Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

giovedì 15 dicembre 2011

Federiga Pellegrini, regina del nuoto

Di sportivi che hanno rappresentato l’Italia nel mondo , come meglio non potevano fare, per fortuna ce ne sono stati tanti. Negli anni ottanta c’erano i fratelli Abbagnale che nel canottaggio erano praticamente imbattibili, e vederli nelle loro gare in televisione, con il commento di Galeazzi, è stata una delle migliori pagine dello sport italiano. Abbiamo avuto Mennea, che per diversi anni ha detenuto il record mondiale nei 200 metri. Negli anni 90 era imbattibile Yuri Keki, che nella categoria degli anelli ha vinto campionati del mondo, e tantissime medaglie d’oro alle olimpiadi. Anche in questi anni ci sono diversi atleti italiani, che stanno rappresentando molto bene l’Italia nel mondo. C’è la Vezzali, campionessa dello scherma, Valentino Rossi nel Motociclismo, e tanti altri. Ma l’atleta che più spicca, un po’ perché vince sempre tutto quello che c’è da vincere senza sbagliare mai una gara, bella ragazza, diventata vero personaggio pure nel Gossip, è la Federica Pellegrini, campionessa nel nuoto. Un’atleta capace ad ogni sua gara di attrarre numerosissimi amanti dello sport in tv.
Federica Pellegrini è nata a Milano il 5 agosto 1988 ed è la prima atleta donna italiana, ad aver vinto una medaglia d'oro nel nuoto ai Giochi olimpici, a Pechino nel 2008 nei 200 metri stile libero. Nella sua carriera ha vinto anche quattro campionati del mondo nei 200 e 400 metri stile libero. In questo momento detiene i primati mondiali in vasca lunga dei 200 e 400 metri stile libero femminili. Ed è anche l'unica nuotatrice italiana, ad aver battuto i record del mondo del nuoto in più di una specialità. Probabilmente è la più grande nuotatrice italiana di sempre, ma è anche una delle più importanti atlete nella storia dello sport italiano.
La sua carriera sportiva inizia nel 1995 e i successi arrivano quasi subito. I primi successi sono stati conseguiti alla Serenissima Nuoto di Mestre,e nel 2004 passa alla DDS di Settimo Milanese. All’età di quattordici anni, nel 2002 sale sul podio ai campionati italiani estivi. Nei giochi olimpici di Atene, nei 200 metri vince la sua prima medaglia aggiudicandosi la medaglia d’argento.
Dopo aver vinto diversi campionati italiani, la svolta si ha nelle olimpiadi di Pechino. L’11 agosto del 2008 nella finale dei 400 metri parta male perché arriva quinta, anche se in qualifica fa il record olimpico, ma nello stesso pomeriggio, realizza il record del mondo nella batteria di qualificazione dei 200 metri con il tempo di 1'55"45.
Il 14 dicembre, ai Campionati europei di nuoto in vasca corta di Fiume, nei 200 metri stile libero vince l'oro e stabilisce il nuovo record mondiale .
L' 8 marzo del 2009 nei primaverili di Riccione, nei 200 metri stile libero migliora il suo record mondiale.
Ma l'evento principale dell'anno è stato il campionato del mondo disputato a luglio in Italia, a Roma, in cui la Pellegrini si è presentata nei 400 e 200 metri e nella staffetta 4×200 m.
Il 26 luglio, nella finale dei 400 metri stile libero, conquista la medaglia d'oro è diventa la prima donna al mondo a scendere sotto i 4 minuti, e tanto per cambiare solo due giorni dopo, migliora il suo precedente primato mondiale dei 200 m stile libero.
Dopo aver vinto campionati nazionali, europei e tante altre gare, Il 24 luglio 2011 esordisce ai campionati mondiali di Shanghai, vincendo i 400 metri stabilendo una delle migliori prestazioni di sempre e tre giorni si aggiudica l'oro nella finale dei 200 metri.

Nessun commento: