Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

martedì 30 maggio 2017

Chiara Pavoni al Teatro Elettra per L’Unità d’Italia

Venerdì 2 giugno 2017 alle ore 17.30 in occasione del 71° anniversario della fondazione della Repubblica, l’Alcras (Associazione Laica Centri Regionali di Azione Sociale) organizza “Il risorgimento italiano: dalla Carboneria alla Repubblica” al Teatro Elettra di via Capo d’Africa, 30 a Roma. Uno spettacolo di teatro e musica con l’attrice Chiara Pavoni.

FOXY LADIES “NERO PASTELLO” È IL NUOVO SINGOLO ESTRATTO DALL’ALBUM D’ESORDIO “RADIOFOXY IN FM” DELLE TRE SORELLE CONCORRENTI DI “THE VOICE OF ITALY”


Il trio veneto tutto al femminile presenta un brano che calca le sfumature sonore più frizzanti della motown ponendosi come ponte fra pop e black music e avvolgendo in maniera vulcanica l’ascoltatore.

«Quei giorni in cui la giornata sembra non girare, in cui il volto resta imbronciato e la vista non è a colori»: “Nero Pastello” inizia così, con i pensieri che si accavallano e non lasciano spazio al buonumore. L'atmosfera motown piena di groove, che rimanda alle più famose sonorità rhythm'n'blues, reinventa in modo fresco e leggero questo stato d'animo, tanto che i colori in realtà scatenano una festa, resa dagli intrecci delle voci delle Foxy Ladies. “Nero Pastello”, con i sapienti arrangiamenti musicali di Graziano Beggio e quelli vocali di Roberto Castellin (entrambi anche autori del brano assieme a Foxy Ambra), unisce il pop alla musica black, la chitarra distorta ai fiati, la melodia al fraseggio soul, i contrasti alle sfumature. Alla fine del brano resta nell'aria un sapore divertente e pieno di energia, al quale è impossibile restare indifferenti. Puro marchio “Foxy Ladies”.





Il progetto delle Foxy Ladies prende avvio in una famiglia in cui la passione per la musica viene tramandata dal padre. Le tre sorelle Ambra, Federica e Sara Baccaglini scoprono presto il loro talento e si dedicano al canto ricevendo molto presto positivi riscontri ed entrando in contatto con artisti internazionali della scena gospel e soul (Tammy McCann, James Monque'd, Kelly Longmire, ed altri). La musica nera fa quindi da sfondo a questo progetto sin dagli esordi e filtra attraverso lo stile vocale delle Foxy Ladies anche quando cantano in italiano. Il loro cantare assieme avviene come un fatto naturale, vissuto prima ancora che come performance, come momento di condivisione nella quotidianità. Se le voci soliste si distinguono ognuna per timbro e vocalità, quando l'armonia vocale le unisce in una voce sola la magia si amplifica. L'intento delle Foxy è esprimere questa passione e questa unione attraverso l'intensità dei loro brani inediti, nonché attraverso il rifacimento di alcune hit memorabili (Hit the road Jack, Natural woman, Candyman, Sex Bomb, ed altre) che le hanno distinte in questi quindici anni di concerti e nelle loro apparizioni televisive.

Etichetta: Freecom

BIO

Ambra, Federica e Sara Baccaglini, in arte FOXY LADIESsono tre sorelle venete che hanno sempre avuto come colonna sonora la black music, il soul, il gospel e il blues. Il padre le inizia alla musica giovanissime e loro non la abbandonano più. Ognuna vanta importanti esperienze solistiche, ma è solo assieme che le voci raccontano una storia unica ed emozionante. Dopo numerosissimi concerti soul e gospel fatti in più di dieci anni di carriera e due dischi all'attivo, le Foxy Ladies ottengono riconoscimenti a livello nazionale e nel 2013, nel programma di Rai 2 La vita in direttasono presentate come “le sorelle del canto”. Nel 2016 partecipano a The Voice of Italy nel team di Raffaella Carrà, e sono il primo gruppo vocale in assoluto nella storia del talent televisivo. Grazie al loro talento ed alla loro verve riscuotono grande successo fra il pubblico italiano e sono ospiti più volte al programma radiofonico di Radio 2 Social Club, con Luca BarbarossaAndrea Perroni ed ospiti internazionali. Nell'autunno del 2016 esce il loro primo inedito Givin' my best (il lunedì fa male), ma il desiderio di lasciare al pubblico altre canzoni originali dal marchio “Foxy Ladies” spinge le sorelle Baccaglini a realizzare il loro primo disco di inediti “RADIOFOXY in FM”, di cui “Nero Pastello” è il primo singolo.



Contatti e social






VITTORIO DE SCALZI “L’ATTESA” È IL NUOVO SINGOLO DEL FONDATORE DELLO STORICO GRUPPO NEW TROLLS



Il cantautore genovese torna in scena con un brano evocativo ispirato al suo mare e prodotto dal cantautore Zibba, suo conterraneo, celebrando i 50 anni di carriera.

Il brano, come si evince dal titolo stesso, parla dell'attesa di un ritorno: descrive una mancanza di gesti, di quotidianità, di piccole importantissime cose che insieme compongono il sentimento. Scritto su un'onda emotiva sconosciuta, la canzone nasce scrutando il mare della sua Genova, proprio là dove si vuol buttare lo sguardo all'orizzonte, ma le onde ti portano indietro malinconie. Abbinare poi i fiori - come si legge nel testo - alle emozioni, per colorarle e profumarle è un tentativo di spazzare via i rimpianti. Il brano è stato prodotto da Zibba e l'arrangiamento con la fisarmonica studiato proprio per conferire una componente evocativa.




Il 2017 segna i 50 anni di onorata carriera di Vittorio De Scalzi, ma anche di ispirazioni continue, tra musica e parole, per uno dei compositori, autori, cantanti italiani che della sua ricerca ha fatto un progresso, anzi un “prog”. Per celebrare questo importante traguardo l’artista terrà un concerto-evento con grandi ospiti presso il Teatro San Carlo di Napoli il prossimo 15 maggio.

BIO

Fondatore del complesso I Trolls insieme a Pino Scarpettini. Nello stesso anno debutta come solista, in un disco realizzato per l'etichetta discografica ARC, dal titolo “Vietato ai maggiori di pochi anni”. Nel 1967, terminata l'esperienza dei Trolls, costituisce una nuova formazione, denominata appunto New Trolls, e con questa getta le basi per una proficua carriera, caratterizzata sin dall'inizio dall'intento di concentrarsi su un repertorio inedito originale, evitando di proporre cover di artisti stranieri come ancora si usava all'epoca. Componenti del complesso oltre a De Scalzi sono Nico Di Palo (chitarre), Gianni Belleno (batteria), Giorgio D'Adamo (basso) e Mauro Chiarugi (tastiere). Nello stesso anno la band apre i concerti della tournée italiana dei Rolling Stones e suona in jam session con musicisti del calibro di Stevie Wonder.
Contemporaneamente De Scalzi si impegna nel lavoro di ricerca sulla musica popolare genovese, scrivendo in quegli anni canzoni dialettali parte del patrimonio culturale della sua città. Con la collaborazione di Fabrizio De André e del poeta Riccardo Mannerini, compone i brani del primo album dei New Trolls, “Senza orario senza bandiera”, di cui Mannerini è autore dei testi e il musicista arrangiatore e produttore. L’ LP sarà tra i primi esperimenti di concept album italiano.
Vittorio De Scalzi è autore di molte canzoni di successo della band (da “Visioni” a “Una miniera”, a “Quella carezza della sera”). Ha composto anche canzoni per Mina e per Ornella Vanoni. Tra i brani scritti per altri interpreti, quelli contenuti nell'album “Tutti i brividi del mondo” di Anna Oxa.
In qualità di tastierista e cantante dei New Trolls, De Scalzi ha partecipato a otto edizioni del Festival di Sanremo. Nell'edizione del 1996 la band partecipa in coppia con Umberto Bindi interpretando la canzone “Letti”, di cui quest'ultimo è autore con Renato Zero.
Un altro filone importante è rappresentato dal Suonatore Jonesun tour perlopiù incentrato sulle sue collaborazioni con l'amico e collega conterraneo Fabrizio De André. La relativa scaletta contiene la riproposta dell'album “Senza orario senza bandiera”, scritto con De André e Riccardo Mannerini, più altri brani dei New Trolls e alcuni brani originali dello stesso De André, che nella sua prima tournée (1975-1976) era stato supportato da una band composta da alcuni componenti dei New Trolls (Ricky Belloni, Gianni Belleno, Giorgio D'Adamo e Giorgio Usai).
Nel 1973 De Scalzi ha partecipato al disco collettivo “L'Arca”: le due canzoni da lui cantate sono state pubblicate poi sul 45 giri Le api/La foca con la denominazione Vittorio dei New Trolls e sul lato B canta anche Franco Gatti dei Ricchi e Poveri.
Nel 2001, in qualità di solista, supportato dall'Orchestra Filarmonica di Torino diretta da Maurizio Salvi ha realizzato un primo album dal vivo dal titolo “Concerto grosso riuscito esperimento di fusione fra rock e classica; il disco, costituito da brani di repertorio dei New Trolls è stato distribuito in allegato al quotidiano La Stampa.
Nel 2007 realizza il live “Trilogy” per i New Trolls, nel 2011 il nuovo Concerto Grosso n°3 e nel 2013 a preso parte al “Ceará Itália Festival” 2013. 
Nel 2008 ha inciso un disco realizzato interamente in dialetto genovese, “Mandilli”, pubblicato da Aerostella (l'etichetta di Franz Di Cioccio) distribuito da Edel Music.
Nel 2011 ha pubblicato l'album “Gli occhi del mondo”, realizzato mettendo in musica, con la collaborazione di Marco Ongaro, alcune poesie di Riccardo Mannerini.
Nel 2012 fa parte del super gruppo Artisti Uniti per Genova per il progetto benefico “Ora che”, brano scritto da Max Campioni, Arrangiato da Lauro Ferrarini, prodotto da Verdiano Vera e realizzato per raccogliere fondi per l'alluvione di Genova del 4 novembre 2011, che insieme a Vittorio De Scalzi vede la partecipazione di numerosi musicisti e cantanti della scena musicale genovese. Nel 2016 è ospite del tour di Renato Zero ed ha curato la direzione artistica del “Fire Music Festival” di Napoli nel 2017.
Non da ultimo, sempre in attinenza alla sua regione, De Scalzi ha firmato anche l’Inno ufficiale della Sampdoria, squadra del cuore a cui ha dedicato un album intero che, scritto nel 1991, vede tutt’oggi i giovani tifosi cantare a squarciagola “in gradinata” uno dei brani di punta del disco, “Lettera da Amsterdam”.




Contatti e social



Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni
06 3225044 - 328 4112014

PromoRadio-Tv: L’AltopArlAnte: Cristina Poletti
338 5224133

Benny Pierri fa il suo esordio discografico con “Lontano da qui”


Il cantautore campano Benny Pierri fa il suo esordio discografico con“Lontano da qui”, brano scritto insieme a Luca Sala e Germano Parisi (prodotto da Rosso al Tramonto sotto la direzione artistica di Sabatino Salvati), in rotazione radiofonica a partire dal 31 maggio e disponibile in digital download dal 2 giugno.
“Poter realizzare e costruire i sogni in modo reale è il senso della vita – racconta l’artista originario di Salerno -. È un po' quello che è successo a me, ho affrontato questo percorso partendo da niente, solo i pensieri, le parole in rima e qualche accordo suonato alla chitarra. Dopo 8 mesi questo percorso ha preso forma tramutandosi in piccoli sogni e speranze da poter toccare, la realizzazione del mio primo singolo mi commuove perché è un inno all'amore! All'amore nato per caso, per gioco il che mi rappresenta, un amore precoce nato fra i banchi di scuola o fra le onde sotto un sole caldo d'estate! Rappresenta la libertà di poter scegliere, scegliere di andare via dalla quotidianità, affidarsi a quell'amore e sussurrarle di portarti via, ovunque perché qualsiasi posto insieme a lei è casa tua”.
Benny Pierri nasce a Battipaglia in provincia di Salerno nel 1994, residente a Capaccio- Paestum, la sua carriera canora inizia all'età di 9 anni con esibizioni in varie manifestazioni e festival locali. All'età di 12 anni inizia un percorso di studio della tecnica e del perfezionamento vocale che negli anni a venire gli ha permesso di aggiudicarsi premi e vittorie. Numerose le lezioni svolte con i più grandi esperti della tecnica vocale nel panorama italiano, vocal coach, tra cui Michele Fischietti, Luca Jurman, Germano Parisi, Fabrizio Palma, e il Maestro Beppe Vessicchio. Nel 2015 Benny partecipa alla 3^ edizione di The voice of Italy in onda su Rai2.


venerdì 26 maggio 2017

Video marketing: costruire una campagna di successo

Come ideare e concretizzare una campagna di video marketing che apporti reali vantaggi al brand in termini di visibilità e brand image.


Gli investimenti in video marketing crescono costantemente da almeno tre anni a questa parte. Oggi i video sono ampiamente i contenuti più fruiti della rete, quelli che alimentano al meglio il meccanismo della viralità sui social network e i più performanti sia per veicolare messaggi complessi sia per intrattenere il pubblico in modo leggero.

Riuscire ad avere successo attraverso contenuti in streaming, però, diventa sempre più complicato, alla luce di una concorrenza sempre più pressante e di un pubblico che diventa sempre più abituato alle stimolazione e difficile da sorprendere. Come progettare una strategia di video marketing vincente?

1. L’analisi di partenza


La parte dell’ideazione dei contenuti è subordinata a una meticolosa analisi dello scenario in cui si andrà a operare. Una pianificazione ludica richiede di conoscere il target cui ci si rivolge, osservando quello che già è stato fatto dai competitor con l’obiettivo di differenziarsi. Non solo: prima di cimentarsi nella realizzazione di video aziendali per la pubblicità è necessario eseguire una profonda autoanalisi: come è percepito (se è percepito) il proprio brand all’esterno? Quali sono i valori che devono emergere? Qual è l’approccio narrativo più adatto a rappresentare l’azienda? Quali temi sono i più idonei a mostrare l’identità del brand e, allo stesso tempo, a intrattenere il pubblico? Il tutto, tenendo sempre presente il budget a disposizione e senza dimenticare che parte di esso dovrà essere destinato alla successiva promozione.

2. L’ideazione creativa


Non c’è dubbio che la creatività sia uno dei pilastri che sorreggono l’impalcatura strategica del video marketing. Fissati obiettivi e budget è il momento di ideare concretamente la propria serie di video. L’individuazione del format più adatto è il momento decisivo del progetto: si può puntare su brevi sketch umoristici o su strutture narrative più complesse oppure, ancora, fare leva sulla professionalità delle video guide. l’importante è prendere una decisione risoluta a preservarla nel corso del tempo: la coerenza è un elemento fondamentale per fidelizzare il pubblico e costruirsi una propria nicchia.

3. La promozione


Conclusa la realizzazione, inizia tutto un altro tipo di lavoro basato sulla promozione. Le digital pr si dimostrano qui una risorsa imprescindibile. I social network sono le prime piattaforme da sfruttare ma senza limitarsi a postare i propri video: bisogna coinvolgere il pubblico ma anche gli influencer del settore, trovare spazi digitali che facciano da cassa di risonanza, investire in campagne di display advertising, alimentare il passaparola in tutti i modi che la rete consente.

giovedì 25 maggio 2017

Fedi nuziali: le tendenze del momento



Le fedi nuziali sono probabilmente gli oggetti che più di altri rappresentano l'unione di due persone in matrimonio. Si, perché quando della cerimonia e dei festeggiamenti resta solo il ricordo, dopo che i vestiti vengono riposti nell'armadio e che anche le foto vengono inserite nell'album e poi riposte in libreria, l’anello resta l'indicatore più tangibile dell’unione di due sposi. L’anello, infatti, sarà fisicamente presente in ogni attimo della vita degli sposi: sia a casa che a lavoro, questo gioiello sarà lì, sulle loro dita, a simboleggiare il legame eterno che unisce la coppia.
Gli esseri umani sono sempre ricorsi alla forza simbolica degli anelli  per indicare l’unione di una coppia. Nei tempi più antichi, quando i mezzi e le risorse erano più limitati, gli sposi si scambiavano anelli in legno. Col tracorrere dei secoli, le persone più abbienti hanno iniziato a scambiarsi anelli in metallo, materiale sicuramente più prezioso e anche più durevole.
Nell’antica Roma comparve la differenziazione tra anello di fidanzamento, realizzato in legno, e anello di matrimonio, creato con metalli come il ferro, l’argento e l’oro. In quella stessa epoca si diffuse l'uso di indossare le fedi nuziali all’anulare. Questo accadde perché si riteneva che in questo dito giungesse una vena proveniente direttamente dal cuore, che pertanto fu chiamata “vena amoris”, vena dell'amore.
Le fedi nuziali rivestono ancora oggi una grandissima importanza per gli sposi e, non a caso la loro scelta è uno dei momenti più importanti della fase preparatoria delle nozze. Oggi, nelle oreficerie oppure online, c’è una enorme scelta di modelli di anelli da matrimonio, creati utilizzando metalli preziosi di verso tipo, come il platino, l’oro o il rame. L'oro stesso è disponibile in diverse colorazioni che vanno dal classico giallo, al più raffinato oro rosa. Ma le novità del mercato non riguardano soltanto i metalli selezionabili, ma anche le decorazioni. Sempre più spesso le fedi nuziali sono decorate ad alto o a basso rilievo, e possono presentare anche delle pietre preziose come il diamante.
La moda del momento, ma anche la ricerca di una maggiore esclusività da parte delle persone, oggi premia le fedi nuziali personalizzate e alcune oreficerie consentono agli sposi di scegliere tutto, ma proprio tutto, quello che deve essere il design del loro anello di matrimonio. Insomma, se state per sposarvi e dovete scegliere le vostre fedi nuziali, avete l'imbarazzo della scelta!

Aziende agricole italiane, aumenta il business in rosa


Le donne si stanno sempre più impossessando del tessuto lavorativo anche nei lavori tradizionalmente feudo degli uomini, come le aziende agricole, portando una ventata di freschezza e acquistando sempre maggiore rilievo nel quadro complessivo del mondo del lavoro.

Bere acqua per perdere peso e riattivare il metabolismo


Diete quasi fai da te, tutti ci provano prima o poi, con risultati non sempre ottimali anche da punto di vista della salute.
Quasi nessuno pensa che bere acqua sia già un sistema per contenere il peso corporeo, infatti, l’idratazione è importante sia per perdere peso sia per mantenere un livello di performance fisiche e psichiche ottimali.

Cosa sono i server virtuali e perché salveranno le aziende italiane


Ecco dunque che sta arrivando a grandi passi l’industria 4.0 con predominanza della virtualizzazione e della digitalizzazione e, in questa onda, il web è sempre più decisivo per il lavoro delle imprese.
Purtroppo in Italia siamo ancora indietro: spesso c’è confusione sui mezzi disponibili e per questo è il caso di iniziare ad approfondire il tema di server virtuale, capendo cosa siano questi strumenti, come funzionino e perché siano meglio dei server dedicati.

Il laboratorio galenico nella storia, dalla nascita alla modernità


La definizione di “ preparato galenico ” deriva da Galeno, nome di un medico dell’antica Greca che iniziò e diffuse la pratica di comporre i propri rimedi miscelando sostanze di base.

Le documentazioni esistenti portano fino al diciannovesimo secolo e ai primi decenni del ventesimo, mostrando che la maggior parte dei medicinali venduti in farmacia erano composti direttamente all’interno della farmacia stessa, tramite laboratori galenici, dando così alla professione del farmacista la figura di preparatore più che dispensatore di farmaci.

Trend in crescita per le installazioni di serramenti in PVC


Annualmente sono svolte varie indagini riguardo all’andamento di mercato dei prodotti e materiali costruttivi dei serramenti, una tra le più importanti è quella fatta dal PVC Forum Italia, che è rappresentativa dei maggiori fornitori di finestre e profili in materiale plastico.

Iter per la certificazione del sistema di gestione integrato


Certificazione del sistema di gestione integrato (SGI): sempre più organizzazioni hanno un approccio integrato ai sistemi di gestione volontari, cioè affrontano in modo organico le logiche comuni delle normative relative a differenti rischi organizzativi (qualità, ambiente, sicurezza luoghi di lavoro, sicurezza dati, sicurezza stradale, corruzione etc...).

mercoledì 24 maggio 2017

In uscita nazionale il nuovo singolo di Federica Pento Due Ali


E´ in vendita in tutti i Digital Store e in Rotazione Radiofonica Nazionale dall' 8 Maggio il nuovo singolo di Federica Pento, "Due Ali", scritto e arrangiato dal M.o Gianluca Sole.
Federica Pento, Abruzzese, Classe 1996, è un' Artista cresciuta con la passione per la musica grazie anche alla preparazione artistica da parte del cugino Alessandro Pento, tenore di fama mondiale.
Tra i risultati conseguiti il primo posto nel 2014 al Concorso Internazionale di Canto a Chieti, al Concorso Internazionale di Canto nello Yerevan in Armenia, nel 2015 al XIX Festival Internazionale di Canto a Rovigno (Croazia) oltre alla qualificazione come finalista del Festival Alex Baroni di Teramo nel 2016 e quella come finalista nazionale a Il Cantagiro con premio della Critica con l’inedito “Lunincanto” scritto da Gianluca Sole
Traendo spunto dalla Teoria di Hoyle, secondo cui dalla morte di una Stella Cometa può nascere una nuova vita, “Due Ali” si ricollega a "Lunincanto" in quanto Simbolo di Rinascita. La nuova Anima si tuffa nel Mare, visto come un grembo materno, e lottando tra la Vita e la Morte affronta le avversità che incontra durante il suo tragitto discendente, in una continua ed eterna lotta per la vita, per la sopravvivenza e la disperata ricerca di Rinascita.
Due Ali ha visto la collaborazione e la partecipazione corale del gruppo Palestrina Ensemble (Paolo Cilia, Gianna Cubeddu, Diletta Cilia, Giacinta Ilardi e Laura Lulli), di Maria Barbieri alle Chitarre e di Angelo Petruccetti al Mixaggio e Mastering.

Il singolo e l'artista sono in distribuzione e in promozione discografica con l’etichetta SPC Sound di Silvio Pacicca, in collaborazione con la Vivi Records e la Manon Records del M.o Angelo Valsiglio.

Contrasti il nuovo album di Alessandro Lilliu


L’avventura musicale inizia all’età di 9 anni, i primi accordi sulla chitarra e l’esigenza di accompagnare la voce che diventerà lo strumento primario.
Le attenzioni si focalizzeranno in particolare verso la canzone d’autore, quindi i cantautori Italiani, tra i quali: Degregori, Ivan Graziani, Rino Gaetano, Pino Danile, Edoardo Bennato etc. quest’ultimo, è stato un punto di riferimento in età adolescenziale.
A 17 anni arrivano i primi live e anche le prime composizioni. Una lunga gavetta fatta di esperienze
con tanti musicisti, fino alle lezioni private con il direttore d’orchestra Ettore Carta.
Alessandro è un cantautore polistrumentista, che ha la caratteristica di spaziare tra diversi stili musicali: Rock, blouse, funk, pop, affacciandosi talvolta al jazz. Nei testi, si riscontra una certa varietà di tematiche, con un attenzione particolare all’attualità sociale, messa in luce spesso in chiave ironica. Nel 2009 arriva la pubblicazione del il primo lavoro discografico con l’ album “La mia anima sincera” edito da Videoradio. Grazie a un esibizione al Teatro Nuovo di Torino, Lilliu incontra Giulio Rapetti, in arte (Mogol) che dopo aver ascoltato il brano Blue (contenuto in questo album) esprime note di merito nei confronti dell’artista. Nel 2011 incide l’omonimo disco (Alessandro Lilliu) edito dalla GB.Music presentato alla Scuola Civica di Musica di Cagliari,
in questa occasione, la vendita dei dischi è stata devoluta ad (ASTAFOS) Associazione Sarda Tutela Assistenza Fanciulli Oncoematologi Sardi. Nel 2013 esce il terzo album “CERCO” edito da GB:Music, Il disco contiene il Rithm and Blouse “Nel grande mare” particolarmente apprezzato e trasmesso dalle radio locali. Alessandro Lilliu ha composto i brani La mia città e Ero come te, rispettivamente colonne sonore dei cortometraggi (La mia citta e Rewind) del regista Roberto Casula, premiati entrambi in due diverse edizioni di 3 minuti di celebrità a Cagliari.
Il giornalista e critico musicale Donato Zoppo, in una recensione definisce Alessandro Lilliu :
un nome interessantissimo della nuova musica Italiana, un Rock autore dalla cifra stilistica coinvolgente e la personalità definita. Il 22 maggio verrà pubblicato l’album “Contrasti” che contiene 13 brani e, sarà distribuito su tutti gli store digitali da Sounday-Music.
I Contrasti nel nuovo album di Alessandro Lilliu
Dopo 4 anni dall’ultimo lavoro discografico, il cantautore Alessandro Lilliu, pubblica un nuovo album, il quarto. La caratteristica dell’artista di spaziare tra diversi generi, ha generato appunto “Contrasti” ma il riferimento non è solo agli stili musicali.
Il disco, inizialmente doveva contenere 9 brani, ma durante le registrazioni ho tratto ispirazione per 4 nuovi pezzi, ai quali poi non ho voluto rinunciare, anche se i tempi si sono allungati ulteriormente. Più di un anno di lavoro in studio e pochi live, senza fretta, per finalizzare un album, speriamo ben riuscito tra musiche e testi,. Ho cercato di trasferire all’interno del progetto le idee, ma sopratutto le emozioni musicali e dei contenuti letterali.
Lavorare a un nuovo progetto, per quanto mi riguarda è una sorta di ripartenza, una nuova avventura, ma anche una sfida per un evoluzione artistica. tra le tracce da segnalare:
L’accattivante rock “Illusione” che mette in luce chitarre e riff in stile anni 70 e un finale a sorpresa, brano per il quale con la regia di Roberto Casula, stiamo finalizzando le riprese di un videoclip che tratta la tematica alcool/droga.
Uno dei pezzi più originali è “Un istintivo linguaggio” dove il canto annuncia l’ingresso dei singoli strumenti, che si inseriscono uno alla volta nell’arrangiamento e, si percepisce tutta l’energia e la passione dell’autore per la musica. Articolo 1 è un brano struggente, ovvero il dramma di un uomo che descrive il proprio disaggio per la perdita del lavoro e la voglia di reagire con forza alle avversità. C’è spazio anche per la canzone d’amore, con il brano jazz-blouse intitolato “Una semplice canzone”. Il reggae “Guarda che luna” mette in evidenza i contrasti del periodo contemporaneo e i dubbi interiori dell’artista a riguardo.
La pubblicazione dell’album che verrà distribuito da Sounday-Music è prevista per il 22 maggio e sarà disponibile su tutte le piattaforme digitali mondiali, mentre il cd fisico si potrà acquistare online dal 15 giugno, nel sito facebook dedicato (https://www.facebook.com/alelilliumusic/) oppure nei concerti dell’artista. Il cantautore attualmente stà ultimando i preparativi per i live e la presentazione stessa dell’album, avvalendosi della collaborazione di Sergio Mura al basso, Roberto Simeoni alla chitarra elettrica, Pierpaolo Palla alla batteria, Luciano Piga alle percussioni, quindi Alessandro Lilliu: voce chitarre e armonica a bocca.