Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

martedì 3 novembre 2015

Come investire negli Stati Uniti senza spendere $ 500,000

Molte persone non sanno che non è necessario investire $ 500,000 il minimo previsto per il programma EB5, per fare investimenti negli Usa. Infatti ci sono 3 modi per entrare negli Usa come investitore e il visto EB5 è solo uno dei tre.


Il secondo modo per entrare è ottenere un Visto L1. Questo visto è anche chiamato “Intracompany Transferee” ed opera nel caso in cui l’imprenditore possiede una società in qualsiasi paese del mondo e vuole aprire una sede della stessa società anche negli Usa (sia essa “branch”, “subsidiary” o “affiliate”). Peraltro, una volta ottenuto il visto L1 per un anno, si può richiedere anche la Green Card (della categoria EB1) ed ottenerla un anno dopo.


Il visto L1 può essere rilasciato con un investimento a partire da $100,000. Possono  ottenere il visto L1 i manager o i dirigenti della società già esistente fuori dagli Stati Uniti oppure i soggetti che avranno la stessa qualifica nella sede che si andrà ad aprire negli Usa. I manager o dirigenti ottengono il visto come International manager o executive e il visto può durare fino a 7 anni, ma molte persone dopo aver ottenuto il visto L1, chiedono la Green Card e riescono ad ottenerla anche in due anni. I manager o dirigenti possono portare con se anche un dipendente che ha una conoscenza specifica ed approfondita della società, del suo funzionamento ed organizzazione. In tal caso il dipendente può rimanere negli Usa fino a 5 anni ma non ha i presupposti necessari per ottenere la EB1 Green Card.


Il terzo modo per entrare negli Stati Uniti è ottenere un visto E2. Questo visto ha come destinatari cittadini di paesi che hanno sottoscritto uno specifico trattato, tra i quali il Canada, il Messico, la maggior parte dei paesi europei e l’Australia.  In questo caso è richiesto un investimento minimo di $100,000 per richiedere il visto E2, il quale è rinnovabile all’infinito


Infine, come già detto, esiste il visto EB5, che è il più conosciuto, per il quale si aprono due possibilità. Si possono investire $ 500,000 in una zona che si deve caratterizzare per la forte disoccupazione, oppure 1 milione di dollari in una qualsiasi zona, ed è necessario assumere 10 dipendenti full time per due anni.  Un dipendente full time significa, al fine dell’ottenimento del visto, che deve lavorare 30 ore alla settimana, in luogo delle 40 ore standard richieste per il full time settimanale. Un hotel o un ristorante, per esempio, è il tipo di business per il quale si ricorre a questo tipo di visto negli Stati Uniti. Tale visto, peraltro, è il primo passaggio per ottenere in 2 o 3 anni anche la Green Card.


Esiste una ulteriore possibilità nell’ambito del visto EB5, aderendo al programma specifico dei “Regional Centers” esistenti in diversi stati. Il Governo americano consente in questo caso l’investimento in un progetto già esistente, che segue un iter temporale di 2-3 anni e consente l’ottenimento della Green card. Accenniamo solo a questa possibilità, in quanto negli ultimi anni sono state registrate numerose frodi, pertanto il rischio di perdere il denaro investito è alto e dunque, allo stato, non sembra consigliabile questa strada.


 


 


November 2, 2015


Avv. Sara Dell’Ariccia


Avv. Steven Riznyk



Come investire negli Stati Uniti senza spendere $ 500,000

Nessun commento: