Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

lunedì 19 dicembre 2011

Regali di Natale e prestiti personali

La crisi economica e la recente manovra economica per rimettere in sesto le casse dell'Italia, hanno comportato numerosi sacrifici da parte di tutti i cittadini e dei lavoratori. Quest'ultimi, in particolare, hanno visto erodere sempre di più il proprio potere d'acquisto visto che, mentre l'inflazione galoppava, gli incrementi delle retribuzioni contrattuali è stato pari a un ritmo uguale alla metà dell'inflazione. La conseguenza è stata che anche per fare i regali di Natale, gli italiani sono stati costretti a ricorrere ai finanziamenti; questo almeno stando ai dati riportati da Prestiti.it che ha rivelato come un italiano su tre si indebiterà per poter festeggiare il Natale. Ben il 61% degli italiani, infatti, farà ricorso ad un prestito o altre forme di finanziamento come la cessione del quinto, per comprare regali ad amici e parenti, mentre il 30% si indebiterà per fare un viaggio e il 9% per potersi pagare il Cenone di Capodanno. Dati non certo incoraggianti soprattutto se si considera il fatto che si tratta di prestiti richiesti per vera necessità immediata e non per progetti futuri. Per quanto riguarda altri dati relativi alla richiesta di finanziamento più di un debitore su due ha dichiarato di volere richiedere un prestito superiore a 2mila euro, mentre solo il 6% farà ricorso ad un micro-credito di circa 500 euro. Le richieste più elevate sono quelle provenienti dagli under 25 e dagli over 60, mentre per quanto concerne i tempi di rimborso questo si aggira intorno ai 2 anni.

Nessun commento: