Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

venerdì 14 giugno 2019

“Chi sono”, il quarto singolo di Mr Dailom, quarto estratto dal disco “Vita da Cane”



Chi sono” è il quarto singolo estratto da “Vita da Cane”, secondo disco ufficiale del rapper di Varese Mr Dailom .

Il tema del brano è autobiografico, uno story telling che racconta la vita dell'artista attraverso le immagini del suo passato.

Ma “Chi sono” è al contempo una celebrazione dell'amore, sentimento che l'artista prova nei confronti della propria famiglia a cui esprime, con parole e note, la propria riconoscenza e gratitudine per il sostegno e l’affetto che lo hanno accompagnato con costanza negli anni: è alla sua famiglia che va il merito di aver reso Davide l'uomo che è oggi e addirittura il prossimo " capo del suono".

Nel video questa idea è tradotta dallo scorrere di immagini, simboliche e realistiche, che si alternano e si confondono: Mr Dailom è impegnato ad attaccare ad una parete le foto che rappresentano il suo passato, che sembra via via risorgere nella sua mente, come un film. L’azione stessa ha una forte valenza rappresentativa: è la voglia di ricostruire il proprio passato, una mappa precisa di quello che è stato, per poter raccontare quello che è al presente e che forse sarà al futuro…
Musicalmente, il brano prende ispirazione dai suoni tipici del rap della costa ovest degli Stati Uniti (California), ma è caratterizzato dall'uso delle batterie tipiche della musica Trap; è stato prodotto da Paolo Meroni e arrangiato da E. Mocchetti e Michele De Leo (2Moros studios), successivamente, aggiungendo una linea di basso e una linea di chitarra nel ritornello e nell'outro del brano.
I suoni, tuttavia, restano molto morbidi rispetto ai brani precedenti, quasi a strizzare l'occhio al genere R'n'B; l’uso dell'autotune nel ritornello, più che per intonare le parole, vuol dare alla voce un effetto quasi psichedelico, come a rappresentare una voce interiore.

Nessun commento: