Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

lunedì 30 gennaio 2012

Assicurazioni: disdetta e periodo di mora


Se si fosse intenzionati a cambiare compagnia di assicurazioni, sarebbe bene conoscere la procedura da seguire alla scadenza della propria polizza auto.

Per i contratti a tacito rinnovo, secondo le normative vigenti, va inviata la disdetta per iscritto tramite fax o raccomandata almeno 15 giorni prima della scadenza della polizza; per i contratti senza tacito rinnovo, tipici delle compagnia telefoniche, la disdetta non è necessaria in quanto il contratto cessa automaticamente alle ore 24.00 del giorno di scadenza della polizza.
Per i contratti a tacito rinnovo, e per molti di quelli senza il tacito rinnovo (in questo caso sarebbe bene consultare le Condizioni Generali di Assicurazione della propria compagnia), è sempre previsto il cosiddetto “periodo di mora”, ovvero, nel caso si dovesse provvedere a pagare il premio per l’anno successivo, seppure in ritardo si sarebbe ugualmente coperti fino al quindicesimo giorno oltre la scadenza del contratto assicurativo.

Al contrario, il cliente che non comunicasse la propria volontà di disdire la polizza entro i termini previsti per legge, sarebbe obbligato a rinnovare la propria polizza assicurativa con la medesima compagnia. L’unica eccezione riguarda un caso particolare: se il premio proposto per il rinnovo è superiore al tasso di inflazione programmato – stabilito annualmente da Governo - è possibile dare la disdetta fino all’ultimo giorno di scadenza del contratto, facendo attenzione a verificare la variazione di premio escludendo l’incidenza di tasse e imposte.

Nessun commento: