Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

lunedì 27 aprile 2015

Quanto ci costa in Bolletta un Condizionatore

Una volta c'erano i ventilatori a darci sollievo durante le notti estive oggi invece esistono i condizionatori d'aria. C'è una bella differenza tra i due elettrodomestici. Nel primo caso assorbivano poca energia, nel secondo caso, parliamo di climatizzatori, la bolletta elettrica si fa sentire. Un condizionatore infatti può arrivare a consumare anche 1 kW per ora (vedi questo articolo per un approfondimento).

Le cose però fortunatamente sono cambiate negli ultimi anni. I modelli più performanti quelli in classe A, inverter, una volta arrivati a regime, dopo un po' di uso, consumano appena 500 W, anche meno. Tutto dipende da come li utilizziamo, se vogliamo avere 15° di differenza di temperatura tra interno ed esterno ovviamente consumeremo di più. Così come se la stanza affollata di persone o di concetti che emettono calore come forni computer phone asciugacapelli.


Qualche regola per consumare di meno con i condizionatori:


  • Al momento dell’acquisto, scegliete condizionatori di classe energetica non inferiore alla A. Sono più cari, ma la maggiore spesa viene rapidamente ammortizzata grazie a un calo dei consumi in bolletta: questi apparecchi possono infatti comportare una riduzione dei consumi pari al 30 per cento. 
  • Se l’ambiente non è particolarmente esposto al sole, valutate l’utilizzo di un semplice apparecchio per il raffreddamento al posto del condizionatore. Ricordate inoltre che tutti i condizionatori di nuova generazione hanno anche la funzione di “deumidificazione”: abbassando la percentuale di umidità, la stanza si rinfresca in modo naturale, con un consumo minimo di energia.Come usare bene il condizionatore per non sprecare energia e denaro.
  • Non esagerate con il freddo, e non trasformate le case in ghiacciai. La differenza di temperatura tra l’esterno e l’interno non deve superare i sei gradi. Questo anche per evitare sbalzi termici ed eventuali problemi di salute. 
  • Controllate i filtri dell’impianto almeno una volta l’anno. Se sono sporchi, divorano corrente e gas. 
  • Fate attenzione alle dispersioni di aria fredda: se le tapparelle e le persiane rimangono abbassate durante le ore in cui la temperatura è più alta, impiegherete meno energia per raffreddare. 
  • Abbinate un ventilatore da soffitto con pale al condizionatore, e usateli anche alternativamente. 
  • Durante le ore notturne, utilizzate la programmazione dell’impianto: dormire nell’aria condizionata fa male e può causare tosse e bronchite. 
  • Evitate di accendere il condizionatore nelle stanze in cui non passate la maggior parte del vostro tempo: è solo uno spreco di energia. 
  • Infine, un’alternativa all’uso del condizionatore è la vecchia tecnica delle correnti d’aria. Createle tra una stanza e l’altra attraverso l’apertura di una porta e una finestra: avrete una casa fresca in modo naturale senza l’utilizzo di alcun impianto di raffreddamento. FONTE

Nessun commento: