Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

lunedì 19 dicembre 2011

Le città della Sardegna per il Capodanno 2012

di Giulia Madau

Il 2012 sta per arrivare e l’augurio di Portale Sardegna è che il nuovo anno sia un anno sereno e ricco di soddisfazioni.

E quale modo migliore di festeggiare il 31 dicembre ed i giorni seguenti se non in una delle tante città sarde? Le iniziative per il Capodanno in Sardegna 2012 sono molteplici. Partiamo dal sud dell’isola.

Il capoluogo sardo festeggia l’arrivo dell’anno nuovo con un percorso di musica, balli e feste che si dipanano tra le diverse strade, le belle piazze e i quartieri storici della città. A Cagliari, quindi, non un unico grande concerto ma tanti, piccoli e per tutti i gusti uniti a rappresentazioni e spettacoli di artisti locali.

Chi decide di festeggiare il Capodanno in questa città ha inoltre la possibilità di trascorrere il suo soggiorno in uno dei centri più affascinati e antichi dell’isola, ricco di storia, natura e cultura.


L’immagine è stata presa da qui.

Cagliari, infatti, si affaccia nel famoso Golfo degli Angeli, delimitata a est dalla suggestiva Sella del Diavolo (nella foto in basso – leggi qui la sua leggenda), dalla Catena dei Sette Fratelli e dallo Stagno di Molentargius (oasi naturale e dimora di fenicotteri rosa e altre specie animali protette), mentre dall’altra parte ci sono i monti di Capoterra e lo Stagno di Santa Gilla.

Qui è possibile trovare maggiori info a riguardo.

[youtube 9FsGwLjHqdU&feature]

A Cagliari, o Casteddu come le chiamano i suoi abitanti, è facile godere di un soggiorno in piena tranquillità e relax passeggiando per le zone più caratteristiche e nelle stradine più suggestive del centro storico di Castello, ammirare il panorama dal Bastione di Saint Remy o anche passare qualche ora in uno dei tanti parchi cittadini.

Spostandoci più a nord troviamo la città di Nuoro, il cuore della Barbagia. Tra montagne, tradizioni e mercatini di Natale il centro barbaricino, definito anche “L’Atene Sarda”, sarà in grado di farvi vivere una vacanza veramente unica.

Situata su un altopiano dominato dal Monte Ortobene e circondata da vallate e catene montuose, questa città ha dato i natali ad alcuni tra i più importanti e influenti artisti sardi.


Immagini del Museo Etnografico

Da Grazia Deledda (qui il sito ufficiale del museo in suo onore) a Sebastiano Satta a cui è stata dedicata la piazza principale della città realizzata da Costantino Nivola. Se si va a Nuoro non si può certo non visitare il Museo Etnografico, che raccoglie al suo interno capi di abbigliamento tradizionale, gioielleria, tappeti, arazzi, pane e dolci di tutta l'isola.

Di assoluto valore artistico e culturale è anche il MAN – Museo d’Arte di Nuoro, il quale proprio in questi giorni ospita la mostra del grande fotografo Henri Cartier-Bresson (Giovanni è andato a curiosare e qui potete vedere le foto che ha scattato e che sono solo un invito a vederle di persona) e la mostra Assolo #1 di Luciano Secci.

[youtube iq99uM6IMYY]

Più a nord c’è, invece Olbia, la capitale dei Monti di Mola, meglio conosciuti con il nome di Costa Smeralda.

La città del nord Sardegna sarà l’unica a ospitare un grande concerto.

Secondo fonti non ancora ufficiali, sarà, infatti, il gruppo pop Le Vibrazioni che si esibirà sul palco del Molo Brin e che animerà la notte più lunga e divertente dell’anno dando la possibilità a famiglie, coppie e gruppi di amici di passare una notte al’insegna della musica e dei festeggiamenti.


Anche qui, se ci si sposta un po’ dal centro città, è possibile ammirare dei panorami mozzafiato grazie alle meravigliose coste e al mare che, anche durante l’inverno, possiede dei colori unici e degli odori intensi. Se decidete di consumare il cenone di Capodanno qui a Olbia non potete non assaggiare la Zuppa Gallurese, semplicemente deliziosa.


Spostandoci a ovest ci accoglie la bella cittadina catalana di Alghero, e di questa è possibile leggere maggiori informazioni e curiosità in questo post dedicato al Cap D'Any 2012.

Iniziare l'anno in Sardegna magari prenotando uno dei tanti Hotel Sardegna disponibili, potrebbe essere un' esperienza da ricordare con un bel sorriso, conservando qeul pizzico di magia che questa terra sa regalare anche nei mesi invernali :-)

Non appena tutti i programmi delle città principali saranno ufficiali aggiorneremo il post con i link dedicati.

Nessun commento: