Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

venerdì 20 febbraio 2015

Il dismorfismo corporeo negli adolescenti

Un disturbo che può essere trattato con una psicoterapia per adolescenti è il dismorfismo corporeo: la preoccupazione di uno o più difetti o imperfezioni del proprio aspetto che non vengono notati dagli altri o si evidenziano lievemente ma che creano forte disagio al soggetto che ne soffre.

Questo tipo di disturbo viene accompagnato da comportamenti ripetitivi come il guardarsi sempre allo specchio, cercare rassicurazione negli altri, curare il proprio corpo costantemente e confrontare il proprio corpo con quello altrui.

I difetti possono riguardare ogni aspetto del corpo, dalla pelle, ai capelli, il naso, la forma del viso, le ginocchia, i denti, le mani, i gomiti, le dita e altro. Nei maschi vi è anche la preoccupazione di non essere sufficientemente muscolosi o di avere una corporatura troppo piccola. Questo tipo di preoccupazioni sono presenti per molte ore della giornata ed è difficile controllarle o ignorarle, inoltre, compromettono la vita sociale, scolastica e lavorativa dei pazienti.

Il disagio e la preoccupazione possono, addirittura, porta il soggetto a ricorrere ad interventi chirurgici ripetuti pur di risolvere il problema e in molti casi, si ha un peggioramento del disturbo stesso.

Il problema va affrontato con una psicoterapia adolescenti, che aiuti ad accettare ed integrare i cambiamenti interni ed esterni tipici di questa fase, quindi i modi di pensare, sentire e relazionarsi con gli altri con la comparsa dei caratteri sessuali secondari. Prima si interverrà sul problema è meno probabilità ci saranno che il dismorfismo corporeo diventi cronico; in molti casi si può associare alla psicoterapia anche un lavoro di ristrutturazione cognitiva dell’immagine corporea come il BIMT, Body Image Modular Therapy.

Nei casi di media e grave entità può essere molto utile, invece, associare una terapia farmacologica che aiuti a ridurre la preoccupazione per il difetto fisico che altrimenti rischia di diventare un pensiero continuo ed incontrollabile. La stessa terapia si usa anche in casi di presenza di disturbo depressivo o disturbo d’ansia di media o grave entità.

Per avere maggiori informazioni in merito a questo disturbo e a molti altri potete visitare il sito sos- genitori.it, un portale dove Neuropsichiatri infantili, Psicoterapeuti per adolescenti sono a disposizione per rispondere alle vostre domande e per fornirvi il loro supporto.

Nessun commento: