Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

domenica 7 maggio 2017

I nutrienti dei semi di lino gli Omega 3

I semi di lino sono piccoli semi dorati e provengono da una delle più antiche Graminacee del mondo. Potete trovarli nei supermercati sia interi che macinati. Sono una ricca fonte di micronutrienti,
fibre, manganese, vitamina B1 e omega-3.
È meglio consumarli macinati perché rilasciano importanti oli e nutrienti. Potete utilizzare un macinacaffè se li comprate interi. Provate ad aggiungerli allo yogurt o al porridge la mattina, guarniteci zuppe e insalate oppure aggiungeteli nell’impasto del pane o dei dolci.

La cosa buona di questo alimento è che anche cotto non riduce il suo quantitativo di acidi grassi essenziali. Infatti, il pane arricchito con semi di lino ha un più alto livello di antiossidanti e un indice glicemico più basso. I semi di lino contengono anche speciali fitonutrienti chiamati lignani, polifenoli legati alle fibre, grande fonte di
antiossidanti (7 volte in più di lignani rispetto ai semi di sesamo). Sono al nono posto tra i 100 prodotti comunemente consumati per il contenuto di polifenoli (antiossidanti), più alto rispetto a quello di mirtilli e
olive. Grazie a essi aiutiamo a proteggere il cuore e il DNA quando attaccati dai radicali liberi, causa di
numerose malattie.

I semi di lino sono anche la prima fonte di omega-3. La fonte primaria trovata nei semi di lino è ALA
(acido alfalinoleico), che converte l’omega-3 nel corpo, rendendo questi preziosi semi una grande aggiunta per i vegetariani e per chi non consuma abbastanza pesce. Tutto ciò li rende ottimi
anche per il cuore, il cervello e il sistema nervoso, con un alto potere antinfiammatorio.

I semi di lino hanno anche un buon contenuto di fibre in forma di mucillagine, una fibra idrosolubile che forma un gel che dà supporto alla salute del sistema digerente e aiuta la prevenzione dei sintomi della costipazione e contribuisce a migliorare la ritenzione idrica sulle gambe. Questa importante fibra aiuta anche a mantenere buoni i livelli di colesterolo, diminuendo, secondo alcuni studi, il quantitativo di quello “cattivo” e aumentando invece quello “buono”. Anche solo due cucchiaini di semi di lino macinati danno il 15% dell’apporto delle fibre richiesto.

ALTRE FONTI DI OMEGA 3


Prodotto% omega 3 (in peso )Fabbisogno giornaliero in gFonte
olio di lino60%51
olio di canapa30%91
olio di fegato di baccalà19%152
olio di colza12%231
noci (sgusciate)10,4%272
olio di soia8%351
fagioli di soia3,20%872
tuorlo d’uovo3,0%932
filetto di sgombro (fresco)2,6%1072
filetto di salmone (allevamento)1,9%1472
storione (filetto)1,5%1862
acciughe (n.d.)1,4%1992
sardine (latta, sgocciolate)1,4%1992
olio di girasole1%2781
olio di mais1%2781
olio di oliva1%2781
nocciole (sgusciate)0,9%3204
tonno (latta, sgocciolato)0,6%4623
trota arcobaleno0,6%4642
gamberi (sgusciati)0,5%5572
tonno (filetto fresco)0,5%5572
baccalà (filetto fresco)0,3%9282
pesce spada (fresco)0,2%13922
sogliola (filetto fresco)0,1%27842

Nessun commento: