Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

lunedì 11 marzo 2013


Clima: siamo protetti dai vulcani, ma fino a quando?

È indubbio che dal 2000 ad oggi latemperatura terrestre non è aumentata come i modelli avrebbero voluto. La temperatura infatti, si è stabilizzata, pur con anni di punta che tuttavia non fanno la regola (clicca sul grafico in basso a sinistra).
E questo nonostante un aumentoquasi costante dell’anidride carbonica emessa dall’uomo. È chiaro che questa situazione rafforza le tesi degli “scettici” dell’aumento della temperatura terrestre per cause antropiche, ossia coloro che non credono che sia l’uomo il maggior artefice dell’innalzamento della temperatura terrestre.
Ma tutto questo ha una spiegazione (che non farà piacere agli sciettici).
Spiega Ryan Neely, un ricercatore del Cooperative Institute for Research in Environmental Sciences: “Dal 2000 ad oggi vi è stato un incremento di aerosolnell’atmosfera (dal 4 al 7 per cento) che controbilanciano per almeno il 25% il riscaldamento dovuto alle emissioni serra dovute all’uomo. L’aerosol arrivato nell’alta atmosfera è stato introdotto da piccole, ma continue eruzioni vulcaniche avvenute in questo decennio”. L’aerosol, composto da anidride solforosariflette la luce e le radiazioni solari impedendo a loro di arrivare sulla superficie terrestre.
I grafici della temperatura terrestre (globale, sulla terraferma e in mare). Come si vede negli ultimi 10 anni la temperatura ha praticamente smesso di aumentare.
Lo studio è stato realizzato con il supercomputer Janusche per sette volte ha simulato le condizioni della nostra atmosfera degli ultimi 10 anni. Ogni volta il computer ha lavorato per una settimana intera utilizzando i suoi 192 processori. La ricerca ha anche smentito quel che negli ultimi anni si sosteneva per spiegar l’apparente raffreddamento dell’atmosfera terrestre: ossia che fossero i paesi asiatici, Cina e India in testa, ad immettere così tante quantità di aerosol nell’atmosfera, bruciando carbone, da raffreddarla. In realtà sembra che il loro apporto sia alquanto inferiore all’ipotesi precedente.

Va ora sottolineato che la notizia del raffreddamento dell’atmosfera non deve essere presa con letizia, in quanto le eruzioni vulcaniche possono scemare via via nel tempo e l’aerosol ritornare sulla superficie terrestre facendo terminare il suo effetto-scudo alle radiazioni solari. Quando ciò accadrà la temperatura terrestre potrebbe salire di colpo rendendo le ricadute ancor più drammatiche di quel che avviene oggi negli anni peggiori, come il 2010, il 2005 e il 1998. Insomma per qualche anno siamo stati protetti dai vulcani, ma la loro azione può finire da un momento all’altro e la temperatura terrestre salire notevolmente di colpo.
Luca Merlo.
Web Marketing.

Nessun commento: