Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

AbcRoma e AbcFirenze portali di Roma e Firenze con monumenti, musei, hotel, ristoranti, cinema, shopping, meteo, eventi, ...
AbcAlberghi e AbcPrezzi portali per trovare e confrontare le migliori offerte degli alberghi e dei negozi on line.

mercoledì 20 febbraio 2013

La storia degli pneumatici da Robert Williams Thomson alla vendita di gomme online



E’ Cerchigomme, il mega store sul web riferimento per la vendita gomme online, cerchi in lega e ferro, kit d’equipaggiamento per auto, a raccontare le tappe più importanti della storia degli pneumatici. E lo fa con un’infografica sul proprio blog, un’istantanea che sottolinea, in maniera sintetica ma puntuale, il periodo storico che dal 1844 ci accompagna fino al 1937, anno in cui la BF Goodrich, azienda statunitense fondata nel 1870 e oggi parte del gruppo Michelin, inventava i primi pneumatici in gomma sintetica realizzati con una sostanza brevettata chiamata Chemigum.

Poco meno di 100 anni, un secolo di storia in cui si susseguono, in maniera repentina, inventori, geni, creatori, i padri degli attuali pneumatici, personaggi il cui contributo, (chi più chi meno), è risultato essenziale a tutti. E così scopriamo di Robert William Thomson, inventore scozzese, che nel 1845 avvalendosi dell’intuizione dell’americano Charles Goodyear sul metodo di vulcanizzazione della gomma, inventa il primo pneumatico con gomma vulcanizzata adattabile a veicoli trainati da cavalli. Oppure di John Boyd Dunlop, il fondatore dell’omonima società produttrice di pneumatici Dunlop, che nel 1888 “regala” la prima ruota riempita d’aria al figlio che si lamentava della lentezza e della pesantezza del suo triciclo. Lo stesso anno John Dunlop, consapevole dell’enormità della sua invenzione, ne brevetta l’idea. Brevetto poi revocato qualche anno dopo, a seguito di successive verifiche, a causa dello scozzese Robert William Thomson “reo” di aver depositato in Francia e negli Stati Uniti, ma quarant’anni prima, un’idea molto simile.

Sarà poi la volta di André Michelin, di Frank Augustus Seiberling o di Philipp Strauss e di tanti altri ancora. Poi sarà il tempo delle grandi invenzioni, poi di quelle per noi più recenti: battistrada, pneumatici rimovibili, pneumatici senza camera d’aria, poi i cerchi, i pneumatici a lunga durata con l’aggiunta di carbonio alla gomma. Cambiano gli attori, cambiano i mercati di vendita (nazionale, internazionale, online) ma la storia degli pneumatici non finisce qui e non finisce oggi, una storia sempre viva, resa vivace da continua sperimentazione, impegno, intuizione, soprattutto passione di molti.

Nessun commento: