Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

martedì 29 maggio 2012

Tablet e sclerosi multipla

Il San Raffaele ha da poco lanciato un’interessante iniziativa rivolta ai malati di sclerosi multipla. Si tratta di YouAnd, un progetto che ha come obiettivo quello di coniugare l’utilità con l’intrattenimento.

Ma di cosa si tratta in sostanza?

Il Centro Sclerosi Multipla dell’Ospedale San Raffaele di Milano sarà in pratica il primo a dotarsi di un tabelt con una particolare applicazione che permetterà ai pazienti di navigare tra le diverse sezioni, spaziando tra informazioni e notizie, approfondimenti e novità riguardanti l’avanzamento della ricerca per la cura sclerosi multipla ma anche i comportamenti migliori da adottare per alleviare i sintomi della malattia.

Ad inaugurare l’iniziativa, alla cui realizzazione ha partecipato anche Novartis e che prevede l’adesione anche di altri centri ed istituti, è stato come detto il San Raffaele di Milano, dove l’interazione tra la ricerca e l’assistenza è sempre stata molto forte.

Giancarlo Comi, direttore del Dipartimento Neurologico presso l’ospedfale milanese, ha dichiarato:

“Siamo orgogliosi di fare da ‘apripista’ al progetto YouAnd, un servizio decisamente utile ed un tassello che va ad arricchire il mosaico dell’assistenza integrata che il nostro Centro offre ai suoi pazienti”.

Mariaemma Rodegher, Medico specialista in neurologia presso il Centro Sclerosi Multipla ha poi aggiunto:

“Il progetto YouAnd è un’ottimo esempio di come si possa ottimizzare i tempi di attesa tra un esame e l’altro con un arricchimento alla gestione del tempo che il paziente trascorre nel Centro, tempo che viene così valorizzato sia in termini di educazione che di puro intrattenimento”.

Ovviamente il progetto ha anche come scopo quello di creare una maggiore interazione tra i pazienti e gli operatori al fine di creare un clima di collaborazione reciprocamente vantaggioso.

Nessun commento: