Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

martedì 31 marzo 2015

AssoGenerici: Sorpresa di Pasqua no ulteriore taglio alla farmaceutica

Ancora una volta, si senta parlare di manovre una tantum che hanno dimostrato avere effetti di beve termine sulla spesa, ma distruttivi sul ciclo economico di un settore come quello del farmaco, che ancora oggi è una delle colonne della ripresa economica” sono queste le parole con cui il presidente di AssoGenerici, Enrique Hausermann commenta le indiscrezioni su un nuovo taglio di 300 milioni per la spesa farmaceutica.
“I tagli alla farmaceutica paventati con un decreto legge Omnibus, si parla di 300 milioni per la sola farmaceutica, possono trasformarsi in un colpo che il comparto del farmaco equivalentenon potrebbe sopportare” dice il presidente di AssoGenerici, Enrique Hausermann.
“Quanto trapelato sugli organi di stampa in merito alla posizione espressa da Sergio Chiamparino, Presidente della Conferenza delle Regioni, merita un attenta riflessione”. Il riferimento è alla lettera scritta dal Presidente Chiamparino al Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e al Ministro della salute, Beatrice Lorenzin. Rispetto a questa ulteriore “spending review” infatti, Chiamparino innanzitutto correttamente afferma che “in alcuni settori, come quello della farmaceutica, alcune procedure come i tetti di spesa e i criteri di riparto del payback, hanno dimostrato diverse criticità nell’applicazione”.

Da tempo AssoGenerici sostiene che ulteriori riduzioni delle risorse destinate all’assistenza farmaceutica se non accompagnate a una coerente revisione del sistema del payback, si rivelerebbero assolutamente insostenibili per tutti i produttori di farmaci equivalenti, con particolare riferimento al canale ospedaliero. “Abbiamo più volte richiamato l’attenzione sul fatto che le aziende dell’equivalente, pur essendo i principali garanti della sostenibilità della spesa farmaceutica, attraverso lo strumento del payback continuano a esser caricate dei tagli alla spesa al pari dei produttori dei ben più costosi farmaci a brevetto” illustra Hausermann. A questi aspetti ci auguriamo che il presidente Chiamparino si riferisca nell’auspicare i necessari correttivi ai criteri di riparto del payback.

“Non possiamo tuttavia non rilevare come”, prosegue Hausermann “ancora una volta, si senta parlare di manovre una tantum che hanno dimostrato avere effetti di beve termine sulla spesa, ma distruttivi sul ciclo economico di un settore come quello del farmaco, che ancora oggi è una delle colonne della ripresa economica. Perché non pensare ad una ricetta diversa per una volta? Prima di tutto promozione della cultura dell’appropriatezza, con i farmaci equivalenti e biosimilari in prima linea nel garantire ampio accesso a terapie gold standard e contemporanea rimozione di assurdi ostacoli protezionistici come il patent linkage, una stortura tutta italiana che anche durante la recente conferenza internazionale organizzata a Roma dall’Autorità Antitrust Italiana e l’Organizzazione Mondiale della proprietà intellettuale WIPO, è stata largamente censurata”.
Il nostro Paese “sembra quasi abbia paura di liberarsi alla concorrenza. Per questo mi auguro che si crei la consapevolezza che il DDL Concorrenza, se resta nella versione che conosciamo con l’assenza della rimozione di questa stortura, sarà un’occasione clamorosamente mancata per favorire davvero la competizione nel settore. Perché è da qui che si dovrebbe partire per dare al mercato del farmaco una struttura all’altezza dei tempi e dei mutamenti in atto a livello mondiale, il resto è quadratura forzosa – e temporanea - dei bilanci”.

AssoGenerici ribadisce con forza che non promuovere politiche incentivanti e di vera concorrenza tra i farmaci coperti da brevetto e i generici, oppure ostacolare la competizione tra biosimilari e biologici originatori, è una tendenza che minaccia la sostenibilità del sistema e riduce, per i cittadini, le possibilità di accesso alle cure a elevato costo. “Rimuovere i paletti, concorrenziali e di governance, significa avere una visione chiara dell’interesse dei pazienti e di questo settore industriale. Ci auguriamo di poter contare sul supporto delle Regioni per queste battaglie” conclude il presidente di AssoGenerici.

FONTE: AssoGenerici

Disastro Germanwings, ennesima strage causata da psicofarmaci?  

Pseudoscienza psichiatrica e interessi economici multimilionari di alcune case farmaceutiche si sposano, e producono disastri.

Le notizie sullo schianto del volo Germanwings continuano ad arrivare, e anche se a volte sono parziali e contraddittorie, su due dati sembra esserci accordo tra le diverse fonti: Andreas Lubitz aveva un passato di cure psichiatriche, e nel suo appartamento sono stati trovati antidepressivi.
 5 anni fa la FAA (Federal Aviation Administration) abolì il divieto che da 70 anni impediva ai piloti americani sotto trattamento psichiatrico di prestare servizio. Da allora i piloti hanno il permesso di volare sotto l'effetto di potenti psicofarmaci. La regola era stata imposta a causa dei gravi effetti collaterali, stanchezza, difetti di visione e giudizio.
 Furono 4 gli antidepressivi consentiti: Prozac, Zoloft, Celexa e Lexapro. Fred Tilton, medico della FAA, disse che anche altri psicofarmaci avrebbero potuto essere approvati. I piloti in cura sono tenuti a effettuare una visita psichiatrica ogni sei mesi. L'agenzia FAA dice di non conoscere  il numero di piloti interessati, ma stima una percentuale di piloti depressi non dissimile da quella della popolazione, circa il 10%.
Con questa decisione, a esserne coinvolte non saranno le sole compagnie aeree.
Come sostenne all’epoca il Dott. Breggin: ”La FAA dovrebbe invertire la sua decisione prima che sia troppo tardi e centinaia di vite si perdano quando un pilota diventa impulsivo, suicida o violento - o solo perde la sua nitidezza - sotto l'influenza di farmaci antidepressivi”. La FAA disse di voler contribuire a rimuovere lo stigma che circonda la malattia mentale ed i farmaci antidepressivi, consentendo ai piloti di prendere i farmaci. Così la FAA (cedendo a pressioni da parte di Big Pharma?) si unisce alla campagna per la commercializzazione di psichiatria e psicofarmaci.
 L’episodio di cui si è reso protagonista Lubitz non è la prima strage messa in atto da una persona sotto l’effetto di psicofarmaci ma, per numero di vittime e per la modalità di esecuzione,è senz’altro la più eclatante. Ripercorriamo in breve solo alcuni degli episodi più recenti, ché altrimenti la lista sarebbe troppo lunga.
 Agosto 2013. Aaron Alexis, un ex soldato, in cura psichiatrica con l’antidepressivo Trazodon, commette una strage all’arsenale di Washington. Il bugiardino del Trazodone riporta un avviso dell’agenzia farmacologica statunitense (FDA): può causare suicidio.
 Maggio 2014. Sparks, Nevada. L’adolescente Jose Reyes uccide un insegnante e ferisce due compagni di scuola. Il ragazzo era in cura con antidepressivi.
 Luglio 2014. Andy Lanza uccide sua madre, va a scuola (a Sandy Hook, Connecticut) per compiere una vera e propria strage e si suicida prima dell’arrivo della polizia. Era in cura con uno psichiatra che poi ha distrutto le cartelle cliniche ed è fuggito in Australia.
 Agosto 2014. L’attore Robin Williams commette suicidio. Il referto del medico legale riferisce di un farmaco antidepressivo trovato nel sangue di Williams al momento della sua morte, nella fattispecie l'antidepressivo Mirtazapine, (noto anche come Remeron) – un farmaco che vanta ben 10 avvertenze d'uso (a livello internazionale) perché porta a suicidi premeditati.
 Settembre 2014. Vezelay (Francia): un quarantanovenne spara su un gruppo di liceali in visita scolastica ferendone due, di cui uno in modo grave. L’uomo era in cura con psicofarmaci.
 Novembre 2014. Muore suicida il marine Johnny Lutz (veterano delle guerre in Iraq e Afghanistan). I familiari riferiscono che i medici del Programma Veterani gli hanno somministrato psicofarmaci potenti che l’hanno portato al suicidio.
 Né mancano i casi italiani (lista di gran lunga incompleta):
 - A Davagna (Genova), un uomo di 53 anni, uccise una donna massacrandola a colpi d’ascia. L’uomo era in trattamento psichiatrico
 -A Roma, un uomo di 35 anni uccise la colf di 38 anni, che lavorava nella villetta dove lui viveva in affitto, decapitandola poi con una mannaia. Era in trattamento psichiatrico con antidepressivi.
 -A Seriate (BG) un uomo di 26 anni di Brivio (LC), decise di andare a fortissima velocità sull’autostrada e provoca un incidente, in cui perde la vita l’amico che era in macchina con lui. Dice poi: “C’era una voce che mi diceva di mettermi a correre”. L’uomo era in trattamento psicofarmacologico.
 I media di solito incolpano la malattia (“Era depresso”), dando per scontato il logoro luogo comune del matto che ammazza e si ammazza - un cliché privo di fondamento. Queste persone, in realtà, pur se “depresse”, non avevano mai ammazzato nessuno né avevano mai tentato il suicidio prima di entrare in cura. La cosa è nota, ed è citata tra i rischi di questi potenti farmaci psicotropi, al punto che negli USA, l’agenzia FDA ha imposto ai produttori di stampare sulle confezioni un riquadro nero (black box) - simile a quello usato sui pacchetti di sigarette - con la lista di effetti dannosi tra cui il suicidio.
 Gli studi scientifici che dimostrano questo legame sono numerosi. Ne citiamo qualcuno:
20 Agosto 2004: Una revisione sui test clinici pediatrici di Zoloft, Celexa, Effexor, Paxil, Prozac e altri antidepressivi della generazione precedente, condotta alla Columbia University, scopre che i giovani che li avevano presi, potevano essere soggetti ad azioni o pensieri suicidi. 
15 Ottobre 2004: L'FDA ordina alle compagnie farmaceutiche di aggiungere un avvertimento "scatola nera" (black box) in tutte le confezioni di antidepressivi, perché tutti questi farmaci potevano causare pensieri ed azioni suicide in bambini ed adolescenti. L'Agenzia ordina ai produttori di stampare e distribuire guide mediche con ogni prescrizione di antidepressivo e di informare i pazienti dei rischi. 
9 Dicembre 2004: L’European Medicines Agency's Committee for Medicinal Products for Human Use, che rappresenta 25 paesi europei, esorta a cambiare le informazioni sul prodotto riguardanti gli antidepressivi, e raccomanda di segnalare i rischi di comportamenti suicidi in bambini e adolescenti, e sulle reazioni di astinenza dal farmaco. Tutto ciò viene riaffermato nell'aprile 2005 aggiungendo che questi farmaci aumentavano il comportamento violento e suicida nei giovani. 
18 Febbraio 2005: Uno studio pubblicato sul " British Medical Journal" stabilisce che gli adulti sotto antidepressivi SSRI hanno una tendenza a suicidarsi due volte maggiore rispetto ai pazienti cui era stato dato il placebo (un farmaco senza nessun effetto; non contiene alcun principio attivo, che viene somministrato ad alcuni pazienti nei test clinici con lo scopo di determinare le caratteristiche del nuovo farmaco). 
30 Giugno 2005: L'FDA avverte riguardo il rischio di un potenziale aumento di comportamenti suicidi in adulti sotto antidepressivi, ampliando così il precedente avvertimento che si riferiva solo a bambini e adolescenti.. 
22 Agosto 2005: I ricercatori norvegesi scoprirono che gli adulti sotto antidepressivi avevano una tendenza al suicidio potenzialmente sette volte maggiore rispetto a pazienti che avevano preso il placebo.
12 Maggio 2006 : GlaxoSmithKline, il produttore di Paxil, spedisce una lettera ai dottori dicendo che il suo antidepressivo aumenta il rischio di suicidio negli adulti. E' stato il primo avvertimento di questo tipo da parte di un produttore. 
29 Settembre 2005: La FDA ordina alla Eli Lilly & Co. di modificare il foglietto illustrativo dello Strattera aggiungendo un avviso evidenziato in un riquadro riguardo l'aumento dei pensieri suicidi in bambini e adolescenti durante l'assunzione del farmaco. 

 Il CCDU chiede alle autorità di indagare su questi omicidi/suicidi apparentemente insensati, e fare qualcosa di concreto per fermare le stragi commesse da persone con la mente alterata da farmaci psicotropi. Si potrebbe cominciare, così come si fa per droghe e alcol, col vietare la guida (auto, moto, bus, treni, tram, aerei ecc.) a chi sia in trattamento con psicofarmaci.

Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani onlus
Maggiori informazioni sugli studi e avvertimenti riguardanti gli antidepressivi si può trovare qui:


IImmobildream non vessatorie, Carlino solo regole e clausole dello showbiz

Belen Rodriguez, Max Giusti, Enrico Brignano e Luciana Littizzetto: tutticitano Roberto Carlino, Presidente diImmobildream. Si tratta sempre di battute ironiche e mai di parole vessatorie. Solo le clausole e regole dello showbiz. L’ultima è stata proprio Luciana Littizzetto che ha citato il Presidente di Immobildream durante la trasmissione “Che tempo che fa”.
image
Tutti parlano di Roberto Carlino, Presidente di Immobildream, ma si tratta sempre di battute ironiche e mai di parole offensive o vessatorie. Negli ultimi mesi, infatti, diversi sono stati i personaggi dello spettacolo che hanno citato il Presidente di Immobildream. Dapprima Belen che lo ha citato ben due volte, poi Max Giusti e Enrico Brignano che lo hanno citano durante i loro spettacoli e, in ultimo, Luciana Littizzetto che lo ha citato qualche giorno fa durante la trasmissione “Che tempo che fa”. Del resto, sono le clausole e regole dello showbiz.
Ecco cosa ha detto la Littizzetto: Mattarella ha cominciato il suo lavoro a tempo pieno: ha parlato con Vendola, con Brunetta, si è anche un po’ offeso perché non è venuto Salvini e tra le tante cose, ha anche deciso di aprire il Quirinale tutti i giorni. Io non ho capito se è lui che apre personalmente il Quirinale come Roberto Carlino: non vendo sogni, ma solide realtà. Guarda che potremmo darglielo il Quirinale a Roberto Carlino, lo vendiamo oppure lo affittiamo per i matrimoni, non so, comunioni, o qualcosa del genere…”.
Il Presidente di Immobildream ha recentemente commentato in un’intervista al settimanale Novella 2000: “Ormai basta essere conosciuti - e il mio nome non è neanche così noto - perché tutti parlino di te. Per quanto riguarda il post di Belen, è stata una cosa simpatica che prendo con il beneficio d’inventario e molta filosofia”.

Sabato 28 marzo il CCDU è tornato ad informare la popolazione nel quartiere di Novoli

I Volontari di Firenze del CCDU, il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani, sono tornati a informare la popolazione a Novoli, nel bellissimo parco San Donato sabato 28 u.s.
I Volontari hanno montato il loro banchino con sopra il materiale informativo sui farmaci psichiatrici, con i moduli per la raccolta di petizioni: fra questi spiccava quella per eliminare nel nostro paese la disumana pratica dell'elettroshock che, contrariamente a quanto ritiene la maggioranza delle persone, non è affatto abbandonata ma continua a essere praticata in varie strutture sanitarie italiane.
Gli opuscoli informativi sui farmaci usati in psichiatria riportano una serie di fatti: cosa sono queste sostanze, cosa provocano nell'organismo e nella mente, e loro effetti a breve e lungo termine. Contengono informazioni sui rischi in cui incorre chi prende psicofarmaci, oggigiorno prescritti e assunti con troppa leggerezza e, ancora più importante, gli effetti collaterali - spesso molto gravi e permanenti - che anche i più comuni di questi farmaci, come gli ansiolitici e i sedativi causano nell'organismo.
Moltissime persone fra cui giovani genitori, si sono avvicinate al banchino del CCDU ed hanno acquisito materiali utili per avere una corretta informazione sull'uso degli psicofarmaci specialmente in merito alla somministrazione di queste sostanze alla popolazione pediatrica.
Per info visita il sito internet ww.ccdu.org


Stile presenta le serie Galaxy e Galaxy XL: design minimal e versatilità

Stile_Galaxy_terra Stile, azienda specializzata nelle ceramiche sanitarie, piatti doccia e soluzioni d’arredo per il bagno, presenta la nuova serie Galaxy. Nata dal desiderio di offrire una proposta dal design minimal ed elegante, Galaxy è la soluzione ideale per tutti coloro che desiderano impreziosire l’ambiente bagno con dei dettagli discreti. Le linee pulite si adattano a molteplici soluzioni arredative, dando la possibilità di personalizzare al massimo lo spazio in cui vengono inserite. Le forme sono armoniche e disegnate per venire incontro ai gusti più raffinati. Galaxy è disponibile sia nella versione a terra che sospesa. Particolarmente pulita nella versione a terra, Galaxy esprime al massimo il perfetto connubio tra eleganza e funzionalità nella versione sospesa. Stile_Galaxy_sospesaDimensioni:
  • Versione a terra: vaso (550x350x420h), bidet (550x350x420h)
  • Versione sospesa: vaso (540x360x355h), bidet (540x360x310h)
Galaxy è disponibile in versione XL ossia con seduta a 50 cm rispetto allo standard di 40 cm per permettere una maggiore comodità. Galaxy XL è la soluzione all’insegna dell’ergonomia e di un migliore comfort, ma sempre con attenzione al design. Inoltre, grazie al suo scarico traslato, il vaso della serie Galaxy XL può essere installato senza dover modificare gli impianti di scarico esistenti. Una nuova soluzione particolarmente adatta quando si desidera ristrutturare il vecchio bagno: Galaxy XL si adatta agli scarichi esistenti senza spese supplementari di rifacimento degli impianti. Dimensioni: vaso (550x350x500h), bidet (550x350x500h).   Per informazioni: STILE www.ceramicastile.it Digital PR a cura di Blu Wom Milano www.bluwom-milano.com p.fabretti@bluwom-milano.com

Nuovo corso di ufficio stampa e organizzazione eventi per Karta Bianca

Alla ricerca di un corso di formazione per l’organizzazione di eventi o ufficio stampa? Karta Bianca, agenzia per la cultura di Roma, propone la ventesima edizione del corso ufficio stampa e organizzazione eventi dedicato a chiunque voglia intraprendere una delle professioni più affascinanti e interessanti della comunicazione.

La nuova edizione del corso ufficio stampa partirà il 20 aprile 2015 e prevede una formazione della durata di 250 ore complessive suddivise tra la formazione in aula (di 50 ore) e uno stage presso importanti agenzie di comunicazione, organizzazione eventi e uffici stampa. Grande cura è posta proprio sull’esperienza nel campo per poter permettere ad ogni singolo studente di intessere la sua prima rete di contatti utile per il suo futuro.

La formazione in aula, invece, coinvolge professionisti del settore dalla pluriennale esperienza e la possibilità di accedere al workshop dedicato al ruolo del curatore di mostre di arte contemporanea tenuto da Valeria Arnaldi. Durante la formazione in aula lo studente potrà entrare in contatto con tecniche di project management e strategie di comunicazione oltre che a esercitazioni pratiche e case history.

Per chiunque poi sia interessato ad iscriversi entro il 1 aprile 2015 ci sarà l’opportunità di ricevere uno sconto pari al 25% sul prezzo finale del corso. Altra novità della ventesima edizione è l’opportunità di partecipare, previa registrazione via mail, alle lezioni aperte al pubblico per poter capire le metodologie di insegnamento e il tipo di didattica offerta.


Oltre al corso ufficio stampa, Karta Bianca propone anche il corso di giornalismo, per la professione di filmmaker e produttori tv andando a coprire ogni area strategica della comunicazione richiesta dalle aziende nel 2015. Se vuoi intraprendere la tua strada nel mondo della comunicazione, Karta Bianca ti offre la formazione su misura del tuo sogno. 

Continuano le lezioni informative sulla droga alla scuola media statale Granacci di Bagno a Ripoli

I Volontari fiorentini della campagna sociale La Verità sulla Droga, continuano nella loro azione di successo che consiste nel far conoscere i dati reali sulle droghe, specialmente alle persone che potrebbero, per età e status, iniziare a voler sperimentare le prime droghe.
Così alle due lezioni del 6 marzo, ne sono seguite altre due venerdì 27 u.s.
Gli alunni di alcune sezioni della terza media, coinvolti nella lezione, hanno mostrato un vero interesse specialmente per i video del documentario “La Verità sulla Droga”: persone reali-storie reali dove, ex tossicodipendenti raccontano le loro esperienze con la droga, in genere più tipi di droga, sperimentati.
I video sono molto toccanti e, senza mezzi termini, fanno vedere persone che hanno bruciato la loro vita, che hanno perso tutto e si sono preclusi la possibilità di fare carriera nella vita perchè l'unico scopo del loro misero vivere era solo la ricerca dello sballo.
Sono anche persone che in qualche modo sono riuscite a venirne fuori e, che confessano che avrebbero fatto di tutto per procurarsi una dose ma che, se avessero saputo non avrebbero mai cominciato; che si tratti di marijuana, di ectasy, o di altre droghe, tutte, tutte creano dipendenza e, una volta iniziato, è molto difficile venirne fuori.
Alla fine delle due lezioni, i ragazzi della Granacci hanno chiesto la la possibilità di vedere per intero tutti i video nella versione più particolareggiata, e questo loro interesse è stato premiato perchè hanno avuto il permesso per una proiezione che si svolgerà il 16 maggio p.v. Nell'auditorium dell'istituto, di modo che tutte le classi interessate possano partecipare.
Questo è davvero un buon inizio, far apprendere dati reali può voler dire salvare molte persone dall'incubo della droga, questo è lo scopo principale per cui i volontari si impegnano in questa campagna di prevenzione.



I dati falsi possono far commettere errori stupidi. Possono perfino impedire di assimilare i dati autentici. E' possibile risolvere i problemi dell'esistenza solo quando si posseggono dati autentici”. L. Ron Hubbard

lunedì 30 marzo 2015

Arriva “Baila soledad” dei Manolo GipsyGitanes

E' in uscita il 6 aprile 2015 in esclusiva su iTunes  il nuovo singolo "Baila soledad" dei Manolo GipsyGitanes e dal 20 aprile 2015 sarà disponibile in tutti i migliori digital store.  I Manolo GipsyGitanes sono la nuova scommessa di Maurizio Verbeni che ancora una volta punta al talento per la sua scuderia.

Sabato 28 marzo grande successo della campagna “Gioventu per i Diritti Umani” all'alberghiero Castello la Querceta di Montecatini.

I Volontari di “Gioventu per i Diritti Umani”, sabato u.s. hanno portato questa importante campagna nella bellissima sede dell'Istituto Professionale di Stato F. Martini di Montecatini Terme Castello La Querceta
All'Istituto Alberghiero, i volontari hanno incontrato i ragazzi della 1N per una lezioni che li ha coinvolti per circa 2 ore.
Sono stati proiettati video e slides rigurdanti l'argomento dei diritti umani, dalla loro nascita, per opera di Ciro il Grande, fino alla dichiarazione Universale del 1948, anno in cui le Nazioni Unite, nate per promuiovere i diritti umani e la pace, crearono la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, per la stesura della quale, Eleanor Roosevelt guidò il comitato che stabilì che questa dichiarazione concede i diritti a tutta l'umanità.
I 30 video, uno per ogni diritto umano, sono interamente interpretati da ragazzi, che inscenano in maniera magistrale il diritto violato.
L'ultimo video, a tempo di reep, è quello che più ha coinvolto i ragazzi, la bellezza delle immagini e la morale che ne scaturisce alla fine, racchiude il succo su come far rispettare i propri diritti rispettando a sua volta quelli degli altri, ma soprattutto quali sono gli atteggiamenti e le strategie giuste affinchè sempre più persone conoscano quelli che sono i diritti umani e e la Dichiarazione Universale degli stessi.
Anche i docenti, che hanno presenziato la lezione, sono rimasti molto soddisfatti e, con loro, sono state gettate le basi per una importante collaborazione al fine di estendere questa campagna a più ragazzi possibile, per questo, per l'anno prossimo sarà fatta una calendarizzazione per l'inserimento delle lezioni nel programma scolastico dell'Istituto.
Alla fine della lezione sono stati lasciati gli opuscoli “ Che cosa sono i Diritti Umani?” per una conoscenza e una breve storia dei 30 diritti umani.

I Diritti Umani Devono Essere Resi Un Fatto Non Un Sogno Idealistico” L. Ron Hubbard


Ancora La Via della Felicità distribuita a Novoli il 28 marzo

I Volontari della campagna sociale La Via della Felicità, hanno veramente preso a cuore il rione di Novoli, tanto che sabato 28 marzo, hanno di nuovo distribuito i preziosi libretti contenenti i 21precetti, nel noto quartiere fiorentino.
Novoli non rappresenta più la periferia di Firenze, è un quartiere che di fatto sta diventando sempre più importante e sempre più accogliente: il polo universitario rappresenta davvero una bella realtà, dove giovani studenti si incontrano nei bellissimi spazi fuori e dentro locali che sono sempre più a portata di ragazzo/studente, il bellissimo parco San Donato è diventato una bella attrattiva per tutti con vasti spazi abbelliti da giardini con fontane e giochi d'acqua, da giostre per bambini di varie fascie di età, un'oasi insomma dove anche donare un manuale di buone maniere come l'opuscolo La Via della Felicità, diventa oltremodo un piacere.
A dire il vero sembrerebbe il posto ideale dove ogni persona si possa soffermare a riflettere sul contenuto di questo manuale di buon senso, e possa decidere di ripristinare le buone maniere ed il rispetto si sé proprio da quel momento.



 “Il potere di indicare una via verso una vita meno pericolosa e più felice è nelle tue mani”. L. Ron Hubbard

Giuseppe Pronesti, vince il prestigioso premio Cartagine

Nel ghota dell'alta finanza si fà strada Giuseppe Pronesti, giovane economista e imprenditore. - Il giovane economista Giuseppe Pronesti vince il prestigioso premio Internazionale Cartagine.
Nella città di Tolentino, presso la sala delle cerimonie del Castello della Rancia si è tenuto Il prestigioso e ambito premio Cartagine quest’anno alla sua XIV edizione sarà conferito ad importanti personalità del mondo della cultura, dell’economia, della medicina, del sociale e dello sport.
Il premio che da sempre rappresenta un prestigioso riconoscimento destinato a coloro che hanno contribuito in Italia e all’Estero, allo sviluppo ed alla diffusione della cultura per la promozione del progresso dei popoli, della ricerca della verità, della libertà, della giustizia e della pace.
Nel campo della Finanza ed Economia si distingue Giuseppe Pronesti, giovane economista e dell'alta finanza di talento che in pochi anni ha dato prova di grande competenza, professionalità e senso degli affari, onorando il suo impegno per il bene comune. Con Passione ha saputo creare una formula per poter finanziare le piccole e medie imprese. Grazie al suo stile di Management innovativo e dinamico gli ha permesso di acquisire aziende e portarle al successo nazionale e internazionale. La sua missione è unica..aiutare i giovani come lui. Un esempio unico in questo momento in cui molti dei nostri più importanti talenti vanno all'estero.



sabato 28 marzo 2015

SalvaWatt il Rifasatore di Risparmio Energetico

E' una novità totale da non lasciarsi sfuggire per l'Italia. Un risparmio sicuro e assicurato sin dalla prima bolletta elettrica. Senza apportare modifiche, nemmeno di un "filo" del proprio impianto elettrico o firmare un contratto con un nuovo fornitore di energia elettrica



Per risparmiare immediatamente e richiedere SalvaWatt, chiamare il servizio clienti al numero 0175.576064 (in alternativa visitare il sito salvawatt.it o spedire un fax al numero 0172.293114) ed conseguire un risparmio energetico sui consumi della bolletta variabile tra il 10% e il 35%.
Un rifasatore, è un particolare congegno di risparmio energetico compatto che lavorando sull'energia compiuta al momento consente di ridurre i consumi e migliorare lo stesso impianto.

I rifasatori commercializzati con il marchio Salvawatt sono di due tipi, rifasatore monofase, rivolto principalmente al rifasamento domestico diversamente per attività artigianali, commerciali e industriali è stato messo in commercio il rifasatore trifase, disponibile anche nella versione speciale su richiesta rivolto a  portate maggiori ai 40 kW dove il cliente potrà sceglierne nei minimi dettagli l'assemblaggio. 

giovedì 26 marzo 2015

Immobildream, non vessatorie le parole di Belen. Clausole e regole dello showbiz

Il Presidente di ImmobildreamRoberto Carlino, è stato intervistato nel programma di Radio24 “La Zanzara”. In merito alle recenti dichiarazioni di Belen, Carlino ha commentato: “Non è importante che si parli bene o si parli male, l’importante è che se ne parli, del resto bisogna prenderle con filosofia”. Parole non vessatorie quindi. Ironicamente, le clausole e le regole dello showbiz.
Durante un’intervista al programma di Radio24 “La Zanzara” Roberto Carlino, Presidente del Gruppo immobiliareImmobildream, ha dichiarato di aver votato alle primarie Matteo Renzi e di ritenerlo un politico capace: “La capacità di rendere il suo partito coeso sul nome di Mattarella per l’elezione del Presidente della Repubblica ne è stata la dimostrazione”.

Tra i temi affrontati durante l’intervista, le recenti dichiarazioni di Belen Rodriguez in polemica con Malgioglio. Il Presidente di Immobildream ha così commentato in merito alle dichiarazioni della showgirl argentina: “Non è importante che si parli bene o si parli male, l’importante è che se ne parli, del resto bisogna prenderle con filosofia”. Parole non vessatorie dunque.

Carlino ha poi aggiunto, rivolgendosi al conduttore della trasmissione: “Vorrei venderle casa, le vorrei dare una solida realtà, la vorrei rendere un uomo felice. In questo momento sta ripartendo il mercato immobiliare, oggi i prezzi sono ai minimi storici e i mutui non sono mai stati così bassi, quindi oggi più che mai conviene comprare casa”. Alla domanda: “Venderebbe una casa a una coppia di omosessuali?” il Presidente di Immobildream ha risposto “Non ci sono dubbi, certamente sì”.

Il primo numero di The One Yacht&Design presente al salone nautico di Dubai

“SOGNARE ISPIRATI DALLE NOSTRE PASSIONI”

 Standing ovation a Dubai per il primo numero di The One Yacht&Design! La nuova testata internazionale è stata presentata nei giorni scorsi ufficialmente al salone nautico di Dubai, dove ha raccolto un grande consenso.
A partire dalla copertina, apprezzata per l’originalità e il grande impatto visivo, The One Yacht&Design è stata particolarmente gradita per la trattazione dei temi legati alla nautica affrontati con un taglio emozionale e non tecnico, con lo scopo di mettere in luce tutta la passione che anima gli attori di questo settore: dai designer agli armatori, dai progettisti ai cantieri. E’ piaciuta molto anche l’idea di utilizzare una gemma preziosa come fil rouge della testata: il primo numero è stato il “Ruby Issue”.

 The One Yacht&Design ha convinto anche il pubblico femminile che ha immediatamente riconosciuto a questa testata il merito di rivolgersi alla donna come giudice fondamentale nella scelta di una barca.

Prossimo appuntamento dal 23 al 26 aprile a Singapore per il Singapore Yacht Show 2015, dove per l’occasione verrà distribuito il secondo numero di THE ONE Yacht & Design nella sua veste smeraldo.

Per ulteriori informazioni, approfondimenti, news e per scaricare i media kit delle testate in pdf e sfogliare online le riviste visita il sito www.platinummedialab.com

Tutti i prodotti Platinum Media Lab (WONDER CORTINA, WONDER WORLD SEASONAL E THE ONE YACHT & DESIGN) si possono tranquillamente definire dei coffee table magazines con attenzione estrema alla qualità delle immagini e dei contenuti e alla loro rappresentazione nella forma più espressiva ed elegante possibile.

Per informazioni:

Platinum Media Lab
www.platinummedialab.com
Digital PR a cura di
Blu Wom Milano
www.bluwom-milano.com
p.fabretti@bluwom-milano.com

MedCam 2015: Settimio Grimaldi, Senza acqua non c’è vita

In occasione della 5° edizione del congresso MedCam, che si svolgerà a Bardolino (Lago Di Garda) dall’8 al 10 Maggio nell’hotel Caesius Thermae, il Dott. Settimio Grimaldi, già noto alla platea scientifica di MedCam, proporrà anche in questa edizione un interessante intervento che affronterà il tema dei sistemi acquosi alla base dei processi vitali ma soprattutto analizzerà la complessità dell’acqua ed in particolar modo il fenomeno della BioRisonanza dell’acqua, con particolare accento sulla terapia di Informazione Biofisica applicata alla Biologia ed alla Medicina.
Il Dott. Settimio Grimaldi è un Biofisico e svolge la propria attività scientifica come Primo Ricercatore del CNR.
In occasione del congresso di Medicina non Convenzionale MedCamil Dott. Grimaldi esporrà la relazione “ Teoria dell’informazione e teoria dei segnali in Biologia e Medicina”.
MedCam 2015 Settimio Grimaldi Biofisico CNR
Nell’esposizione del suo intervento, il Dott. Grimaldi parte da un assunto fondamentale: “è universalmente noto che i sistemi acquosi costituiscono la base primaria per i processi vitali: senza acqua non c’è vita”.
L’importanza dell’acqua nel garantire e mantenere i processi vitali era ben nota nell’antichità, Talete infatti la considerava come “l’essenza primaria “ della natura.
L’acqua liquida mostra molte anomalie nelle sue proprietà termodinamiche, quali compressibilità, variazione di densità e capacità termica, tali anomalie sono più evidenti a basse temperature ma sussistono anche a temperatura ambiente dove gli organismi viventi si sono evoluti.
La nostra visione tradizionale dell’acqua è una distribuzione omogenea di strutture tetraedriche legate tra di loro da legami ma il Dott. Grimaldi introdurrà i partecipanti ad una più complessa visione della struttura dell’acqua a temperatura ambiente ovvero quella teorizzata dei domini di coerenza e della Elettro Dinamica Quantistica (QED).
I domini di coerenza dell’acqua, presenti nei sistemi viventi, possono svolgere un ruolo aggiuntivo nel modulare le funzioni biologiche, generando strutture dissipative che forniscono le basi per l’archiviazione e la risposta di informazioni mediate da segnali elettromagnetici esterni.
L’intervento del Dott. Grimaldi prenderà in esame, con particolare attenzione, il fenomeno della biorisonanza, l’effetto di risonanza coinvolgente strutture biologiche, per discutere come frequenze specifiche possono modulare funzioni cellulari o sistemiche per ripristinare o mantenere lo stato di salute. L’effetto della biorisonanza, da la possibilità clinica di modulare e ripristinare il campo di informazione biologica attivando l’autoregolazione del campo morfogenetico.
Il Dott. Grimaldi porrà inoltre, le basi di discussione sugli scenari futuri, quando la Terapia di Informazione biofisica potrebbe in tutto o in parte rimpiazzare la medicina farmacologica integrando la corrente pratica medica sia nella terapia che nella prevenzione consentendo un approccio terapeutico veramente personalizzato.
banner300x300
Il congresso MedCam ha tra le sue finalità quello di Educare alla Conoscenza e di Educare l’Educatore attraverso il confronto, l’approfondimento e lo scambio di relazioni su tematiche esperienziali. Il Programma Scientifico di MedCam è impreziosito dalla presenza di  Relatori di eccellenza e prevede, oltre alle sessioni plenarie, anche la nutrita sessione Call for Abstract che permetterà ai partecipanti di esporre le proprie ricerche e metodiche per mezzo di poster e dissertazioni orali, e di prendere parte a  sessioni pratico-dimostrative. Un’occasione per condividere e dare il proprio contributo alla  costruzione e allo sviluppo di un percorso terapeutico integrato, consapevole, sociale e sostenibile  che abbia sempre al centro l’interesse e la cura della persona nella sua totalità..
3 giorni, 60 relatori, 40 sessioni Call For Abstract, sessioni pratico-dimostrative, per riunire in un’unica sede le tematiche afferenti alle Medicina Non Convenzionale e alle Scienze Olistiche approcciate nella loro multidisciplinarietà al fine di integrarle con altre scienze quali la fisica moderna, la meccanica quantistica, le neuroscienze e la biologia  con lo scopo ultimo di riscoprire il  trait d’union che le lega, le integra e ne accomuna la visione olistica e che eleva il paziente semplice a sistema-uomo complesso.

Fonte
MedCam
logo MEDCAM



Segreteria Organizzativa

MEDCAM
Tel. +39 06 83086609 – +39 06 64522661 – Fax +39 06 83391913 – Cell + 39 327 8566369
mailto: congresso@biot.it congresso@medcam.it
web site: http://www.med-cam.it

Accor e la sua battaglia per la sostenibilità: INFOGRAFICA PLANET 21

Dal 2012 ad oggi la famosa catena di hotel Accor porta avanti la sua battaglia in favore della sostenibilità: il suo programma si chiama PLANET 21 e mira a sensibilizzare la clientela su questa importante e attuale tematica.

L'infografica di Ibis continua la lotta suggerendo dei piccoli accorgimenti per rispettare di più il pianeta che abitiamo.

Per maggiori informazioni clicca QUI.


Marijuana, una via verso l'abuso di droghe


Come sappiamo, le droghe sviluppano una tolleranza in chi le usa, la marijuana non fa eccezione, essendo di fatto una droga; ma perchè la marijuana può portare i consumatori ad usare droghe più forti? Semplicemente per raggiungere lo stesso sballo.
Quando gli effetti cominciano a svanire, la persona può passare ad assumere droghe più potenti per liberarsi delle condizioni indesiderate che erano state la causa dell'assunzione di marijuana in primo luogo.
La marijuana , in se stessa, non porta ad assum,ere altre droghe. Le persone assumono droghe per liberarsi di situazioni o sensazioni indesiderate. La droga ( marijuana) maschera il problema per un certo tempo (finchè la persona è sotto il suo effetto). Quando lo “sballo” viene meno, il problema, condizione o situazione indesiderata ritorna in maniera più in tensa di prima. La persona potrebbe allora passare all'uso di droghe più forti, dal m omento che la marijuana non “funziona” più.
La maggioranza delle persone che usa cocaina (99%) ha cominciato con una droga ponte come marijuana, sigarette o alcool. Naturalmente non tutti coloro che fumano marijuana e hashish passano ad assumere droghe più pesanti. Alcuni non lo fanno mai. Altri smettono del tutto di assumere marijuana. Ma alcuni passano ad assumere droghe più pesanti.
Uno studio ha scoperto che i giovani ( tra i 12 e i 17 anni) che utilizzano marijuana hanno una probabilità maggiore di 85 volte di utilizzare cocaina rispetto ai ragazzi che non la usano e che il 60% dei ragazzi che fumano marijuana prima dei 15 anni è passato ad usare cocaina.
Anche per questo motivo i volontari fiorentini della campagna sociale La Verità sulla Droga, cercano di intensificare l'informazione sui pericoli delle droghe con distribuzioni giornaliere di centinaia di opuascoli informativi, oggi in centro, sugli autobus urbani, i volontari offriranno gratuitamente gli opuscoli in particolare quelli riguardanti la marijuana, educare le persone con informazioni corrette riguardanti la verità sulla droga è lo scopo di base della campagna al fine poter vivere in un mondo libero dalla droga.


La ricerca dimostra che le droghe sono l'elemento più distruttivo nella nostra cultura attuale”. L. Ron Hubbard

I lavori a maglia sono ancora più social


I lavori a maglia sono sempre stati un momento di condivisione, da quando le donne si trovavano la sera davanti al fuoco o al pomeriggio nelle contrade dei borghi per stare insieme e scambiarsi consigli e compagnia dopo il momento di lavoro, lavorare a maglia è sempre stato il momento in cui le donne si raccontavano.
Anche i lavori a maglia cambiano col cambiare dei tempi. Ora molte abitudini sono cambiate lo sappiamo, prima di tutto abbiamo poco tempo e quindi con difficoltà ritagliamo dei momenti per noi per dedicarci a quello che oggi è un hobby mentre una volta era un esigenza. Se è difficile trovare un momento per dedicarci al lavoro a maglia è ancora più difficile riuscire a condividerlo, sono nati degli spazi dedicati quali il knit cafè, che permette di passare del tempo insieme lavorando a maglia e intanto oltre a scambiarci idee e consigli sulle lavorazioni diventa anche un momento di condivisione delle proprie esperienze di vita e nascita di belle amicizie.
Oltre agli spazi fisici la vera novità sono gli spazi virtuali, blog, chat, gruppi su facebook in cui le persone accomunate dalla passione del lavoro a maglia, uncinetto e altri hobby si ritrovano pur essendo lontane per scambiarsi allo stesso modo idee e consigli. Molte persone hanno deciso di creare un proprio spazio sul web dove parlare della propria passione, condividere le loro conoscenze e le loro capacità attraverso anche la condivisione di modelli per la realizzazione di capi ai ferri o all'uncinetto.
Lavorare a maglia è un attività che ha un valore emotivo molto alto, ed è per questo che la merceria online di Lana e d'altre storie vuole raccogliere i racconti della passione delle blogger per farla conoscere ad un sempre maggior numero di persone per permettere sempre di più la libera circolazione delle idee legate ai lavori a maglia.
L'assunto da cui parte l'iniziativa è che:
"I lavori a maglia raccontano le nostre storie, e le nostre storie sono la nostra vita".

Di lana e d'altre storie, una merceria online dedicata al lavoro a maglia, ha costruito uno spazio per i guest post, per permettere alle persone che hanno un loro blog di farsi conoscere e di ampliare il proprio pubblico.
Se lo desideri pui chiedere informazioni sulla iniziativa a http://dilanaedaltrestorie.it/, oppure mandare una mail a info@dilanaedaltrestorie.it



mercoledì 25 marzo 2015

Stanzesingole.it: scopri le nuove stanze a Niguarda e Bicocca.

Alla ricerca di una stanza a Milano per goderti il meglio degli eventi del salone del mobile o di expo 2015 senza però essere sommerso dall’affluenza di turisti? La soluzione che fa per te è l’affitto di una stanza a Niguarda, a pochi passi dai mezzi e perfetta per raggiungere ogni punto caldo del capoluogo milanese durante il periodo degli eventi più cool della città.

Il portale dedicato alle soluzioni abitative in condivisione stanzesingole.it propone stanze a Niguarda e in qualsiasi zona di Milano sulle esigenze di ogni singolo viaggiatore che voglia vivere la città al meglio. Il portale infatti è rivolto a studenti o lavoratori che devono soggiornare a Milano per un tempo superiore alle due o tre settimane e cercano  una soluzione economica ma di qualità.

Creato da Reale Gest, Stanze Singole propone un’interfaccia semplice in cui il singolo utente può scegliere una zona di Milano, il tipo di budget a disposizione e in pochi clic vedrà apparire sotto i suoi occhi una selezione delle migliori stanze in affitto comprensive di indicazioni su chi in quel determinato periodo abita la casa. Un motore di ricerca interno che permette di scegliere in modo completo in base alle proprie esigenze per garantire il massimo comfort sia a livello di zona che e soprattutto di condivisione dello spazio abitativo. Oltre all’indicazione di chi vive all’interno della casa nelle schede di ogni singola stanza, a Niguarda o in Sempione, sono elencati tutti i servizi di cui la casa è dotata e a cui gli inquilini possono accedere senza problemi o costi aggiuntivi.

Altra particolarità del servizio proposto da Stanzesingole.it è che tutti gli affitti sono regolarmente registrati e le condizioni di pagamento sono subito chiare proponendo una soluzione chiavi in mano agevolando in tutto il nuovo inquilino, aiutandolo anche nelle pratiche per la richiesta della residenza.

Semplice e di qualità, ecco il tuo nuovo modo per cercare stanze singole a Milano

Medicine Non Convenzionali: Antonella De Ninno La grammatica dell’acqua #MedCam

In occasione della 5° edizione del congresso MedCam, che si svolgerà a Bardolino (Lago Di Garda) dall’8 al 10 Maggio nell’hotel Caesius Thermae, la Dott.ssa Antonella De Ninno interverrà sul tema dell’acqua come elemento predominante del ns. pianeta e certamente come elemento che contiene più significati per quanto riguarda l’interpretazione della vita.
Tra i vari Relatori che interverranno durante la tre giorni del quinto Congresso Internazionale delle Medicine non Convenzionali e Scienze Olistiche – MedCam, sarà presente per la prima volta quest’anno il la Dr.ssa Antonella De Ninno con la relazione dal titolo: “La grammatica dell’acqua”.
La Dott.ssa Antonella De Ninno è un Fisico e lavora come Ricercatrice presso l’ENEA di Frascati.
In occasione del congresso di Medicina non Convenzionale MedCam la Dottoressaaccompagnerà i partecipanti in un viaggio alla scoperta della grammatica dell’acqua, ovvero, il linguaggio attraverso cui l’acqua comunica.
MedCam 2015 Antonella De Ninno
Negli ultimi anni sono stati realizzati molti esperimenti coinvolgenti l’acqua liquida che hanno prodotto risultati inaspettati. Si va dalle ricerche sulla presenza di aggregati in acqua pura che ha subito filtrazioni, alla prova della formazione di nano aggregati in soluzioni acquose di macromolecole di interesse biologico, fino alla emissione di segnali elettromagnetici da DNA di virus e batteri in soluzioni altamente diluite.
Di contro, come vengono interpretati gli effetti dei campi elettromagnetici di piccola ampiezza e bassissima frequenza sui sistemi biologici e quali gli effetti che essi inducono sull’acqua di idratazione delle macromolecole?
Dall’analisi di questi, ed altri esperimenti emerge una descrizione dell’acqua liquida costituita da due fasi, con differenti caratteristiche fisiche, così come ipotizzato dai biologi quaranta anni fa, in grado di spiegare molti fenomeni di rilevanza biologica.
La Dr.ssa De Ninno spiegherà dunque come questo insieme di regole ed evidenze agiscono come una grammatica necessaria alla costruzione di un linguaggio articolato: quello della vita.
banner300x300
Il congresso MedCam ha tra le sue finalità quello di Educare alla Conoscenza e di Educare l’Educatore attraverso il confronto, l’approfondimento e lo scambio di relazioni su tematiche esperienziali. Il Programma Scientifico di MedCam è impreziosito dalla presenza di  Relatori di eccellenza e prevede, oltre alle sessioni plenarie, anche la nutrita sessione Call for Abstract che permetterà ai partecipanti di esporre le proprie ricerche e metodiche per mezzo di poster e dissertazioni orali, e di prendere parte a  sessioni pratico-dimostrative. Un’occasione per condividere e dare il proprio contributo alla  costruzione e allo sviluppo di un percorso terapeutico integrato, consapevole, sociale e sostenibile  che abbia sempre al centro l’interesse e la cura della persona nella sua totalità..
3 giorni, 60 relatori, 40 sessioni Call For Abstract, sessioni pratico-dimostrative, per riunire in un’unica sede le tematiche afferenti alle Medicina Non Convenzionale e alle Scienze Olistiche approcciate nella loro multidisciplinarietà al fine di integrarle con altre scienze quali la fisica moderna, la meccanica quantistica, le neuroscienze e la biologia  con lo scopo ultimo di riscoprire il  trait d’union che le lega, le integra e ne accomuna la visione olistica e che eleva il paziente semplice a sistema-uomo complesso.

Fonte
MedCam
logo MEDCAM



Segreteria Organizzativa

MEDCAM
Tel. +39 06 83086609 – +39 06 64522661 – Fax +39 06 83391913 – Cell + 39 327 8566369
mailto: congresso@biot.it congresso@medcam.it
web site: http://www.med-cam.it