Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

venerdì 3 aprile 2015

Domani Sabato Santo il CCDU torna al Parco San Donato di Firenze

I Volontari del CCDU torneranno nel pomeriggio di sabato 5 aprile al Parco San Donato.
Il CCDU Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani, è un gruppo internazionale di tutela dei diritti umani nel campo della salute mentale, il suo compito è quello di informare la polazione, investigare e denunciare le violazioni psichiatriche dei Diritti Umani.
Verranno di nuovo diffusi opuscoli informativi sui principali farmaci psichiatrici sull'uso dei quali, oggi, non ci si fanno più domande. Verranno distribuiti anche volantini il cui scopo è quello di suscitare nei genitori domande riguardo al futuro dei propri figli. C'è una tendenza preoccupante nelle nostre scuole, a certificare sempre più bambini con distrurbi di dubbia scentificità somministrare psicofarmaci a migliaia di loro per sedare la loro vivacità: le ripetizioni aumentano a dismisura, e gli scolari annaspano in un'istruzione difficile e faticosa che non guarda al ritmo di apprendimento diverso per ogni bambino, non rispetta la gradualità, ma mette soltanto l'attenzione su tempo di esecuzione e velocità di consegna

Il Comitato dei cittadini per i Diritti Umani raccomanda di informarsi attentamente, di non accettare facili diagnosi psichiatriche sia per se stessi che per i propri figli, ma richiedere accurate analisi mediche. L'appuntamento dunque è al Parco San Donato, i volontari del CCDU vi aspettano perchè l'informazione è un diritto per tutti

Nessun commento: