquinato.
In passato, purtroppo, come spesso accade quando l’uomo vuole avere il sopravento sulla natura, la spiaggia ha rischiato di scomparire in quanto c’era chi la depredava dei suoi preziosi granelli. Ma, nel 1996 l'arcipelago della Maddalena si trasformò nel primo Parco Nazionale in Sardegna e si decise di tutelare la Spiaggia Rosa che ora, grazie alle guide del Parco, si può ammirare solo da lontano, non si può calpestare il suo arenile ed è vietata la balneazione nelle sue celesti acque.
http://www.youtube.com/watch?v=-bhYgJanZ-k&feature=youtube
Oltre a questo piccolo angolo di paradiso vi consigliamo le spiagge di Cala Coticciu e del Relitto a Caprera, Cala Corsara e Cala Granara a Spargi.
L’arcipelago e tutto il circondario fanno parte del Parco Geominerario Sardo, riconosciuto dall'UNESCO, e del Santuario dei Cetacei. Chi è fortunato, infatti, può incontrare tartarughe e delfini o addirittura, come è successo da poco, balene bianche.

Per avere più informazioni su La Maddalena e il parco ecco il sito ufficiale. Mentre, se siete interessati a un vacanza scoprite i villaggi in Sardegna che possono ospitarvi.

domenica 27 maggio 2012

La tua ditta di traslochi a Roma

Se avete intenzione di trasferirvi nella capitale e siete alla ricerca di un’azienda seria e professionale alla quale affidarvi, allora Mistertraslochi è proprio la soluzione che stavate cercando.

Ditta specializzata nei traslochi Roma, Mistertraslochi è in grado di garantirvi i migliori servizi per il vostro trasferimento, offrendovi assistenza continua, servizi di qualità e la massima convenienza in termini di prezzi.

Anni di esperienza nel settore hanno permesso a Mistertraslochi di acquisire quella competenza indispensabile per affrontare qualsiasi tipo di richiesta o di esigenza.

Si perché la nostra azienda non garantisce solo il massimo supporto per quanto concerne i traslochi per la città, ma è in grado di assicurarvi competenza e puntualità anche nel caso in cui dobbiate trasferirvi da un’altra città.

Professionalità e precisione sono le caratteristiche che ritroverete sempre nei servizi da noi offerti, indipendentemente dalla formula trasloco che avrete scelto; si perché Mistertraslochi non solo vi offre un servizio di trasloco completo, ma mette a disposizione dei propri clienti anche altre tipologie che vanno dal trasloco low cost a quello “semi-fai-da-te”.

I servizi che Mistertraslochi vi mette a disposizione sono:

· Trasloco classic

· Trasloco economy

· Trasloco confort

garantendovi inoltre una serie di servizi accessori pensati per chi ha necessità particolari, come ad esempio i traslochi con deposito, i traslochi con magazzino e così via.

Da non sottovalutare infine la convenienza in termini di prezzo che consente a Mistertraslochi di garantire ai propri clienti tariffe imbattibili e decisamente concorrenziali!

Provate i nostri servizi di trasloco, non ne rimarrete delusi!

Itinerari turistici tra i paesaggi del Cilento

Se avete deciso di festeggiare il tanto atteso ritorno dell’estate con una bella vacanza di relax e di cultura, allora una meta adatta per qualunque tipo di esigenza e di aspettative è certamente il Cilento.

Area campana nota in tutto il mondo per la sua capacità di congiungere le bellezze naturali con un ricco patrimonio artistico e culturale, il Cilento sarà in grado di accontentare davvero tutti data la sua varietà.

Esplosa come destinazione turistica da alcuni anni, questa terra è riuscita, nonostante il boom turistico, a conservare inalterati i suoi equilibri naturali e a preservare dalla “mondanità” le sue antiche tradizioni, sia folkloristiche che gastronomiche. Tutto questo, ovviamente, senza dimenticare i confort per i propri visitatori; così sono sorte numerose strutture come confortevoli hotel Cilento dove poter trascorrere il proprio soggiorno in totale relax.

Ma cosa ci si deve attendere da vacanze Cilento?

In linea di massima bisogna dire che la cultura del Cilento è molto variegata e ricomprende al suo interno il mondo costiero, collinare e montano. Tanti usi e costumi diversi, quindi, che sono però riusciti a fondersi e ad integrarsi in una sola storia riuscendo tutti a preservare la propria identità.

Difficile consigliare cosa vedere nel Cilento vista la varietà e la ricchezza di questo territorio.

Da non perdere ci sono certamente il Parco Archeologico di Velia, città della Magna Grecia fondata dai Focesi che divenne molto importante dal punto di vista politico e commerciale in seguito alla distruzione di Sibari; immancabile, poi, una visita all’area archeologica di Paestum, l’antica Posidonia ed importante centro commerciale, dove è possibile ammirare numerosi resti della civiltà greca. Altra tappa importante sono poi le Grotte di Catselcivita, un vero e proprio susseguirsi di gallerie e strettoie che creano un paesaggio unico ed inimitabile. Diverse anche le aree naturalistiche a visitare come le Gole Bussentine di Morigerati, il bosco Bruca, la diga Aleto e così via. Infine i monti, giganti del Cilento: Castelluccio, Cavallara, Bulgheria, Stella, Gelbison, Cervati, Alburni ed Erbanito

sabato 26 maggio 2012

Stefano Zampino il tuo rivenditore di fiducia di idrosanitari

semplice in quanto o ci si affida ad un negoziante qualsiasi oppure si cercano suggerimenti da parenti e amici che magari hanno i propri rivenditori di fiducia o che comunque sanno muoversi meglio nel settore. Per rivenditore non s’intende necessariamente un negozio fisico o comunque dov’è obbligatorio recarsi di persona, ma è possibile affidarsi anche a negozi che oltre ad avere locali in città vendono anche in tutta Italia tramite internet. In questo caso allora possiamo affidarci al negozio online stefanozampino.it il quale si occupa della vendita di condizionatori, caldaie, scaldini, piani cottura e così via.
Oltre ad avere ottimi prezzi, soprattutto nel settore delle caldaie, il negozio online è affidabile, professionale e fornito dei migliori marchi del settore. Che tu stia cercando una caldaia cosmogas, baxi, ferroli, vaillant etc. il sito saprà soddisfare le tue esigenze e aspettative.
Nel sito si naviga facilmente, potendo scegliere tra i prodotti consigliati nella vetrina della prima pagina oppure navigando direttamente nelle categorie presenti sulla sinistra.
Inoltre si possono vedere i prodotti anche solo in base al fornitore e dunque al marchio che scegliamo di consultare. Il pagamento poi viene effettuato in totale sicurezza e il montaggio è incluso nel prezzo. Insomma un negozio con un servizio a 360° da tenere d’occhio.

La comunicazione con gli spiriti e i medium

Il mondo del paranormale racchiude al suo interno un aspetto molto interessante che riguarda essenzialmente il rapporto tra il mondo dei vivi e quello dei morti. Le sedute spiritiche sono infatti una pratica molto conosciuta e diffusa, le cui origini sono abbastanza antiche e di difficile collocazione.

Ma come avviene una seduta spiritica e soprattutto quali sono i metodi utilizzati per comunicare?

Come noto una seduta spiritica richiede sempre la presenza di un sensitivo o medium che deve fare da tramite tra i vivi e i morti; oltre a questo è necessario che tutte le persone presenti siano partecipi, intervengano con una certa convinzione e scrupolosità.

Per quanto concerne il linguaggio utilizzato per comunicare da sempre quello più diffuso ed utilizzato è il cosiddetto metodo Rapping che in italiano significa bussare e sta ad indicare appunto il metodo utilizzato per parlare con gli spiriti durante una seduta spiritica nel corso della quale si fa ricorso alla tavola ouja.

Il metodo Rapping è uno dei sistemi più antichi utilizzati per stabilire un contatto con gli spiriti; già nel nono secolo le celebri Cronache di Rodolfo di Fulpa facevano riferimento a comunicazioni con il mondo dei morti tramite questa metodologia che veniva definita come pulsatio mortuorum ed identificati come presagi di morte.

Fu nel 1800 che si verificò la svolta quando grazie a Kate e Maggie Fox ottennero risposta dai morti grazie alla tecnica rapping che da quel momento si diffuse come tecnica di comunicazione con l’aldilà.

All’inizio il codice utilizzato per capire le risposte era molto semplice ; due colpi per si e no per no, mentre successivamente David Fox, fratello medium, finì con lo sviluppare un vero e proprio alfabeto dei colpi attraverso i quali gli spiriti potevano comporre dei veri e propri messaggi lunghi. Inizialmente c’era molto scetticismo su questa tecnica in quanto si credeva che i colpi fossero prodotti dai medium mentre in seguito il metodo assunse una certa credibilità.

A chi affidarsi per la realizzazione si un sito di successo

Oggi si parla molto e continuamente dell’importanza, soprattutto per chi possiede un’attività o un’azienda, di avere un proprio sito internet in quanto è diventato ormai chiaro come la Rete sia il principale canale di promozione e di espansione del proprio business.

Se questo è vero lo è altrettanto il fatto che la creazione siti web è un qualcosa che non può assolutamente essere improvvisata ma che necessita di specifiche competenze e conoscenze.

Questo significa che il primo passo verso il successo in rete è sicuramente quello di scegliere il giusto team di professionisti al quale affidare la realizzazione siti, un processo, questo, lungo e complicato che necessita del convergere e della collaborazione tra professionalità diverse ma tutte ugualmente indispensabile.

E’ evidente, pertanto, che bisogna assolutamente diffidare da chi offre servizi di realizzazione siti a basso costo, in quanto prezzi fin troppo convenienti sono spesso sinonimo di una scarsa professionalità e di una tendenza all’improvvisazione e all’approssimazione.

Quando si decide di lanciare il proprio business in Rete, infatti, non bisogna mai dimenticare che Internet è un contenitore molto competitivo nel quale farsi notare, riuscire ad emergere rispetto ai concorrenti non è affatto semplice, soprattutto se non i può contare su un sito forte e ben strutturato.

Quante possibilità di emergere ci sarebbero infatti con un prodotto scadente?

Probabilmente nessuna e il vostro investimento, per quanto minimo, sarebbe comunque buttato.

Ecco perché quando si decide di dotarsi di un sito web, soprattutto se si tratta di un sito aziendale, la scelta migliore che si possa fare è sicuramente quella di affidarsi a dei professionisti, a degli specialisti del settore che sappiano interpretare e realizzare le vostre aspettative guidandovi verso il successo sul web.

venerdì 25 maggio 2012

Carpenteria metallica per la logistica di magazzino

Le realizzazioni in carpenteria metallica consentono una migliore organizzazione della logistica di magazzino.
 
Materiale alla base di qualsiasi costruzione di carpenteria metallica è l’acciaio, un elemento ben noto per la sua resistenza e lavorabilità. Sia per uso abitativo che di deposito, nella realizzazione viene dato ampio spazio all’architettura, in maniera tale da creare soluzioni in perfetta armonia con l’ambiente circostante.

Uno dei settori dove la carpenteria metallica trova una larga diffusione è la logistica di magazzino. Per migliorare l’organizzazione e la produttività di un’impresa, il primo passo è quello di individuare e realizzare degli spazi destinati ad una precisa collocazione della merce.

Le costruzioni in carpenteria metallica leggera e pesante assicurano la massima versatilità e sicurezza a costi contenuti. Sono inoltre disponibili una vasta gamma di strutture, personalizzabili a seconda delle necessità: soppalchi, scaffalature, scale, tettoie, ecc.

Elbareservation: prenota online hotel, residence e appartamenti mare all’isola d’Elba

L’isola d’Elba è una delle mete turistiche più note d’Italia. Tantissimi turisti, provenienti da ogni parte del mondo, ne apprezzano le spiagge, la ricchezza del patrimonio naturale dell’entroterra, l’amenità dei piccoli e caratteristici centri abitati. Se l’Elba è un’isola dove abbondano le attrattive naturali, è però merito di imprenditori lungimiranti e di uno sviluppo territoriale in chiave turistica che ha saputo favorire la nascita e lo sviluppo di moderne strutture turistiche (hotel, residence e appartamenti mare) senza compromettere l’ambiente, né i suoi paesaggi naturali.

Il segreto del successo dell’isola come destinazione turistica è però anche da collegare alla completezza delle offerte di vacanza che ritroviamo all’Elba. Con le sue numerose strutture ricettive disposte all’interno di piccoli e tranquilli centri abitati, ad esempio, l’isola d’Elba rappresenta una meta ideale per le vacanze più tradizionali, quelle per famiglie, che prediligono la comodità e i numerosi servizi turistici degli hotel della zona. Allo stesso tempo, però, le attività sportive praticabili, le uscite in canoa, l’esplorazione delle calette nascoste, le escursioni all’interno del Parco Naturale dell’Arcipelago Toscano e i numerosi eventi in programma rendono l’isola una destinazione appetibile anche per gruppi di amici e ragazzi che invece scelgono gli appartamenti mare all’Elba per avere la libertà di muoversi in maggiore autonomia e preferire intrattenimento e divertimento.

Nell’ottica di organizzare un viaggio in anticipo, magari approfittando delle offerte disponibili per trasporti, hotel e appartamenti mare ci si può rivolgere al sito di Elbareservation. Elbareservation è un portale di informazioni e prenotazioni online esclusivamente dedicato alle vacanze all’isola d’Elba. Sul portale di viaggio si trova tutto quello che c’è da sapere sulle diverse località dell’isola, sugli orari dei traghetti disponibili per le diverse rotte, e in particolare sulla disponibilità di posti e promozioni in corso relative a residence, hotel e appartamenti mare all’Elba.

Annunci Personali Torino: trova lavoro come baby sitter o colf

Sei  una famiglia che cerca una colf o una badante per dei genitori anziani? Vuoi trovare lavoro come baby sitter a Torino? Inserisci la tua offerta su SuAnnunci.it, lo spazio degli Annunci Personali a Torino.  Sul portale puoi trovare ogni giorno molte inserzioni e proposte lavorative, soprattutto nel campo dell’assistenza di bambini e anziani a Torino. Ricorda che se sei un datore di lavoro e desideri assumere una colf o una badante, ti impegni a redigere un contratto di lavoro in regola, il quale comprende diritti e doveri sia da parte tua che del lavoratore stesso. Il rapporto lavorativo di questo genere è regolamentato dal Contratto collettivo nazionale di lavoro colf e badanti, dove si trovano tutte le informazioni su ferie, malattie, assenze per maternità e permessi. Se vuoi assumere una badante sono necessari i seguenti documenti: carta d’identità e codice fiscale, tessera sanitaria aggiornata, il numero d’iscrizione all’Inps ed eventuali copie di diplomi o attestati conseguiti. Se il lavoratore è extracomunitario deve inoltre essere in possesso di un regolare permesso di soggiorno. Chi assume un lavoratore clandestino rischia fino ad un anno di galera e una sanzione di 5000 euro. Per inserire la tua offerta o dare un’occhiata alle altre inserzioni,  Annunci Gratuiti a Torino, proposte lavorative, visita il sito www.suannunci.it. Consultare periodicamente il nostro sito di Annunci Gratuiti in Piemonte è l’ideale per trovare subito il lavoro che stai cercando!

ENRICO NADAI E LA SUA BAND AL "CONTEST VOCAL STAR 2012" A BOLOGNA


Rassegna Musica Urbana - Festa della Musica

Giunta alla Terza Edizione, organizzata da MA2000 in collaborazione con il Comitato Villa Torchi e Patrocinata dal Comune di Bologna Quartiere Navile, la Festa della Musica questʼanno cambia nome e non è un caso. La decisione di chiamarla Musica Urbana, nasce dalla molteplicità degli Eventi che vedono coinvolti i maggiori Clubs dislocati nel centro della Città di Bologna, Piazze e Teatri; pertutto il mese di maggio fino alla prima settimana di giugno 2012.

Una Rassegna di Musica, con alcune incursioni nella Danza Contemporanea, le cui performance si svolgeranno alla Sala Centofiori, tutti giovani Artisti di talento e tutti Allievi di MA2000.

Musica Urbana in... Teatro:

Come per le scorse edizioni, la Sala Centofiori, nel Quartiere Navile,ospita nei giorni 25, 26, 27 maggio alle ore 14.30, alcuni spettacoli degli AllieviMA2000 dei Corsi di Musica e Danza, come lʼMA LIVE1 deiragazzi del National Diploma, lʼMALIVE2, del Corso Bachelor of Art,lo Show Case CSA (Centro Sviluppo Artisti) alla presenza di unaGiuria di Qualità e la Prima Edizione del Contest Vocal Star 0.12,

in cui Enrico Nadai,giovane cantante che ha partecipato alla trasmissione Mediaset "Io canto" condotta da Gerry Scotti,vincitore del premio CET offerto da Mogol, si esibirà con la sua band in un live di 45 minuti riproponendo alcuni successi eseguiti all'interno del programma.

giovedì 24 maggio 2012

Come ottenere un giusto risarcimento per danni da incidente stradale

Una manovra sbagliata, un sorpasso azzardato, un tamponamento a catena: gli incidenti stradali sono tra le cause di incidente più diffuse, e quasi sempre i tempi per il riconoscimento delle responsabilità e della valutazione dei danni sono lunghi e faticosi.

Se poi si è vittima di un danno, che ha comportato conseguenze più o meno gravi per la propria salute, ci si trova ad avventurarsi in un percorso sanitario, burocratico e legale che mette a dura prova anche i più risoluti. Il web pullula di forum, blog d’informazione e portali di settore sul tema del risarcimento danni per incidente: «Ho subito un danno a seguito di un tamponamento, e mi hanno diagnosticato una distorsione e distrazione del collo, più varie contusioni ed escoriazioni...quanto mi potrebbero risarcire?», chiede Paolo. E ancora: «A chi va richiesto il risarcimento danni per incidente auto: alla mia assicurazione oppure alla controparte? A chi devo inviare la richiesta?».

Insomma, l’incertezza è tanta, ma bisogna tener presente che un incidente tra veicoli comporta sempre, in prima istanza, due ordini di problemi: la determinazione del danno e la responsabilità. Proprio perché il danneggiato non sempre conosce le procedure per ottenere efficacemente ed in tempi brevi un giusto risarcimento da incidente, conviene affidarsi a qualcuno che sia in grado di garantire da subito (e possibilmente senza anticipo di spese), una consulenza specializzata. La consulenza si articola in diverse iniziative: oltre all’analisi dettagliata dei fatti e delle responsabilità dell’incidente, c’è l’intervento in ambito sanitario e la valutazione dei danni fisici riportati attraverso strutture mediche convenzionate; inoltre è possibile richiedere l’anticipazione delle spese mediche per le visite specialistiche e per le terapie necessarie. Anche l’auto danneggiata può essere oggetto dell’intervento della società incaricata della consulenza per il risarcimento, che si fa carico del soccorso stradale, di fornire un’auto sostitutiva e di riparare il veicolo presso le carrozzerie convenzionate. Infine, attraverso una tempestiva assistenza legale da parte della società incaricata della nostra pratica di risarcimento, il danneggiato può ottenere la piena tutela dei suoi diritti attraverso studi legali convenzionati.

Creare poster personalizzati con i servizi di stampa fotografica

Quando si deve fare un regalo ad una persona speciale, che sia un familiare o un amico, ci si trova sempre davanti a delle difficoltà o perché si sono esaurite le idee o perché non si riesce a trovare quel regalo speciale che si sta tanto cercando.

A volte si perde tanto tempo girando per negozi alla ricerca dell’oggetto tanto agognato, quando invece la soluzione sarebbe molto più semplice e a portata di mano.

Ci riferiamo alle tante proposte che ci vengono dalla stampa digitale che, da quando si è evoluta sul web, è in grado di offrire una serie di prodotti e servizi tutti ugualmente interessanti e stimolanti.

Non solo stampa foto tradizionali, spiritosi album fotografici e originalissimi fotolibri digitali, ma anche una serie di prodotti innovativi grazie ai quali il mondo della fotografia si è praticamente reinventata.

Ci riferiamo ai tanti prodotti che è oggi possibile realizzare a partire dalle foto, ovvero quadri realizzati con le proprie immagini con i quali decorare la propria casa e renderla così estremamente personale, oggetti vari come tazze, cuscini e quant’altro resi del tutto esclusivi in quanto assolutamente unici nel proprio genere, senza contare poi la possibilità di realizzare prodotti unici ad esempio attraverso la tecnica stampa poster servizio servizio che permette appunto di realizzare da soli dei veri e propri poster personalizzati.

Tanti servizi, dunque, che un tempo non era neanche possibile immaginare e che oggi al contrario sono diventati delle realtà proprio grazie al digitale.

mercoledì 23 maggio 2012

Intervista di Alessia Mocci a Maria Lucci ed al suo Anima Divelta, Rupe Mutevole

“Anima Divelta”, edito nel 2012 dalla casa editrice Rupe Mutevole Edizioni nella collana editoriale “La Quiete e l’Inquietudine”, è una raccolta poetica di Maria Lucci. L’autrice, come racconta nell’intervista, scrive da quando aveva vent’anni e ritiene che sia la ferita della vita a provocare la scrittura; quando ci si sente tristi la penna è la medicina migliore. Il 24 maggio 2012 ci sarà la presentazione de “Anima Divelta” al centro culturale A.Fabrizi di Roma, occasione nella quale sarà presente l’autrice e si leggeranno alcune poesie tratte dalla raccolta. Maria Lucci è stata molto disponibile nel rispondere ad alcune domande per farsi conoscere meglio dai lettori. Buona lettura! A.M.: Quando nasce la tua passione per la scrittura? Maria Lucci: Le prime poesie sono nate intorno ai vent’anni quando ho avvertito il bisogno di scrivere. Oggi posso dire che era l’età in cui ho cominciato a sentire le prime ferite della vita e ad avere consapevolezza delle mie fragilità. A scuola, comunque, amavo tantissimo i temi, avevo sempre tanto da dire ed, ovviamente, italiano era la mia materia preferita! Ora sto terminando un breve romanzo, una piccola “recherche” nel mio passato perché non fugga… A.M.: La tua raccolta ha un titolo particolare, vorresti spiegarci qualcosa a proposito? Maria Lucci: In effetti la parola anima nell’immaginario suscita serenità, pace o, comunque, è legata ad un’idea di quiete, leggerezza, evanescenza. Io, invece, ho voluto accompagnarla con un aggettivo forte che ben rappresenta la mia inquietudine che trova, però, scioglimento proprio nella scrittura, la voce della mia anima. A.M.: Quali sono le tematiche di “Anima Divelta”? Maria Lucci: “Anima divelta” raccoglie sentimenti, emozioni, riflessioni, intuizioni, rivelazioni nate nei più disparati momenti della mia vita, tragici e definitivi come la morte dei miei genitori, appaganti come l’incontro con la culla della nostra civiltà ovvero la Grecia, nostalgici come il ricordo della mia infanzia in un paesino d’Abruzzo, visionari come i desideri… A.M.: Descrivi con cinque aggettivi “Anima Divelta”. Maria Lucci: “Anima divelta” è un libro profondo, domestico, spigoloso, accogliente, sorprendente perché i versi nascono da un approccio profondo e tormentato alla vita, eppure ci si può sentire a casa, perché ci si può ritrovare in qualche verso. La ricerca della parola, lo scavo, per dirla con Ungaretti, può rendere la lettura non facile ma l’evocazione, improvvisamente compresa, riconosciuta e condivisa, può non far sentire il lettore straniero. Infine la varietà dei temi, seppure sul sentiero della nostalgia di un quid non sempre identificato, può sorprendere il lettore quando gira la pagina. A.M.: Quale pensi sia il target di lettori che apprezzeranno la tua raccolta? Maria Lucci: In genere, quando ho regalato poesie, nelle occasioni importanti della vita di chi le riceveva, sono state apprezzate indipendentemente dall’età. La poesia è nella vita. A.M.: A chi dedichi “Anima Divelta”? Maria Lucci: Ho dedicato la raccolta ai miei genitori perché non ci sono più e perché mi hanno lasciato in eredità valori profondi senza i quali non sarebbe nata la mia scrittura. A.M.: Se potessi scegliere una città nella quale vivere per aver maggiore ispirazione, dove andresti? Maria Lucci: L’ispirazione più grande me la dà il mare per l’orizzonte sconfinato e la novità che può portare, dunque sceglierei un’isola ma è la natura in generale ad ispirarmi, innanzitutto con il silenzio e poi con la sua potenzialità di vita. A.M.: Come ti trovi con la casa editrice Rupe Mutevole Edizioni? La consiglieresti? Maria Lucci: Finora mi sono trovata bene, seguita, mi pongo però il problema della distribuzione del libro. Preciso: non mi interessa l’aspetto economico ma la possibilità che possa essere trovato facilmente. A.M.: A breve ci sarà una presentazione di “Anima Divelta”, potresti raccontarci qualcosa? Maria Lucci: La presentazione avverrà il 24 maggio al centro culturale A.Fabrizi a Roma. Sarà presente Paola Gaglianone di Unomattina, che si occupa di poesia nella trasmissione e con l’associazione Civita. Un attore leggerà le mie e quelle del libro di G.Angius e S.Denti “Incontro” che sarà presentato insieme al mio. U. Broccoli, probabilmente, terrà i saluti iniziali. So che Silvia Denti ha invitato anche A.Bevilacqua. Insomma una bella occasione per parlare di poesia, bellezza, arte che hanno per me un valore salvifico, è per questo che mi rincuora la presenza di tanti miei attuali ed ex alunni. A.M.: Salutaci con una citazione Maria Lucci: Diceva Montale che la scrittura nasce da una dis-armonia con il mondo. È vero ed aggiungo che vivere questa disarmonia rende la vita più autentica. Rupe Mutevole Edizioni sarà presente ad ottobre alla Fiera Internazionale del Libro di Milano: http://oubliettemagazine.com/2012/05/15/rupe-mutevole-edizioni-partecipa-alla-fiera-del-libro-di-milano-dal-26-al-29-ottobre-2012/ Lascio link utili per visitare il sito della casa editrice e per ordinare il libro. http://www.rupemutevoleedizioni.com/ http://www.reteimprese.it/rupemutevoleedizioni http://www.facebook.com/pages/Ufficio-Stampa-Rupe-Mutevole/126491397396993 Alessia Mocci Responsabile Ufficio Stampa Rupe Mutevole Edizioni (alessia.mocci@hotmail.it) Fonte: http://oubliettemagazine.com/2012/05/23/intervista-di-alessia-mocci-a-maria-lucci-ed-al-suo-anima-divelta-rupe-mutevole/

Rimini, la riviera delle vacanze salvata ancora dai russi, sono più degli italiani

La riviera si tiene a galla con il rublo e i turisti russi superano quelli in arrivo dalle due roccaforti per eccellenza: Emilia Romagna e Lombardia. È quanto emerge dai dati statistici diffusi ieri dalla Provincia e dedicati ai primi tre mesi dell’anno. Il confronto con il 2011 è positivo, crescono sia il segmento italiano sa quello estero, mentre si registra l’ormai consueto boom delle presenze russe: più 8,7 per cento, con un incremento di prenotazioni negli hotel rimini 4 stelle Il dato numerico è ancora più eclatante se messo vicino a quello degli italiani: da gennaio a marzo sono arrivati 89.616 russi, seriori quindi ai 78.466 della Lombardia e ai 76.036 dell’Emilia Romagna. Va bene la Germania: più 12,3 negli arrivi. Ancora bassa la permanenza media straniera: 2,9 giorni. Piace l’entroterra: arrivi più 5,6 per cento e presenze più 14,9. Segni negativi a febbraio, colpa delle forti nevicate. Aspettando i turisti estivi, la riviera conte gli avventori invernali: da gennaio a marzo. I dati dell’Ufficio Statistica della Provincia, riferiti al movimento clienti negli esercizi ricettivi, mettono in evidenza, come nei primi tre mesi dell’anno si siano registrati trend positivi sia per quanto riguarda gli arrivi che le presenze. Gli arrivi italiano fanno segnare più 3,7 e quelli stranieri più 3 per cento. Le presenze estere superano quelle italiane: più 1,9 contro 0,5. Il mese peggiore è febbraio: arrivi meno 14 per cento, presenze meno 5. Il dato negativo di febbraio è, con ogni probabilità, principalmente dovuto alle eccezionali nevicate della prima metà di quel mese, che hanno causato enormi disagi. Il primo bilancio turistico dei mesi invernali, banco di prova per la cosiddetta destagionalizzazione, mette in luce ancora una volta la crescita del segmento russo: più 8,7 per cento rispetto al 2011 delle notti trascorse in riviera per un cifra di 89.616 presenze, superiori alle notti trascorse da lombardi ed emiliano romagnoli, i principali bacini interni. Bene anche le presenze della Germania e della Svizzera, meno bene dal Regno Unito e Svezia. Per quanto riguarda i territori, da segnalare la performance oltre la media della provincia di Rimini: più 5,6 per cento di arrivi e più 14,9 di presenze, con un ottimo più 32,5 del segmento estero.

Forlì, aeroporto, ipotesi araba per il Ridolfi

Procede a tappe serrate il lavoro di Riccardo Roveroni, il commercialista bolognese nominato nei giorni scorsi commissario liquidatore di Seaf che il 21 maggio 2012, nell’incontro avuto in Regione con l’assessore ai trasporti Alfredo Peri ha ipotizzato il possibile interessamento di compagnia aerea araba per lo scalo forlivese. Qualsiasi decisione interverrà necessariamente sulla programmazione estiva di tutti gli hotel romagna che degli aeroporti regionali hanno ormai bisogno e ci riferiamo a tutte le categorie a partire dagli hotel rimini 3 stelle L’opzione, che dal Municipio hanno preferito non commentare, vedrebbe addirittura sul campo, anzi per aria, ben 44 aerei. Un interesse che, se confermato nei prossimi mesi, potrebbe rendere più interessato l’avvicinamento di imprenditori privati allo scalo cittadino quando sarà finita la procedura di liquidazione e ufficializzato il bando europeo per la nuova concessione della pista, che dovrebbe essere pubblicato entro la fine del mese di giugno. Obiettivo, questo, che ha spinto anche a confermare i contratti già esistenti con le ultime compagnie che in queste settimane stanno ancora lavorando a Forlì: Wizz Air e BelleAir, che hanno confermato la loro intenzione di volare almeno fino al 27 ottobre, data naturale di scadenza del loro rapporto con Seaf, anche per evitare eventuali penali. Prima bisogna valutare con le aziende e con i sindacati il piano industriale che si sta predisponendo per i prossimi sei mesi e per quelli successivi. In questa elaborazione dovrebbero essere compresi anche i comparti cosiddetti “non-aviation” al di fuori del sedime aeroportuale. Per il commissario liquidatore, nel frattempo, ancora una trasferta, giovedì 24 maggio 2012, questa volta a Venezia, dove incontrerà i dipendenti Enac che seguiranno da vicino tutta la procedura. Massimo riserbo, infine, sui costi dei debiti e operatività quotidiano dello scalo.

Rimini Biagio Antonacci al 105 Stadium il 29 maggio 2012

Ancora pochi giorni e anche a Rimini i fan di Biagio Antoncacci potranno assistere al suo concerto che si terrà al 105 Stadium di Rimini , anche l'interesse per il bravo cantautore ha portato nella città romagnola centinaia di fan che approfittanto per l'occassione di trascorrere una vacanza in città approfittando di una delle tantissime offerte rimini proposte da tantissime strutture alberghiere pubblicizzate su tanti canali a partire dal web come hanno fatto anche glihotel 4 stelle Rimini scegliendo un soggiorno Partito il 5 maggio 2012 da Bari, il nuovo tour dell’artista, che sta facendo registrare in molte tappe il tutto esaurito, arrivo il 29 maggio 2012 al 105 Stadium di Rimini, mentre il suo Sapessi dire no è ancora al primo posto in classifica. Diciassette date in 25 giorni per il cantautore che il 26 maggio sarà anche ospite dei Wind Music Awardsche si svolgeranno all’Arena di Verona e saranno trasmessi su Raduno in prima serata, il prossimo 26 giugno. Dopo gli eventi al Colosseo, Arena di Verona e Piazza San Marco, Biagio torna, a tre anni di distanza, sul palco dei principali palasport d’Italia per un tour primaverile, tutto concentrato nel mese di maggio. La tournée è la prima occasione per ascoltare dal vivo le canzoni del nuovo album d’inediti del cantautore milanese, Sapessi dire no, uscito lo scorso 17 aprile 2012. A tre settimane dall’uscita, il cd resta al primo posto della classifica degli album più venduti in Italia. I biglietti sono acquistabili nei punti vendita TicketOne e nelle prevendite abituali. Ecco i titoli delle canzoni del suo nuovo album: Ti Dedico Tutto Con Infinito Onore Quì Dimenticarti è poco Senza Un Nome Insieme Finire L'Evento Sola Mai Sono Stato Innamorato Dormi Nel Cuore Non Vivo Più Senza Te Naturale Liberandoti Di Me Ciao Tristezza

Interventi di chirurgia estetica

Sempre più persone fanno ricorso a piccoli interventi di chirurgia estetica per migliorare il proprio aspetto.
 
Oggi giorno la bellezza è una componente importante della nostra vita, tanto da contribuire a migliorare lo stato socio-psicologico di una persona. E quando tale dono non ci viene offerto da madre natura, la chirurgia estetica e trattamenti di bellezza rappresentano due soluzioni che possono aiutarci a migliorare il nostro aspetto.

La chirurgia estetica permette di custodire bellezza e giovinezza negli anni, nonché ritoccare in via definitiva alcuni difetti. Alcuni degli interventi più richiesti sono la mastoplastica addittiva, il lifting, addominoplastica e liposuzione.

Differentemente dai trattamenti con macchinari per l’estetica, un intervento di chirurgia implica una fase di decorso durante cui è preferibile: non togliere le medicazioni, aspettare qualche settimana prima di esporre al sole la zona trattata e seguire una terapia farmacologica.

Premiazione degli internazionali under 12 al Circolo di tennis a Roma Canottieri

Amanti dello sport? Appassionati di uno degli sport più nobili e dalle origini più antiche? Ovviamente parliamo di tennis, in un momento in cui le giornate evento degli Internazionali BNL d’Italia hanno catturato l’attenzione e la curiosità un po’ di tutti.

Per chi vuole allora mettersi alla prova e scoprire la potenza o l’eleganza del proprio dritto, rovescio o volée, il Circolo Canottieri è uno dei club di tennis a Roma tra i più noti e blasonati. Il Circolo, che fu fondato nel lontano 1919, è tra i più importanti della Capitale, con i suoi 2.150 metri quadrati al coperto e 15.900 all’aperto, e una struttura invidiabile con dotazione di piscine, palestre, campi da tennis, da calcio, da pallavolo.

Ben 104 i titoli italiani conquistati tra canottaggio, canoa e tennis che onorano l’albo d’oro del circolo. E proprio sui campi da tennis del circolo, Nicola Pietrangeli — grande campione italiano del tennis degli anni Settanta — ha premiato nei giorni scorsi i neocampioni degli Internazionali Under 12, commentando: «tra qui e il Foro Italico, se non fosse per la potenza dei colpi e la velocità della palla, non c’è poi tanta differenza! Questi bambini hanno già nella testa la voglia di vincere e di diventare campioni; basta metterli in campo e lo spettacolo è assicurato».

Al Circolo di tennis di Roma Canottieri vengono ogni giorno ad allenarsi i ragazzi delle scuole, con l’occasione di stringere nuove amicizie oltre che di praticare uno degli sport più completi ed impegnativi. Il Circolo di tennis è iscritto alla serie B, ai campionati D1 e D2, e compete per i campionati over, dai 45 ai 65 anni. Con campi in terra rossa praticabili tutto l’anno fino alle ore 21, frequentati da giocatori professionisti e non, e la prestigiosa scuola per ragazzi ed adulti, il club tennis di Roma Canottieri è il fiore all’occhiello delle strutture del Circolo e polo sportivo d’eccellenza nella capitale romana.

A Cesenatico spese di viaggio meno care


Chi quest’anno deciderà di raggiungere Cesenatico per vivere la propria vacanza, avrà una bella sorpresa: il costo per la benzina sarà di soltanto di euro al litro e non di più!

Si tratta dell'iniziativa di una struttura turistica, il Cesenatico Camping Village, che si trova nel centro della Romagna. Questa struttura, infatti, ha lanciato questa interessante e conveniente proposta in seguito al pesante aumento del prezzo del carburante che negli ultimi tempi si è verificato in Italia.
Coloro che entro l'ultimo giorno di maggio 2012, decideranno di prenotare un soggiorno di almeno una settimana al Cesenatico Camping Village, nei mesi di giugno e luglio, avranno diritto a ricevere il rimborso della spesa relativa a benzina e gasolio, per la cifra che supera il costo di 1 euro al litro. Il rimborso del viaggio si riferisce al costo sostenuto nel tragitto di andata e ritorno per arrivare al Villaggio Vacanza in questione. Il rimborso viene effettuato per un massimo di 800 chilometri.
La cifra che verrà rimborsata, sarà calcolata secondo la distanza in km tra la residenza (indicata durante la prenotazione della vacanza) e il Cesenatico Camping Village.

Il villaggio 3 stelle a Cesenatico è accogliente, molto tranquillo, vi si può accedere durante ogni mese dell'anno ed è ubicato in una comoda e strategica posizione della Riviera Adriatica.

Questa interessante iniziativa potrebbe riscontrare un notevole successo, suggerendo eventualmente ad altre Strutture vacanziere, di pensare a proposte mirate ad alleggerire in qualche modo i costi delle vacanze, incoraggiando l'afflusso turistico.

martedì 22 maggio 2012

Presentazione de Il Demonio di Sant’Andrea di Gaetano Allegra, 26 maggio 2012, Potenza

Sarà il 26 maggio 2012 alle ore 21:00 la presentazione del romanzo storico “Il Demonio di Sant’Andrea” presso la libreria Ubik in via Pretoria 50 a Potenza. “Il Demonio di Sant’Andrea” è stato pubblicato nell’aprile 2012 dalla casa editrice Rupe Mutevole Edizioni nella collana editoriale “Letteratura di confine”. L’autore è Gaetano Allegra che sarà presente alla presentazione per illustrare il suo romanzo e le tematiche affrontate. Opera prima del giovane Gaetano Allegra, ex giornalista e autore di testi televisivi. Un romanzo storico che Rita Borsellino ha definito “ricco di ideali nobili e cristallini”, tanto da decidere di dedicargli una prefazione scritta di proprio pugno. Ambientato nella Basilicata del 1860, il romanzo è una storia di fantasia inscritta in un contesto più puramente storico, nel quale il brigantaggio lucano (Carmine Crocco in primis) è riportato con rara fedeltà e rarissima dovizia di particolari. Un’Italia che nessun libro di storia ha mai descritto, raccontata tramite i diari di alcuni protagonisti del XIX secolo (lo stesso Crocco e il generale Borjes) e grazie alle cronache giornalistiche dell’epoca, cronache spesso sepolte, che parlavano di stragi e di eccidi tutt’ora inspiegabilmente omessi dai testi di studio. Una storia tutta lucana, che narra dell'orgoglio di questa terra fiera, nobile e meravigliosa, eppure calpestata nei secoli dagli stivali di popoli stranieri. “Il Demonio di Sant’Andrea” è però soprattutto un romanzo, una favola tutta da leggere, un racconto avvincente che non si vuole porre come un documentario, ma semplicemente come una piccola storia di grandi uomini che, forse, possono essere esistiti davvero. Evento su facebook: http://www.facebook.com/events/296656713754329/ Rupe Mutevole Edizioni sarà presente ad ottobre alla Fiera Internazionale del Libro di Milano: http://oubliettemagazine.com/2012/05/15/rupe-mutevole-edizioni-partecipa-alla-fiera-del-libro-di-milano-dal-26-al-29-ottobre-2012/ Lascio link utili per visitare il sito della casa editrice e per ordinare il libro. http://www.rupemutevoleedizioni.com/ http://www.reteimprese.it/rupemutevoleedizioni http://www.facebook.com/pages/Ufficio-Stampa-Rupe-Mutevole/126491397396993 Alessia Mocci Responsabile Ufficio Stampa Rupe Mutevole Edizioni (alessia.mocci@hotmail.it) Fonte: http://oubliettemagazine.com/2012/05/22/presentazione-de-il-demonio-di-santandrea-di-gaetano-allegra-26-maggio-2012-potenza/

I dolci di moda

Chi ha detto che la moda riguarda solo abbigliamento e accessori? In qualsiasi settore ci sono delle cose che vanno a “periodi” e che dunque in alcuni momenti sono più gettonate di altre, e questo avviene anche in settori come ad esempio la cucina in generale e la pasticceria in particolare.
Se per quanto riguarda le torte in Italia la moda del momento sono le decorazioni in pasta di zucchero, per quanto riguarda sfizi e dolcetti il primato del momento va a muffin e cupcakes.
Fino ad un po’ di tempo fa in pochi conoscevano i muffin e tantomeno i cupcakes, ma da un po’ di tempo sembra esserci un vero e proprio boom di fan di questi dolcetti.
La differenza tra le due tipologie è davvero minima e a colpo d’occhio si distinguono per dimensioni (i muffin sono più grandi) e anche dal fatto che generalmente i cupcakes sono ricoperti di crema mentre i muffin no. Ma questo è tutto in linea generica perché il bello di questi dolci è che consentono di creare varianti davvero fantasiose e utilizzano diversi tipi di ingredienti. In linea di massima possiamo dire che i muffin “classici”, o più reperibili, siano quelli bianchi, al cioccolato, oppure con gocce di cioccolato, ma una volta ottenuta la ricetta base si possono farcire con qualsiasi cosa e variare anche il sapore dell’impasto.
La moda dei muffin soprattutto sul web si sta così sviluppando che oltre ai suddetti tipi ad oggi possiamo trovare anche le ricette per realizzare i muffin salati che possono essere un’ottima