Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

mercoledì 23 maggio 2012

Forlì, aeroporto, ipotesi araba per il Ridolfi

Procede a tappe serrate il lavoro di Riccardo Roveroni, il commercialista bolognese nominato nei giorni scorsi commissario liquidatore di Seaf che il 21 maggio 2012, nell’incontro avuto in Regione con l’assessore ai trasporti Alfredo Peri ha ipotizzato il possibile interessamento di compagnia aerea araba per lo scalo forlivese. Qualsiasi decisione interverrà necessariamente sulla programmazione estiva di tutti gli hotel romagna che degli aeroporti regionali hanno ormai bisogno e ci riferiamo a tutte le categorie a partire dagli hotel rimini 3 stelle L’opzione, che dal Municipio hanno preferito non commentare, vedrebbe addirittura sul campo, anzi per aria, ben 44 aerei. Un interesse che, se confermato nei prossimi mesi, potrebbe rendere più interessato l’avvicinamento di imprenditori privati allo scalo cittadino quando sarà finita la procedura di liquidazione e ufficializzato il bando europeo per la nuova concessione della pista, che dovrebbe essere pubblicato entro la fine del mese di giugno. Obiettivo, questo, che ha spinto anche a confermare i contratti già esistenti con le ultime compagnie che in queste settimane stanno ancora lavorando a Forlì: Wizz Air e BelleAir, che hanno confermato la loro intenzione di volare almeno fino al 27 ottobre, data naturale di scadenza del loro rapporto con Seaf, anche per evitare eventuali penali. Prima bisogna valutare con le aziende e con i sindacati il piano industriale che si sta predisponendo per i prossimi sei mesi e per quelli successivi. In questa elaborazione dovrebbero essere compresi anche i comparti cosiddetti “non-aviation” al di fuori del sedime aeroportuale. Per il commissario liquidatore, nel frattempo, ancora una trasferta, giovedì 24 maggio 2012, questa volta a Venezia, dove incontrerà i dipendenti Enac che seguiranno da vicino tutta la procedura. Massimo riserbo, infine, sui costi dei debiti e operatività quotidiano dello scalo.

Nessun commento: