Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

venerdì 31 marzo 2017

ALGORITMI aderisce al Good Deed Days

Sembra una coincidenza comica fare un evento SpamLife al Teatroinscatola. Spam è infatti il nome di una nota carne in scatola che i Monty Pyton fecero divenire un tormentone in una delle loro famose e comiche scene. Dal tormentone alla più nota spam della posta elettronica il passo fu breve. Non tutti sanno però che la scelta su cosa debba, in una email, essere spam e su cosa non lo debba essere è un algoritmo. Applicando questi concetti alle nostre vite sociali siamo passati da una società trash che sfruttava e poi gettava ad una società spam che impedisce perfino l’accesso. Applicatelo alle persone ed avrete un quadro della nostra vita attuale. E’ quanto vi propone in queste due giornate di ALGORITMI la SpamLife che aderisce al Good Deed Days organizzato in Italia dal CESV in collaborazione con la Maratona di Roma.

La Suprema Corte di Cassazione francese conferma la condanna dello Stato transalpino per colpa grave e diniego di giustizia.

Il 24 novembre 2015, la Corte d’Appello di Parigi aveva condannato lo stato francese a pagare 35.000 euro all'Associazione Spirituale della Chiesa di Scientology e Celebrity Center di Parigi e a quattro dei suoi membri per diniego di giustizia e colpa grave. La Chiesa di Scientology aveva argomentato davanti al giudice che la richiesta di scioglimento dell’associazione, avanzata dalla Procura durante un processo nel 2009, non solo era illegale, ma rappresentava anche una colpa grave, per cui lo stato doveva essere condannato. La Corte d'Appello di Parigi aveva dato ragione alla Chiesa di Scientology affermando: "... che questa omissione da parte della Procura, come pure del Tribunale, di applicare correttamente la legge in vigore nel pronunciare lo scioglimento dell'associazione spirituale della Chiesa di Scientology e Celebrity Center, dimostrava l'incapacità del servizio pubblico della giustizia di svolgere la missione della quale è investito.» La Corte d’Appello aveva ritenuto colpevole lo Stato anche di diniego della giustizia per aver violato il diritto dell'associazione e di alcuni dei suoi membri di essere giudicati entro un lasso di tempo ragionevole. Insoddisfatto del risultato e della sentenza, lo Stato ha presentato ricorso alla Suprema Corte di Cassazione che l’ha rigettato dichiarando inammissibili i motivi del ricorso. È la seconda decisione della Corte Suprema a favore della Chiesa di Scientology dall'inizio dell'anno. Il 12 gennaio 2017, il più alto organo giudiziario del paese aveva già confermato la condanna dell'associazione UNADFI (Union des Associations de Défense des Familles et de l’Individu) per essersi illegalmente costituita parte civile e in totale malafede contro gli Scientologist nello stesso caso (2009), una procedura penale che in questo modo è stata caratterizzata “dall’incompetenza dell'ufficio della Procura" e da un'unica parte civile che "ha agito in malafede e abusato del suo diritto di adire le vie legali". Scientology è praticata in Francia fin dal 1950 e le sue chiese contano decine di migliaia di fedeli. Se la Francia non riconosce né sovvenziona alcuna religione deve comunque assicurare la libertà di praticarla. Scientology è una religione ufficialmente riconosciuta nel Regno Unito, in Spagna, in Portogallo, Olanda e Svezia e la sua natura religiosa è stata riconosciuta in decine di sentenze italiane e tedesche. I programmi di miglioramento sociale e umanitari della Chiesa di Scientology raggiungono decine di milioni di persone nel mondo ogni anno. Per maggiori informazioni vedere www.scientologyreligion.it.

giovedì 30 marzo 2017

KARBONICA “SCAPPO VIA” È IL SECONDO SINGOLO ESTRATTO DAL DISCO D’ESORDIO DELLA ROCK BAND SICILIANA


Con ormai alle spalle vittorie, riconoscimenti e premi ottenuti nell’ “on the road” della gavetta musicale italiana, i cinque ragazzi di Catania dipingono un nuovo tassello del loro mosaico musicale attraverso un brano che narra una storia di amore e tormento.


Scappo via” è un brano che tocca la sfera sentimentale. I toni sofferti quasi a voler sottolineare un sentimento di rammarico, fanno di certo pensare a qualcosa che è esploso dentro in modo imprevisto e la cui accettazione risulta difficile.


Il singolo è estratto dall’album “Quei colori”, un disco rock dove a fare il grosso del lavoro sono le due chitarre elettriche, il basso e la batteria. Il lavoro tuttavia non è privo di influenze provenienti talvolta dal pop altre volte invece dall'hard rock e dall'alternative. In alcuni brani sono presenti lievi contaminazioni elettroniche, che comunque restano in secondo piano rispetto alla presenza preponderante delle chitarre.

DICONO DI LORO

"Un concentrato di sano e pregiato rock underground firmato da una realtà che su territorio siciliano, e non solo, ha saputo ricavarsi una gran bella nicchia di mercato e di pubblicoLoud Vision

"Dalla Sicilia suona forte il rock dei Karbonica, troppo attenti ad un cliché da dannati e pericolosi, un mood metropolitano che strizza l’occhio al rock internazionale fermando il tempo con testi rigorosamente in italiano che dalla società all’amore si lasciano ispirare quanto più possibile." Marco Vittoria, Vento Nuovo

"La crescita è appena iniziata ma direi che il buongiorno si vede dal mattino…" Red, Sound 36

"Dalla provincia siciliana arriva un bel pop rock che ha scorza dura e sentimenti buoni." Gianluca Clerici, Just Kids Magazine

"Tipico e davvero gustoso il suono di basso a cesellare un battere in cui si incastrano testi intelligenti e ben cantati." Paolo Polidoro, Musicalnews

L’esordio discografico di una delle più prolifiche rock band siciliane". Alessio Primio, 100 decibel

"Quei colori" è un disco che fa esattamente quello che dice." Paolo Tocco, Deapress

"Un esordio autoprodotto che però ha carattere da vendere" Marco Vigliani, Sound Contest

"Un disco che nasce dalla strada, dalla vita vissuta suonando e poi in studio di registrazione. Un rock mainstream, una sequela di inediti che effettivamente mostrano cura e gusto, una voce ed un immaginario che vestono cliché che comunemente restituiamo al rocker dannato." Box Musica

"Un lavoro curatissimo e dalle molteplici sfaccettature, che mettono in evidenza le capacità non comuni dei musicisti di passare in modo spontaneo e performante da un contesto ad un altro con fluidità e senza perdere mai la padronanza sonora e lo stile personalissimo che li distingue." Quadri Project

"Che bellissimo messaggio per la nuova scena artistica italiana…noi ci accodiamo a molti che l’hanno sottolineate nelle tante interviste e recensioni che i Karbonica hanno ottenuto in rete e non solo. Questo disco dal titolo “Quei colori” ha il suono italiano, ha la forgia del pop rock da copertina, ha la grinta e la personalità ingenua di esordio da una parte e di chiarezza espressiva dall’altra…un primo lavoro che poi tanto acerbo non è…e si sente." Giancarlo Susa, Blog music

"Brani con lievi contaminazioni elettroniche, dalle influenze pop, hard rock, alternative… danno vita a un album, dove a farla da padrone sono le due chitarre elettriche, il basso e la batteria." Giandomenico Morabito, Musica Intorno

"Un disco rock con tutte le carte in regola!" Vanni Versini, Onda Musicale

"Dieci pezzi istintivi, diretti, genuini con chitarre gajarde e una ritmica incessante data dal bel lavoro collaborativo di basso e batteria”. Alligatore

"Suonato molto bene, con grande padronanza degli strumenti, ben calibrato e ottimamente arrangiato, “Quei colori” è un ottimo biglietto da visita per attirare la giusta attenzione che meritano." Antonio Bacciocchi, Radio Coop

"L'energia, la melodia, le tematiche dei testi, mai stupide, che trattano di temi attualissimi e delicati. Sono tutti tasselli importanti, di un lavoro che convince perché si presenta molto vero e poco costruito, rispecchiando l'anima e la sensibilità dei Karbonica". Sisco Montalto, Clapsband

"Il debutto dei Karbonica convince e apparecchia la tavola per un roseo futuro prossimo". Piergiuseppe Lippolis, Music Map

"Quei colori è un album fortemente rock, in cui le protagoniste assolute sono le chitarre elettriche. A completare lo stile melodico ci sono, come in ogni formazione rock che si rispetti, basso e batteria. Il tutto a sostenere una voce potente e di grande impatto, ma che sa anche essere melodiosa e delicata, laddove i brani lo richiedono." Eleonora Montesanti, La musica Rock

"L’album dei Karbonica è essenziale, odora di rock con tutte le sue radici e la sua anima, senza troppi fronzoli e con temi che consegnano all’ascoltatore canzoni ben costruite e assolutamente fruibili, un ottimo compromesso tra melodica e contenuti. Disco assolutamente consigliato." Daniele Mosca, Causa ed effetto

"Un album consigliato a tutti gli amanti del genere, agli appassionati dei concerti da sudare, a chi cerca nei testi qualcosa che vada al di là delle semplici rime, a chi ancora crede che le chitarre abbiano tanto da dire." Mescalina

"E’ un disco fatto di molte tinte diverse ma simili, luminose ma opache, disperatamente vitale. I cinque ragazzi siciliani ce l'hanno messa tutta ed il risultato è sorprendente. Un ottimo battesimo discografico!" Viva Low Cost



I Karbonica sono: Riccardo Trovato (voce/chitarra acustica), Herry Found (batteria/percussioni), Giuseppe Puglisi (basso/cori), Marco Miceli (chitarra/cori), Orazio Basile (chitarra).

BIO
I Karbonica sono una rock band siciliana, il loro 1° EP è “Live in studio” (2012), con cui la band partecipa a diversi contest musicali regionali raggiungendo la finale del Lennon Festival e vincendo il 14° Lavica RockI Karbonica tra il 2012 e il 2014 si esibiscono in moltissimi club e pub siciliani (oltre 200 live) in controtendenza rispetto alla forte domanda di cover/tribute band e riuscendo a ritagliarsi un proprio pubblico. Nel 2014 la band partecipa e vince la finale regionale di Rock Targato Italia, accendendo alla finale nazionale e vincendo il Premio Nazionale del Web. Nell'autunno 2014 viene pubblicato il singolo, “Quel bisogno che” che raggiunge il 48° posto della Indie Music Like del MEI e che viene recensito dalla rivista nazionale MarieClaire. Il 20 marzo 2015 la band pubblica il singolo “La tua rivoluzione” con il quale è ospite degli studi RAI di Palermo andando in onda dal vivo su Radio1, per la trasmissione Musica Med Live. I Karbonica nel 2016 vengono scelti dai Litfiba tra le 16 band che registreranno la compilation celebrativa del trentennale di 17 RE prodotta dagli stessi Litfiba. Il primo full lenght della band è "Quei colori" (2016) contenente 10 tracce originali.


Contatti e social



mercoledì 29 marzo 2017

Sapere cosa è la droga

Sapresti cosa dire se un tuo amico avesse bisogno di aiuto a causa dell’uso di droga ? Anche tu puoi essere capace di aiutarlo , basta sapere come fare! Ci sono molte voci sulla droga nel mondo, per strada, a scuola, su Internet e alla Tv. Alcune sono vere e alcune no .Molto di quello che senti per strada sulla droga, proviene da quelli che la vendono . Spacciatori ravveduti hanno confessato che avrebbero detto qualsiasi cosa pur di far si che la gente comprasse la loro droga. Non farti prendere in giro . Hai bisogno di informazioni corrette. Proprio questo fanno i Volontari del Celebrity Centre di Firenze Chiesa di Scientology, distribuiscono le informazioni sui pericoli delle droghe. Diverse le lezione svolte nelle Scuole di Firenze e provincia, molte le domande dei ragazzi , su perchè si inizia , su quali effetti produce, su cosa di porta a provarla e tantissime altre. I ragazzi hanno bisogno di sapere , i ragazzi vogliono sapere . Solo in questo modo saranno liberi di scegliere. “La droga, in sostanza, è un veleno” ha scritto l'umanitario L. Ron Hubbard“ L’effetto che produce, dipende dalla quantità assunta. Infatti, mentre una piccola quantità agisce da stimolante, una quantità maggiore agisce come sedativo e una quantità ancora maggiore agisce esattamente come un veleno e può causare la morte della persona. Qualsiasi droga si comporta così”.

I Volontari del dico no alla droga a Lucca

Gli opuscoli sulle droghe che i Volontari distribuiscono ogni giorno gratuitamente, hanno lo scopo di informare le persone e portarle a conoscenza di ciò che, o non conoscono, o conoscono solo in parte, in modo che possano prendere decisioni consapevoli e autodeterminate su questo soggetto. Pare ovvio che la motivazione di base, dell'assunzione di droga, sia un desiderio di cambiare qualcosa nella vita di chi non sa affrontare uno dei qualsiasi problemi che, in un dato momento, appaiono insormontabili. Le ragioni che inducono i giovani a drogarsi, in genere sono disagi adolescenziali, spesso risolvibili con una buona comunicazione, ma sicuramente la cattiva informazione su ciò che in realtà sono le droghe è, fra tutte le motivazioni quella più comune. Gli spacciatori si avvicinano come amici, e offrono droga perchè “ ti tira fuori”, “ ti tira su”, “ ti aiuta ad adattarti”. “ ti fa essere alla moda”, l'unica verità è che sono motivati solo dal loro profitto, dicono qualsiasi cosa per indurre le persone a drogarsi, pedine in una partita di scacchi. Ma questa, che è solo cattiva informazione, si può e si deve combattere, la Fondazione per Un Mondo libero dalla Droga è attiva in tutto il mondo e, attraverso un programma educativo, diffonde verità sulle droghe a ogni persona; anche a Lucca opera un gruppo di volontari della campagna “ La Verità sulla Droga”, oggi hanno distribuito informazioni sui pericoli delle droghe nel centro della città e all’uscita delle scuole. “Il potere di indicare una via verso una vita meno pericolosa e più felice è nelle tue mani”. L. Ron Hubbard

martedì 28 marzo 2017

Honda X-Adv: a Roma sarà presto nei concessionari il nuovo scooter Honda.



Honda X-Adv a Roma sarà presto una realtà da osservare da vicino e da provare nei migliori concessionari moto e scooter Honda della capitale. Il “Suv su due ruote”, come viene definito il nuovo modello, consentirà di viaggiare comodamente e senza problemi sia su strada che fuoristrada. Lo stesso scooter, quindi, durante la settimana potrà accompagnarci in ufficio in modo comodo, pratico, destreggiandosi facilmente nel traffico cittadino e poi, nel fine settimana, può essere utilizzato per viaggiare sulle lunghe distanze, lontani dal centro abitato, e persino sulle strade meno battute, quelle sterrate o rovinate, in cerca di avventura.
Lo scooter X-ADV Honda rompe i classici schemi in ambito due ruote che separano nettamente gli scooter da una parte è le moto dall’altra. Il controllo da parte del pilota è elevato. La seduta è alta quanto basta per assicurare una corretta visibilità, anche grazie ai fari a led e al parabrezza regolabile e mano su 5 posizioni diverse; il manubrio è largo e offre subito una grande padronanza del mezzo; la strumentazione è presentata su un bel quadro digitale in stile fuoristrada.
Le sospensioni sono concepite per superare le asperità. I tecnici hanno montato una forcella a lunga escursione a steli rovesciati, una soluzione che deriva direttamente dalla famosa moto Honda Africa Twin, proprio come il paramotore in alluminio. Sempre dall’Africa Twin derivano i due paramani.
La stabilità su tutti i percorsi è assicurata anche dalle gomme montate su cerchi a raggi tangenziali. La posizione di seduta è comoda e, nonostante una luce da terra di ben 162 millimetri, anche una persona di media statura riesce a toccare il terreno con i piedi.
Il motore è un bicilindrico Euro4 da 750cc, capace di sviluppare 55 cavalli massimi e una coppia di 68 Nm a 6.250 giri. La trasmissione è la Honda DCT ritarata per gestire in modo apposito il cambio automatico, che consente anche un cambio manuale tramite le alette poste sul manubrio. Le modalità automatiche sono 4, una per viaggiare in condizioni standard, e tre più sportive, a mano a mano più aggressive. L’Honda X-Adv a Roma farà la felicità di chi è ossessionato da buche, da radici di alberi che deformano l’asfalto, da dossi artificiali che compaiono qua e là nelle strade della città. Allo stesso tempo, però, renderà felice anche chi da Roma ama spostarsi alla ricerca di avventure sull’Appennino o nelle zone costiere, tra sabbia e strade disconnesse.
Sul nuovo Honda X-Adv compare di serie anche la Smart key, soluzione tecnologica che consente lo sblocco del manubrio, l’apertura del serbatoio e l’accensione del mezzo, anche senza inserire la chiave, e lasciando quest’ultima anche in tasca o in zaino. Ottimo anche l’impianto frenante, a doppio disco all’anteriore e a disco singolo al posteriore. Lo scooter dispone poi di un vano sottosella capiente, che può contenere un casco integrale anche in stile cross e presenta una presa da 12v utile per caricare smartphone o tablet. Honda X-Adv a Roma arriverà nei migliori concessionari in brevissimo tempo, pronto per essere ammirato e acquistato da tutti i fan e dai curiosi che si lasceranno conquistare dalle sue straordinarie caratteristiche. La casa giapponese ha già previsto delle offerte per i primi 1000 acquirenti che lo prenoteranno.

Strumenti per una vita felice

In base ai risultati ottenuti in trent’anni di esperienza, sono stati sviluppati strumenti efficaci per gli insegnanti e altre persone, al fine di insegnare i principi morali utilizzando i precetti della via della felicità . Grazie al sostegno delle Chiese di Scientology e degli Scientologist, la via della felicità e i suoi materiali e programmi didattici ora utilizzati in ogni angolo del mondo, contribuiscono a infondere un più alto livello di onestà, fiducia e rispetto di sè in ogni cultura. I 21 precetti della via della felicità promuovano la gentilezza,l’onestà e forniscono gli strumenti di base del vivere, aiutano nella prevenzione dell’uso di stupefacenti e salvaguardano l’unità familiare. E’ un messaggio che ha cambiato milioni di vite,non con prediche, ma attraverso il buon senso, facendo appello alla bontà fondamentale di ogni individuo. Questo è uno dei programmi che sono presentati nella nuova rivista di recente edizione “Una Voce per l’Umanità”. Cento pagine di fitti risultati da cui trarre ispirazione per programmi concreti da attuare nella società. Testimonianze di esponenti delle istituzioni e della società civile che si sono uniti agli Scientologist nel desiderio di fare qualcosa al riguardo e utilizzare gli efficaci strumenti a disposizione . “Il potere di indicare la via verso una vita meno pericolosa e più felice è nelle tue mani”L. Ron Hubbard

Migliorare le condizioni della nostra società

Gli Scientologist provengono da tutti i ceti sociali. Si preoccupano dei problemi sociali e sostengono numerosi programmi di miglioramento sociale, per ottenere successo nella riabilitazione dall’abuso di droga, per migliorare gli standard educativi e per contribuire a ridurre la criminalità e degrado morale. Gli Scientologist sanno cosa significa assumersi la responsabilità di migliorare le condizioni intorno a loro. I programmi umanitari promossi dalla Chiesa di Scientology e dai suoi parrocchiani si stanno espandendo ad un ritmo senza precedenti. Tali programmi includono: La più grande campagna non governativa contro la droga esistente sulla Terra, una campagna che raggiunge decine di milioni di giovani ogni anno; Il patrocinio di un centro di riabilitazione dalla droga e di addestramento internazionale, in risposta alla crisi mondiale causata dalla droga; La più grande campagna di informazione pubblica non governativa sui Diritti Umani a livello mondiale, che promuove a vasto raggio tutti i 30 articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani per educare il pubblico sui diritti fondamentali di ogni uomo; Il sostegno di un campus di formazione internazionale per aiutare gli insegnanti con la tecnologia di studio; Un programma dei Ministri Volontari di Scientology che ha avviato iniziative di volontariato per portare sollievo nei casi di catastrofe e altri interventi su scala globale, ed ha un corpo di 203.000 membri attivi che sono allerta in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo del mondo per ogni situazione. Nel corso del 2008, i Ministri Volontari hanno superato 11 milioni di persone aiutate; Il patrocinio di una fondazione internazionale per contribuire a ripristinare la moralità e la fratellanza tra gli Uomini. L’obiettivo della Chiesa di Scientology e quello di migliorare la società; attraverso i nostri programmi e attività e grazie al ruolo attivo che abbiamo oggi nel mondo. Per saperne di più; riguardo ai programmi internazionali patrocinati dalla Chiesa di Scientology e come procurarsi i materiali www.scientology.org.

lunedì 27 marzo 2017

SUPERSHOCK AD UN SOLO MESE DALLA PRESENTAZIONE RADIOFONICA SI CERTIFICA IL SUCCESSO DI “BORN”



Il pezzo che ha scalato la classifica Indie Music Like posizionandosi fra le prime 100 posizioni, raccoglie sempre maggiori consensi in radio e viene presentato live, in giro per l’Italia, attraverso performance di forte impatto emotivo.

Born”, primo singolo del disco “empty.full”, racconta la nascita di un bambino proveniente dalla luna, che si trova catapultato in un mondo al quale non sente di assomigliare, in mezzo ad “eroi senza sogni che aspettano il nulla” e a bambini già capaci di mentire pur di comandare.
Il nostro “moon hero” non ha bisogno di far parte del processo di civilizzazione della terra, piuttosto rimarrebbe dove si trovava prima, in quel mondo eterno fatto di sogni a prendersi cura delle bambine spaziali.
La chiave di lettura della canzone è ovviamente ironica, così come le sonorità che sostengono la voce, le quali coniugano potenti chitarre distorte in stile rock stoner, con delicati xilofoni, flauti e fischietti.




«L'idea di questa canzone mi è arrivata con la nascita di mio figlio: ho teneramente pensato a lui come un piccolo Ulisse che stava navigando su flutti a senso unico.
Il brano ha però anche un messaggio più serio e universale, descrivendo la realtà di tutti coloro che hanno la testa sulla luna e ne vanno fieri, perché è solo da lassù che si può avere una visione più ampia dell'esistenza». Supershock

BIO

Supershock, alias Paolo Cipriano, è un musicista rock italiano.
Il progetto artistico nasce come trio rock band nel 2002 a Torino e si trasforma in un solo artist project a partire dal 2014. Durante questi quindici anni, ogni occasione è vissuta come la possibilità di sperimentare un nuovo approccio musicale. In particolare Supershock inventa nuove ed alternative applicazioni della propria musica: è infatti internazionalmente riconosciuto per i suoi “cineconcerti”, spettacoli sperimentali creati dalla fusione di musica e immagini, ed anche per le sue collaborazioni nel mondo del teatro.
Dal 2002 ha fatto più di 500 concerti in Italia, USA, Francia, Emirati Arabi e Guyana, collaborando costantemente con prestigiose istituzioni culturali, come il Museo Nazionale del Cinema, il Goethe Institut, Sistema Teatro Torino.
Ha prodotto 10 cineconcerti componendo la sua colonna sonora originale sulle immagini dei capolavori dell'era del cinema muto: "Nosferatu" (2006), "Caligari" (2007), "Golem" (2008), "Metropolis" (2009), ”Viaggio a New York” (2013), "Voyage dans la Lune" (2014), “Silent Porn” (2014), “Taboo” (2015), “Inferno” (2015), “Faust” (2016).
Ha pubblicato 7 album: “Les fleurs du mal” (2003), “Galaxy rodeo” (2005), “Utopia” (2006), “Nosferatu, a horror symphony” (2006), “Caligari” (2007), “Midnight in the garden” (2010), “empty.full” (2017); e 3 DVD: “The Fall of the House of Usher” (2007), “Le pays des aveugles” (2012), ”Viaggio a New York” (2013).
Si è occupato di 8 spettacoli di teatro musicale: “A Woman Left Lonely – Omaggio a Janis Joplin” (2004), “L’ultima notte di Antigone” (2006), “Sotto i cieli del Mondo” (2007), “La Buona Novella” (2010), "Guerra Eterna Menzogna – Voci, Immagini e Suoni dall'Orrore" (2011), “La Storia Siamo Noi” (2011), "Cloruro di Odio – Requiem pour Aigues Mortes" (2011), “Le Pays des Aveugles” (2011). Partecipa inoltre a molti festival di fama internazionale.



Contatti e social





Marco Quadri nelle radio italiane con il singolo Capita Che


Marco Quadri debutta per le radio italiane con "Capita che", un brano che parla di gioie e dolori ma anche del senso di unione tra la gente toccando i sentimenti quotidiani come l’indifferenza, il senso di rispetto o il menefreghismo in genere. Ogni giorno tutti noi ci confrontiamo con una realtà dove il “capita che” è forse l’anello di congiunzione tra le esperienze personali di ognuno di noi.
Marco Quadri, cantautore della svizzera Italiana, supera un’infanzia difficile grazie alla musica e al suo migliore amico, il pianoforte.
Le lezioni di pianoforte si alternano a momenti di scrittura dove Marco comincia a raccontare in musica la sua vita. La sua carriera lo porta a vivere diversi generi musicali tra i quali anche il Black-metal dove suona le tastiere per una decina d’anni prima di decidere di dedicarsi unicamente alla sua musica.

Marco ascolta di tutto e non si sente di appartenere ad un genere musicale specifico, questo gli consenti una visone musicale ad ampio raggio rimanendo all’ascolto della radio senza limiti e pregiudizi.
Se volessimo racchiuderlo in un genere, sicuramente oggi parlerebbe di musica pop ma non disdegna neppure il funky e il rock, caratteri che occasionalmente inserisce nei suoi progetti.

Ti Sento Ancora il nuovo singolo di Andrea Amaru disponibile in tutti gli store digitali dal 27 marzo 2017


E' impossibile dimenticare una persona, soprattutto se questa è stata il tuo grande amore . 
Il brano “Ti Sento Ancora” è un grido d'amore disperato, ma allo stesso tempo una dichiarazione di resa nei confronti di un sogno vissuto, realizzato ed ormai tramontato.
La canzone sottolinea la fine di un amore, ancora intriso di piacevoli, nostalgici e nitidi ricordi vissuti insieme.
L’ammettere  che si può e si deve accettare e rispettare le scelte della persona che abbiamo amato, nonostante le scelte, non la si possa dimenticare mai del tutto.
"Ti Sento Ancora” è anche un messaggio di speranza e di consapevolezza che invita a rialzarsi dopo un’esperienza passata cercando di tornare a “vivere” ,consapevoli di aver vissuto momenti intensi ed indimenticabili che soltanto un amore vero è capace di regalare.


Gionathan & the Groovers in radio con il nuovo singolo Guerriero

Guerriero è il secondo singolo estratto da DiVersione Acustica (Latlantide), il nuovo album di Gionathan & the Groovers.
Cover del recente successo di Marco Mengoni (dagli autori Zampaglione - Iorfida), la versione della band torinese si propone come una vera e propria rilettura originale del brano, sia dal punto di vista interpretativo che di arrangiamento. Un sound minimale, acustico, completamente suonato, un interessante cambio di tempo tra strofa e ritornello e un cantato particolarmente intenso, caratterizzano la canzone in maniera molto evidente e per nulla banale.
Eravamo insieme in macchina quando abbiamo sentito per la prima volta Guerriero passare in radio. Siamo subito rimasti colpiti dalla canzone nel suo complesso: testo, produzione, cantato... In quel periodo stavamo preparando il nostro live show acustico e abbiamo provato a immaginare che forma avrebbe potuto prendere il pezzo se lo avessimo ri-arrangiato, cosi siamo andati in sala prove e ne è venuta fuori la versione Groovers, ci piace immaginare questa canzone come una ninna nanna, come una dedica, cantata da un re guerriero al suo piccolo erede, per farlo addormentare

La versione in studio del singolo esce accompagnata da un videoclip live registrato dalla band quest'inverno al Teatro S.Anna di Torino, durante il concerto sold-out di lancio del nuovo disco.

domenica 26 marzo 2017

Traghetti per Porto Torres

Porto Torres è uno dei centri più importanti e famosi del nord della Sardegna. Si tratta di un porto importante, dove molti turisti sbarcano quando giungono sull’isola, ma allo stesso tempo è una città ricettiva e turistica, con monumenti interessanti da visitare e situata in una zona strategica per poter raggiungere molti punti di interesse.

Forse il più famoso è il parco naturale dell’Asinara, dove è possibile organizzare gite ed esursioni, partendo proprio da Porto Torres e rivolgendosi a tutte le realtà che organizzano tour del parco. Si tratta di percorsi molto suggestivi, alla scoperta di flora e fauna tipiche, della biodiversità e di paesaggi nanturali unici e introvabili altrove.

L’Asinara è una piccola isola che però racchiude davvero un tesoro in termini di flora, fauna, mare e natura e merita una visita, soprattutto se si è a Porto Torres o in zone limitrofe, perché è comoda da raggiungere e i servizi per i turisti sono molti e comodi. Oltre alla natura sull’Asinara si può visitare il celebre carcere, luogo molto suggestivo e ricco di storia e Cala Reale, approdo sicuro e riparato, paesino realizzato per lo più nell’Ottocento.

Proprio perché Porto Torres è una località importante e molto rinomata sono molte le compagnie navali che coprono le tratte per arrivare in questo porto dall’italia, ma anche da diversi porti europei come puoi vedere sul sito https://www.traghettisardegna2017.it. Questo dipende dal fatto che Porto Torres è il secondo porto più importante della Sardegna, è situato a pochi chilometri da Alghero ed è l’unica meta per raggiungere in traghetto la Sardegna nord-occidentale.

Proprio per questo la città è molto collegata via mare e sono tante e importanti le compagnie di navigazione che prestano servizio. Tra le altre si possono citare, per esempio, Grimaldi, Moby, Tirrenia, SNCM. 

Porto Torres è collegato con i maggiori porti italiani, inoltre con la Corsica, la Spagna e la Francia e in particolare le tratte coperte sono:
Genova - Porto Torres,
Barcellona - Porto Torres
Civitavecchia - Porto Torres
Tolone - Porto Torres
Marsiglia - Porto Torres
Propriano - Porto Torres
Porto Vecchio - Porto Torres.

Grazie a tutti questi servizi i turisti possono comodamente scegliere con quale compagnia muoversi, individuare l’offerta che meglio rispecchia le proprie esigenze e prenotare comodamente i biglietti.
Bisogna solo tenere presente che in alta stagione il numero dei visitatori è molto alto e, visto che difficilmente le compagnie di traghetti propongono offerte last minute, è importante muoversi per tempo per poter scegliere la compagnia, la tariffa e la soluzione migliore.

Giuseppe Brogna in radio con il primo singolo Ricordi


Giuseppe Brogna debutta con il singolo “Ricordi” (Etichetta 100B Records), un viaggio nella memoria, una somma di impressioni, di immagini con cui ognuno di noi deve fare i conti: un amore passato, un’amicizia svanita, momenti da ricordare per sempre oppure da dimenticare, in ogni caso i ricordi sono sempre lì, nella nostra mente e ci accompagnano nel bene e nel male. Sono sfuggevoli, ma terribilmente concreti. Una realtà invisibile con cui siamo costretti a confrontarci.
Il videoclip racconta questo viaggio all’interno dei luoghi della mente, fatti di luci soffuse e di oggetti dimenticati; di volti e persone che appaiono e scompaiono lanciando segnali di presenza. Un percorso guidato per suggestioni, una sorta di psicanalisi per immagini attraverso i cortocircuiti del pensiero, che esplodono nella parte finale attraverso una somma incontrollata di ricordi, che quasi in modo violento, prendono il sopravvento sulla realtà.
L’arrangiamento curato da Nicola Bavaro si affida al minimalismo di synth dai suoni dilatati e da una sessione ritmica guidata da basso elettrico (Diego Quarantotto), drum machine e chitarra acustica (Massimiliano Scarcia) che tracciano un percorso lineare sopra il quale si poggiano una fitta melodia vocale e un testo che lavora essenzialmente su immagini e metafore legate al mondo della memoria. Il tutto porta alla parte finale del brano (Ricordi vanno giù per la strada/ Si incontreranno comunque vada/ E sarà meglio tenerne conto/ Sei tu il bersaglio a cui vanno incontro) dove sia gli strumenti, sia la voce si liberano definitivamente nel crescendo che conclude la canzone.
“Ricordi” è estratto da un EP composto da sette tracce che raccontano la nostalgia non come elemento negativo, ma come forza motrice del presente. Nei testi c'è un forte richiamo all'importanza del passato e della memoria (Ricordi, Con me) e a esperienze pregresse che servono da materiale per costruire il presente (Cosa manca). Ci sono momenti di riflessione verso il futuro (Sabbia cielo e mare), ma anche voglia di vivere appieno il presente. Un presente che non è vissuto passivamente, ma viene preso di petto e affrontato (La volontà fa miracoli, Foglia).
C'è anche spazio per un tributo a Nino Buonocore con una cover del suo celebre brano "Rosanna" del 1987.

La produzione si caratterizza per l'utilizzo di synth e drum machine che si mischiano alle chitarra acustiche ed elettriche, creando un ponte tra la tipica canzone pop-folk e le moderne tendenze elettroniche. Un viaggio nelle varie sensazioni temporali di passato, presente e futuro con la lente d'ingrandimento di una malinconia positiva e costruttiva.

Love Adventure il nuovo singolo di Luca Bretta


"Love Adventure" è il nuovo singolo del cantautore ferrarese Luca Bretta, uscito il 2 febbraio 2017 con il relativo videoclip ufficiale. Il brano è il primo estratto dal nuovo album in uscita a primavera. 
Luca Bretta, classe 1991, nel 2007 inizia il suo percorso musicale come bassista fondando assieme a quattro amici la sua prima rock band, gli “HFS”, dopo qualche anno Luca intraprende un nuovo progetto solista. 
Spostatosi a Ferrara per studiare alla facoltà di farmacia, e con un diploma di Maestro di sci alle spalle, il giovane cantautore pubblica tre singoli, raggiungendo anche buoni traguardi nazionali. 

Nel 2014 Luca Bretta arriva terzo alla finalissima del Festival Show all'Arena di Verona con la canzone “Sei bellissima”.

sabato 25 marzo 2017

Porta Portese palco aperto

Domenica 26 marzo a partire dalle ore 10 a Legno&Ferro in via Angelo Bargoni, 60 a Porta Portese tanti artisti si alterneranno con estemporanee di pittura e letture, proiezioni, spunti musicali e visivi. Una maniera semplice e diretta di coinvolgere operatori e spettatori nella ricerca artistica.

mercoledì 22 marzo 2017

Nuove religioni

È insito nel cuore e nella coscienza di tutti desiderare la realizzazione di una vita pacifica. Quest’obiettivo può essere perseguito solo grazie a un processo di formazione delle coscienze individuali; processo che deve poi espandersi naturalmente a tutta la collettività, a partire dagli educatori, dai rappresentanti delle istituzioni, dai giornalisti, dagli uomini di scienza. Indispensabile in questo processo è la cooperazione inter-religiosa: le religioni devono ritrovare ciò che le unisce pur nelle diversità che le contraddistinguono. Ed è necessaria anche la collaborazione tra le varie attività e discipline umane. Nel mese di febbraio di quest’anno si è tenuto un dialogo tra la Chiesa di Scientology e Marco Borghini , Direttore dell’Accademia Strata di Pisa ,ma anche attento studioso della cultura religiosa che si trova nella Sacra Scrittura e di tutte le filosofie religiose dell’antichità. Il ministro della Chiesa di Scientology ha risposto a tutti i quesiti posti dall’auditorio, quest’ultimo incuriosito da una nuova realtà probabilmente poco conosciuta . La conferenza ha permesso un confronto tra vecchie e nuove religioni, invogliando la collettività ad un dialogo sempre più aperto e collaborativo tra diverse realtà.