Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

lunedì 4 gennaio 2016

Perchè viene il singhiozzo? ecco le cause e i rimedi per mandarlo via

Chi non conosce il tanto fastidioso singhiozzo? Sicuramente molti di voi. Anche se, non tutti sanno perché viene!!! 

Contrazioni involontarie del diaframma a cui segue la chiusura improvvisa delle corde vocali le quali generano il suo caratteristico suono, il singhiozzo arriva subito dopo aver mangiato o bevuto troppo in fretta o con veemenza, tanto da provocare una distensione e un’irritazione dello stomaco. 

Anche le bibite gassate possono provocare il singhiozzo, così come l’alcool e l’eccesso di fumo o, nei casi più gravi, si verifica a causa di un disturbo alle vie nervose del cervello. Ciò spiega perché il singhiozzo viene durante variazioni di temperatura improvvise o nel mezzo di situazioni emotive piuttosto coinvolgenti. 

Come dire STOP al singhiozzo? Ecco i rimedi. Quelli della nonna, intramontabili, come trattenere il respiro o bere dell’acqua per un po’ di secondi e continuare fino a che gli spasmi non finiscono, o toccare e solleticare l’ugola con un batuffolo di cotone, sono sempre ben accetti. 

Ma ne esistono altri. Se questo fastidio chiamato singhiozzo dura, dobbiamo assolutamente recarci al pronto soccorso per approfondire meglio le cause. In alcuni casi, infatti, può indicare sei problemi nelle aree cerebrali come ictus, tumori, infezioni e addirittura la sclerosi multipla. 

Il consiglio, quindi, è quello di prestare molta attenzione e verificare l’andamento del singhiozzo, verificando quante volte si scatena durante il giorno e le situazioni in cui arriva e come prende. E se gli spasmi durano per un periodo di tempo più lungo del normale, dobbiamo consultare un medico e prenotare una visita per capire bene le cause e per risolvere il problema.

Scritto gratuitamente dallo staff di benessereesalute.eu

Nessun commento: